giovedì 5 agosto 2021

Recensione #689 La rovina di ogni cattivo ragazzo by Holly Renee

 

Buongiorno una nuova recensione sempre nell’ambito dei recuperi per le richieste che ho fatto alle case editrici. Sto seguendo con molto piacere questa serie di romanzi New Adult scritti da Holly Renee.

Ringrazio la Triskell Edizioni per la copia digitale.


Autrice: Holly Renee

Titolo: La rovina di ogni cattiva ragazzo

Serie: The Good Girls Series #3

Editore: Triskell Edizioni

Pag:: 162

Data di pubblicazione: 11 marzo 2021

Trama

Per colazione mangio gli avanzi di cupcake e macaron crepati.
Sono sicura al novanta per cento che lui le divori le tipe come me.
Quando ci siamo conosciuti ero ricoperta di schizzi di vernice, impasto di torta e sudore.
Lui era pieno di tatuaggi strafighi e un sorriso che sembrava nascondere un segreto che non avrei mai conosciuto.
Regola numero uno: mai e poi mai, in nessuna circostanza, innamorarsi dell’uomo a cui si paga l’affitto.
Così l’ho relegato nel compartimento “Fantasie belle e buone” del mio cervello e ce l’ho lasciato.
Ma lui non mi ha reso le cose facili.
È arrogante, divertente e il più grande cascamorto di tutti i tempi.
Il più delle volte non capisco se sia solo un gioco per lui.
In altre circostanze, direi che la sua missione è rovinarmi la vita.
E, forse, spezzarmi anche il cuore.






Charlie ha il sogno di aprire una pasticceria e affitta il locale da Parker e Liv (La fine di ogni brava ragazza). Naturalmente entrambi, con l’aggiunta di Staci, Mason e Brandon saranno determinanti nella vita ragazza.

Ammetto che Brandon era uno dei personaggi che ho un po’ trascurato rispetto agli altri mentre leggevo di lui nei capitoli precedenti. Eppure si è rivelato davvero un bel tipo, divertente, sfrontato e mi è piaciuto tantissimo.

Charlie è veramente simpatica! Ha insicurezze e paure che però la Renee non rende troppo patetiche o lagnose. Fattore che odio sempre nei personaggi femminili (anche in quelli maschili). Lei è carina, simpatica, vitale e solare. Un sacco di qualità positive che mi hanno fatto ridere spesso.

Il rapporto tra i due viene approfondito abbastanza bene, non il classico insta-love. Il libro è molto corto, neanche 200 pagine, eppure l’autrice riesce a creare una buona sintonia tra i due. Le descrizioni dei loro incontri sono divertenti e vederli interagire e battibeccare mi ha fatto molto divertire.

È stata una lettura veloce, breve ma divertente, leggera, fresca. Ecco, questi sono i romanzi che io voglio trovare nel mio Kindle in questo periodo. Rallegrano le mie giornate e rilassano la mia mente.

Aspetto con ansia il prossimo volume.


La Serie The Good Girls è composta da:

La fine di ogni brava ragazza

2 La rovina di ogni cattiva ragazza

3 Where Bad Boys are Ruined




 


martedì 3 agosto 2021

Recensione #688 Oltre le bugie by L.A. Cotton

 


Ultimo evento in programma prima della pausa estiva, del blog. La lettura di Oltre le bugie non era prevista, ma quando vedo Cotton io devo immediatamente immergermi nelle sue storie.

Ringrazio la Hope Edizioni per la copia digitale del romanzo.


Titolo: Oltre le bugie
Autrice: L. A. Cotton
Serie: Wicked Bay #3
Pagine:: 249
Casa editrice: Hope Edizioni
Data di pubblicazione: 27 luglio 2021
Trama

Agli occhi del mondo, Kyle Stone ha tutto ciò che un ragazzo di diciassette anni potrebbe desiderare: un futuro nello sport che ama, un elevato status sociale e una ragazza di cui è profondamente innamorato. Kyle, però, è bravo a fingere e a nascondere ciò che non vuole che gli altri vedano. Perché lui ha dei segreti, di quelli che possono stravolgere tutto.
Bella, popolare e fidanzata con una delle stelle nascenti del football della Wicked Bay High, Laurie Davison ha la vita che la maggior parte delle ragazze sogna soltanto. In segreto, però, si sente un’imbrogliona: mantenere le apparenze è estenuante e l’unica persona a cui vorrebbe rivolgersi è quella che la respinge.
L’amore vince su tutto, o almeno così si dice, ma le bugie distruggono ogni cosa. E, quando la verità verrà a galla, non saranno solo i cuori a farsi male.




