giovedì 23 maggio 2019

Recensione #347 Luoghi oscuri by Linda Ladd

Questa volta leggo #15




Maggio ha visto protagonista della rubrica i collaborazione con La lettrice sulle nuvole un libro pubblicato quest'anno. La mia scelta è caduta su questo libro, che ho richiesto alla Triskell Edizioni, dopo aver apprezzato il precedente lavoro dell'autrice.



Libro letto per: Reading Challenge Dalle tre ciambelle Ristorante – Pizzeria
Pizza Soreta – Salmone- Leggi un libro con protagonista femminile




Autrice: Linda Ladd
Titolo: Luoghi oscuri
Serie: Claire Morgan #2
Editore: Triskell edizioni
Data di pubblicazione: 7 marzo 2019
Pagine: 413
Trama
Le tracce dell’assassino…
Finalmente guarita dalle ferite riportate durante l’ultima indagine, la detective Claire Morgan non vede l’ora di tornare in servizio, ma il caso di persona scomparsa di cui si deve occupare si rivela ben presto più intricato e infido delle ghiacciate strade di montagna al lago degli Ozark.
Possono condurre soltanto a…
Nei pressi di una scuola locale, viene rinvenuto il corpo di un uomo appeso a un albero. È ancora vivo, ma non per molto. Qualcuno voleva che il professor Simon Classon soffrisse il più possibile prima di esalare l’ultimo respiro, assicurandosi che riuscisse a vedere l’andirivieni di colleghi e studenti prima di soccombere al veleno che gli scorreva nelle vene.
Luoghi oscuri…
Le temperature glaciali e le nevicate abbondanti rendono le indagini ancora più complicate. Per non parlare delle minacce di morte, incidenti terrificanti orchestrati per recapitare a Claire un messaggio letale. Man mano che si avvicina alla verità, Claire rischierà di rimanere intrappolata nella ragnatela di un maniaco. E nei suoi incubi peggiori.





Un altro mostro che era strisciato fuori da luoghi oscuri per creare il caos tra gli innocenti e gli ignari.


Torna la detective Claire Morgan con la sua seconda indagine e di nuovo si trova alle prese con un serial killer particolare e terrificante.
Un famoso angelologo, Simon Classon, viene trovato appeso ad un albero, avvolto in un sacco della spazzatura, ucciso dai morsi velenosi e letali di una moltitudine di Ragni Eremita Marrone. Claire e il suo partner Bud sono gli agenti incaricati dell'indagine e si trovano a investigare sul passato di un uomo odiato da tutti.
Premetto che questa storia non è adatta a chi soffre di aracnofobia o ofidiofobia. Le descrizioni dei delitti ad opera di ragni, scorpioni e serpenti sono raccapriccianti e dettagliatissime. Essendo io cresciuta in campagna non ho mai avuto particolare paura di ragni o serpenti (scorpioni sì), tuttavia, dopo aver letto questo romanzo, ammetto di guardarli ora con occhi diversi e molto più attenti.
Trovo lo stile della Ladd davvero accattivante e perfetto per il genere thriller. Oltre a farmi voler prendere in mano il Kindle in ogni attimo della mia giornata è stata abilissima a farmi sospettare di tutti. Fattore per me determinante nell'apprezzare un libro di questo tipo. Confesso che il mio sospettato numero uno era giusto, ma non ne sono stata sicura fino alla fine. Avevo invece completamente sbagliato l'identità segreta dell'altro soggetto malato.
Per quello che riguarda i personaggi del libro ho amato la protagonista Claire. È una tosta nonostante le terribili ferite del suo passato di cui sono venuta a conoscenza nel primo capitolo. Non ha paura di rischiare e percorrere strade pericolose per poter catturare l'assassino. Forse in modo sconsiderato in alcune occasioni. Mi piace la sua determinazione e la sua indipendenza, in più è sarcastica e spiritosa. Una delle mie eroine librose preferite.
Amo anche il suo rapporto con Nick Black, lo psichiatra ricchissimo, che ho conosciuto sempre nel capitolo precedente. Lui è sempre il solito, irriverente e arrogante, che cerca di proteggerla senza però starle troppo addosso per cui tenta di trovare un equilibrio tra i suoi sentimenti. Ho apprezzato molto questo suo modo di fare. Non vorrei vedere, nei prossimi libri, rovinata questa bellissima relazione dal personaggio di Joe MaCkay introdotto in questo volume. Il triangolo proprio no!
Un'altra cosa che mi è piaciuta sono i capitoli di Gabriele e Uriele, i due spostati che hanno dato inizio a tutto ciò. I loro pensieri vengono eviscerati perfettamente in questi POV eppure sarei stata felice se ce ne fossero stati di più. Amo entrare nelle menti dei criminali e conoscere cosa li spinge a comportarsi in quel determinato modo.
Ottimo secondo capitolo, che ho trovato forse anche migliore del primo sia per l'idea dei delitti che per la cupa atmosfera che impregna tutto il romanzo.



Qui sopra il solito calendario con i post dei vari blog partecipanti. 




30 commenti:

  1. mi fanno paura i ragni! Ma bella recensione!

    RispondiElimina
  2. Dovrei recuperare il primo... non ce la farò maiiiiiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  3. Ciao! Ho appena finito una storia di serial killer e luoghi oscuri...ma credo che anche questo romanzo mi potrebbe interessare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello della Hope Edizioni? Se quello ce l'ho nel kindle anch'io!

      Elimina
  4. Non ho paura di ragni e/o simili ma l'idea che mi raccontino come possono uccidere... mi è venuta la pelle d'oca! Cavoli, sembrava interessante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io ho (avevo) paura dei ragni, ma ora sto più attenta, molto più attenta

      Elimina
  5. Come sai,non è proprio il mio genere, ma ti pare che non ne avrò bisogno per qualche vostra pazza idea?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un futuro obiettivo... leggi un libro che tratti una delle tue paure più grandi

      Elimina
  6. Il primo non mi ispirava per nulla, invece questo ha una trama intrigante. Dici che posso saltare il primo e buttarmi subito su questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, perdi l'inizio della relazione con Blake e alcuni fatti dell'infanzia di Claire

      Elimina
  7. Per quanto sembri carino, devo dire che per ora mi ispira poco lo ammetto. E' bello però vedere che ti è piaciuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deve piacerti il genere thriller e non avere la fobia dei ragni

      Elimina
  8. Non credo faccia per me, i ragni mi mettono i brividi, l'ansia! No no!

    RispondiElimina
  9. E come dicevamo l'altro giorno: io ho paura, terrore, fobia… dei ragni… quindi non lo leggerò

    RispondiElimina
  10. Oh...ragni, serpenti...*fa ciao con la manina*

    RispondiElimina
  11. MI hai incuriosita un sacco! Si legge bene anche senza aver letto il primo? In quel caso ci faccio un pensiero
    Bacci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia del primo è conclusa lì. Perdi solo l'inizio della relazione della protagonista e qualche segretuccio del suo passato.

      Elimina
  12. Risposte
    1. Capisco, hanno fatto impressione anche a me

      Elimina
  13. No, mi fanno più senso le blatte quindi potrei farci un pensierino. Sembra tosto.
    Lea

    RispondiElimina
  14. Aaaaaaaaaah sono aracnofobica!!!!!!!!!
    Potrei morire soffocandomi con le mie stesse urla soltanto all'idea!!!
    Adesso andrò a piangere nell'altra stanza :( Scherzi a parte, metto la sua serie in tbr perché mi hai incuriosita! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene sono curiosa di sapere se la troverai inquietante come me

      Elimina