Si torna a Wicked Bay e stavolta in compagnia di Kyle e Laurie, rispettivamente il cugino e la migliore amica di Lois protagonista del primo volume. Difatti il libro vede loro due come protagonisti. Già dal capitolo precedente, sono una coppia assodata, ma alcuni segreti e bugie rischiano di frantumare il loro rapporto.

Dopo il triangolo amoroso, la cosa che odio di più nei rapporti d’amore sono le bugie, i segreti e le cose tenute nascoste. Nonostante le intenzioni siano di non far soffrire l'altro, inevitabilmente portano sempre alla sofferenza di uno dei due o anche di entrambi. In questo romanzo Kyle nasconde allora un segreto importantissima della sua vita che sarà proprio la causa di molto dolore e il rapporto con Laurie subirà un drastico distacco.

Ho trovato l’argomento trattato dall'autrice in maniera davvero soddisfacente. Mi è piaciuto moltissimo come ha gestito la cosa perché mostra proprio le conseguenze di questi comportamenti.


Ma i segreti erano come un veleno a lento rilascio. All’inizio, non lo sentivi, credevi che tutto andasse per il meglio. Poi, con il tempo, i segni iniziavano a manifestarsi. Un dolore sordo. Un’irritazione fastidiosa. E iniziavi a chiederti se c’era qualcosa che non andava, che cuoceva a fuoco lento sotto la superficie, infettandoti in attesa di colpire. E quando lo faceva, l’effetto era letale.


La caratterizzazione dei personaggi è sempre molto molto buona. Vengono espressi perfettamente i loro sentimenti, i loro dubbi e ciò mi ha permesso di amarli e, al tempo stesso, volerli picchiare entrambi.


Ma era questo il bello dell’amore. A volte non si trattava di ciò che meritavi o volevi. Era semplicemente così. Non potevi combatterlo o ignorarlo o spegnerlo. Era parte di te, come il battito del cuore o il pulsare del sangue nelle vene.


Lo stile della Cotton è sempre fresco, scorrevole, non si perde in descrizioni inutili, è quello che cerco in questo tipo di romanzo che leggo per rilassarmi e alleggerire la mente. Specialmente in questo periodo infernale di nome e di fatto viste le temperature di questi giorni.

Mi è piaciuto anche rivedere Maverick e Lois, Summer e Nick, Staci e Mason. In questo libro si è visto pochissimi un personaggio, che è uno di quelli che mi intrigano di più, parlo di Macey. Spero di leggere presto di lei e dei segreti che nasconde. 


La serie Wicked Bay è composta:

0,5 – Per una notte

1 – L'inizio della mia fine

2 – Alla fine... noi

3 – Wicked Lies

4 – Wicked Games

5 – Wicked Needs

5,5 – Wicked Surprise

6 – Wicked Hearts

7 – wicked Promises

8 – Wicked Forever

8 – Wicked Truths


lunedì 2 agosto 2021

Recensione #687 The Winner's Curse. La maledizione by Marie Rutkoski

La prima recensione del mese è dedicata a un fantasy di cui avevo sentito parlare molto bene. Grazie ad Audible ho potuto conoscerlo e apprezzarlo anche io.


Autrice: Marie Rutkoski
Titolo: The winner's curse. La maledizione

Serie: The winner's trilogy #1

Editore: Always Pubblishing
Data di pubblicazione: 30 luglio 2020
Pagine: 381

Durata ascolto: 9 h e 26 min.

Trama

In quanto figlia di un potente generale di un vasto impero che riduce in schiavitù i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha sempre goduto di una vita privilegiata. Ma adesso si trova davanti a una scelta difficile: arruolarsi nell’esercito oppure sposarsi. La ragazza, però, ha ben altre intenzioni... Nel giovane Arin, uno schiavo in vendita all’asta, Kestrel ha trovato uno spirito gentile e a lei affine. Gli occhi di lui, che sembrano sfidare tutto e tutti, l’hanno spinta a seguire il proprio istinto e a comprarlo senza pensare alle possibili conseguenze. E così, inaspettatamente, Kestrel si ritrova a dover nascondere l’amore che inizia a sentire per Arin, un sentimento che si intensifica giorno dopo giorno. Ma la ragazza non sa che anche il giovane schiavo nasconde un segreto e che per stare insieme i due amanti dovranno accettare di tradire la loro gente o altrimenti tradire sé stessi per rimanere fedeli al proprio popolo. Kestrel imparerà velocemente che il prezzo da pagare per l’uomo che ama è molto più alto di quello che avrebbe mai potuto immaginare…




Ascoltare un romanzo fantasy mi piace molto anche se, all’inizio, ci metto un po’ a entrare nella storia. Kerstrel è la figlia di un grande generale Valoriano, un popolo conquistatore. Arrivata ai 17 anni, deve iniziare a decidere se vuole diventare una guerriera o una sposa. Le cose si complicano quando la ragazza acquista, al mercato degli schiavi, il giovane Arin.

La storia nel suo complesso si è rivelata alquanto interessante e originale. È un mix, molto ben riuscito, di strategia di guerra e intrighi politici con l'aggiunta di quel pizzico di romanticismo che non guasta mai.

Anche il world building è ben strutturato. Vengono spiegate molto bene tutte le dinamiche che hanno portato i Valoriani ad essere il popolo dominante e gli Herrani quello sottomesso. Sono esposte perfettamente anche tutte le azioni che hanno portato poi alla guerra tra questi due popoli.


Per quello che riguarda la caratterizzazione dei protagonisti, devo dire che ho trovato molti lati positivi e negativi in entrambi.

Kerstrel è caparbia, coraggiosa e determinata, fattore perfetto per un’eroina fantasy e che io apprezzo sempre. Dall’altra parte è troppo impulsiva e poco riflessiva, cieca di fronte a molte evidenze. Il tutto però la rende estremamente realistica e umana.

Arin, il giovane schiavo, è un tipo completamente diverso da lei. Oltre a nascondere molti segreti è più pacato, più lucido e meno imprudente. Forse anche meno coraggioso della ragazza. Qualità che ne fanno un soggetto intrigante e interessante. Non vedo l’ora di conoscerlo meglio nei prossimi volumi.

Ho poi apprezzato che loro rapporto non sia il classico instalove. I due ragazzi provenienti da due realtà completamente diverse, inizialmente, si odiano. Però la convivenza da loro modo di conoscersi bene prima di iniziare a provare un sentimento più profondo. Un sentimento che non sarà semplice né da vivere né da accettare.

Un ottimo primo capitolo per una serie che continuerò sicuramente ad ascoltare.


La trilogia The Winner's è composta da

0,5 – Bridge of snow

1 – The Winner's Curse La maledizione

2 – The Winner's Crime La vendetta

3 – The Winner's Kiss Il bacio







domenica 1 agosto 2021

TBR Agosto 2021 e Recap Luglio 2021

 



Buongiorno lettori per questo mese non ci sarà una vera TBR, ma solo i tre libri rimasti dalle richieste fatte alle CE. Vorrei tenere Agosto come una sorta di riposo mentale. Gli ultimi mesi sono stati ricchi di eventi. Per carità, tutti richiesti da me, nessuno mi ha costretta a leggere determinati libri. Però mi sono trovata, dopo l’entusiasmo iniziale, a faticare parecchio.

Fare lunghe tbr con le nuove uscite, tralasciare libri che volevo affrontare da tempo e sentire la lettura come un obbligo e non come un piacere mi stava portando al temuto blocco del lettore. Questa cosa assolutamente non andava bene. Quindi, per agosto, nessuna Lista di Libri da Leggere (a parte le rimanenze delle CE). Leggerò a piacere contemplando anche di non portare nessuna recensione sul blog. Anche dover, per forza, parlare di un libro stava diventando una cosa pesante. Pure il blog iniziava a infastidirmi.

Voglio ritrovare il piacere della lettura, voglio concedermi questo mese lontano dagli impegni librosi e ripartire a settembre più carica e motivata! Tutte le varie rubriche a cui aderisco ogni mese avranno uno stop ad agosto.

Modalità vacanza totale.

    To be read

  1. Dimmi per ch3 combattiamo di T. J. Klune #giftedby Triskell Edizioni

  2. In Aeternum di Paolo La Paglia #giftedby Nua Edizioni

  3. Nel buio di Loreth Anne White #giftedby Hope Edizioni

In ascolto con Audible

  • Fino all'ultima parola di Tamara Ireland Stone





Banner letture fatte


Luglio è stato un mese caldissimo e io ho sofferto molto le temperature elevate. La mia voglia di fare qualsiasi cosa era ridotta al minimo. Avevo anche pensato di non prendere impegni, invece ci sono ricaduta. Ora basta lagnare ed ecco le mie letture del mese.

  1. Obscurity di Gea Pedrini

  2. L'amore nuoce gravemente alla salute di Denise Aronica

  3. Volevo solo sfiorare il cielo di Silvia Ciompi

  4. Alice in Wonderland La Graphic Novel

  5. L'oscurità della luce di Stacey Marie Brown

  6. Esercizi di ricostruzione di Josie Chapman

  7. L'universo nei tuoi occhi di Jennifer Niven

  8. La casa sul mare celeste di T. J. Klune

  9. Tutto il buio dei miei giorni di Silvia Ciompi

  10. Il bacio della vita di Eva Carter

  11. The Winner's Curse. La maledizione di Marie Rutkoskli

  12. Un tiro dritto al cuore di Kristen Callihan

  13. Rabbia e rovina di Jennifer L. Armentrout

  14. Oltre le bugie di L. A. Cotton

  15. La rovina di ogni cattivo ragazzo di Holly Renee


Come è andato il vostro mese libroso? Lettura migliore? Lettura peggiore?




sabato 31 luglio 2021

Pensierini librosi di Luglio 2021

 


Buongiorno, concludo il mese di Luglio con tre mini recensioni su alcuni libri letti in questo periodo. Prendo in prestito l'idea dei Pensierini da Chiara.


Disney's Alice in Wonderland:

La storia a fumetti dal film di Tim Burton

Nell’intento di ampliare sempre di più la mia collezione sui libri che fanno parte del mondo di Alice nel paese delle meraviglie, ho scovato, sul sito di Libraccio, questa graphic novel. Il volume si ispira alla pellicola diretta da Tim Burton con Johnny Depp. Il film mi era piaciuto molto soprattutto per le atmosfere dark che avvolgevano la storia. Quindi ero davvero curiosa di vedere se anche la graphic novel sarebbe riuscita a mantenere lo stesso tipo di atmosfera. Devo dire che c’è riuscita benissimo. I disegni sono realizzati con dei colori abbastanza scuri che rendono perfettamente. La graphic novel è molto fedele al libro e la cosa mi ha fatto molto piacere.


Esercizi di ricostruzione di Jodie Chapman

Leggere questo romanzo è stato veramente un viaggio molto intenso e doloroso. La vita dei due protagonisti è complicata e difficile. L'amore che nasce tra loro si protrae per molti anni con vari alti e bassi. Nick e Anna provengono da due mondi diversi. Si incontrano e si innamorano, però, poi, si perdono di vista. Si rivedono e si lasciano per molti anni. Il libro è arrivato in un momento della mia vita reale non troppo semplice, in cui avevo bisogno di leggerezza, di spensieratezza, per cui ho trovato pesante la lettura. Tuttavia la storia è ben narrata, i personaggi ben delineati. Inoltre tratta temi molto particolari che mi è capitato raramente di leggere, ma che mi affascina sempre come le sette religiose.


Rabbia e rovina di Jennifer L. Armentrout

Secondo capitolo della trilogia dedicata a Zayne, uno dei personaggi che meno avevo apprezzato nella precedente trilogia. Non che mi fosse del tutto dispiaciuto solo che lo trovo insulso ed estremamente lagnoso. Il tipico #maiunagioia come l’abbiamo giustamente chiamato con le ragazze del GDL. A volte è veramente pesante, ma pesante, pesante con le sue pappardelle di consigli e divieti. Meno male che c’è Roth a regalare lo spirito giusto a tutta la storia. Il secondo Libro ci ha regalato vari momenti divertenti grazie ai demoni. Anche la lotta finale sinceramente sembra più una pantomima che una grande lotta del bene contro il male. Mi è piaciuta moltissimo Trinity perché, a differenza di Layla, è più intraprendente, più coraggiosa, determinata e quindi naturalmente rientra nel mio genere preferito di eroine. Il finale è abbastanza particolare e aspetto veramente con ansia, Novembre, per l’uscita del terzo ed ultimo capitolo. #bietolone finalmente avrà una gioia?



venerdì 30 luglio 2021

Giornata Internazionale dell’Amicizia: 3 libri che parlano di amicizia

 




Oggi si celebra l'International Day of Friendship e quale migliore occasione di preparare un post con le amiche blogger?

Ognuna di noi, oggi, vi consiglierà tre libri che trattano questo sentimento molto importante.

Librintavola

Libri al caffè

Letture a pois


La casa sul mare celeste di TJ Klune

Trama

Linus Baker è un assistente sociale impiegato al Dipartimento della Magia Minorile. Il compito che esegue con scrupolosa professionalità è assicurarsi che i bambini dotati di poteri magici, cresciuti in appositi istituti in modo da proteggere quelli "normali", siano ben accuditi. La vita di Linus è decisamente tranquilla, per non dire monotona: vive in una casetta solitaria in compagnia di una gatta schiva e dei suoi amati dischi in vinile. Tutto cambia quando, inaspettatamente, viene convocato nell'ufficio della Suprema Dirigenza. È stato scelto per un compito inconsueto e top secret: dovrà recarsi su un'isola remota, Marsyas, e stabilire se l'orfanotrofio diretto da un certo Arthur Parnassus abbia i requisiti per rimanere aperto. Appena mette piede sull'isola, Linus si rende conto che i sei bambini ospitati nella struttura sono molto diversi da tutti quelli di cui ha dovuto occuparsi in passato. Il più enigmatico tra gli abitanti di Marsyas è però Arthur Parnassus, che dietro ai modi affabili nasconde un terribile segreto. Un'incantevole storia d'amore ambientata in una realtà fantastica, meravigliosamente narrata, su cosa significhi accorgersi che, a volte, si può scegliere la vita che si vuole. E, se si è abbastanza fortunati, magari quella vita ci sceglie a sua volta.

Letto poco tempo fa, questo delizioso romanzo parla di un gruppo di orfani alquanto straordinari e con caratteristiche completamente differenti tra loro. Eppure tutte queste diversità non impedisce loro di essere grandi amici. Un vero esempio di come l’amicizia deve essere, al di là delle differenze che ci contraddistinguono.


Il talismano di Stephen King

Trama

Stupisce, ipnotizza, sgomenta e avvince, scrive il Publishers Weekly di questo romanzo di fantasia, avventura e terrore nato dalla collaborazione di due indiscussi maestri dell'horror. Un mondo misterioso e raccapricciante, celato in un'altra dimensione, è il luogo oscuro che un ragazzo deve attraversare nel suo viaggio terribile ed esaltante alla ricerca di un leggendario cristallo dotato di poteri magici.
L'eterna lotta tra il bene e il male si ripete in un agghiacciante parossismo di paura e tensione.

Questo è stato il primo romanzo che lessi del re. Lui ha l’abitudine di celebrare l’amicizia nelle sue storie. Un esempio in It, Stand by me, per nominarne qualcuno. Però il rapporto d'amicizia che ho amato di più tra tutti i protagonisti di Steven King è stato quello tra Jack Sawyer e Lupo. E stato emozionante vedere insieme questi due personaggi e osservare il sentimento vero e profondo che li lega fino al sacrificio.


Le ricette di “Una mamma per amica”


Ricette di ogni genere, dai drink di Emily Gilmore ai dolci di Sookie, dagli hamburger di Luke all'amato caffè di Lordai e Rory, uscite direttamente dalla serie cult in tutto il mondo. "Le ricette dì Una mamma per amica" è nato come un progetto finanziato online, e la raccolta di fondi è stata chiusa in meno di un mese.


Ecco, questo non è propriamente un romanzo e non l’ho neanche letto, ma è nella mia wishlist da tantissimo tempo. Ho amato molto la serie tv da cui prende spunto. Il rapporto tra Lorelei e Rory si basa, infatti, soprattutto sull'amicizia.  



E voi avete letto altri libri sull’amicizia da consigliarmi?



giovedì 29 luglio 2021

Recensione #686 Un tiro dritto al cuore (Game On 4) by Kristen Callihan

 


Un nuovo mese è terminato e io sto facendo il Countdown per le mie agognate ferie. Prima della pausa estiva di questa rubrica ideata da Chiara, vi lascio la mia recensione del libro scelto da Graziella. La sua recensione la trovate QUI.

Autrice: Kristen Callihan
Titolo: Un tiro dritto al cuore

Serie: Game on #4

Editore: Always Pubblishing
Data di pubblicazione: 30 luglio 2020
Pagine: 381

Trama

L’ ultimo posto in cui Finn Mannus, quarterback superstar dei New Orleans Saints, vorrebbe trovarsi è davanti a una macchina fotografica, nudo. Soprattutto se la fotografa dall’aspetto alternativo non si lascia impressionare neanche un po’ dal suo fascino e dalla sua spavalderia.
Ma Chess Copper è stata assunta dalla squadra per occuparsi degli scatti per un calendario di beneficenza, e il campione arrogante non ha altra scelta se non posare per lei.
Finn e Chess non potrebbero essere più diversi: come quarterback di una squadra famosa a livello mondiale, lui è abituato a vivere sotto i riflettori, mentre Chess ha sempre preferito rimanere dall’altra parte dell’obbiettivo. Eppure, insieme a una innegabile attrazione reciproca, dal quel servizio fotografico nasce un legame di amicizia inaspettato, perché Finn e Chess hanno in comune molto più di quanto sembra.
L’ unico ostacolo tra loro è un’attrazione bruciante da tenere a bada perché, anche se insieme sono opposti ma perfetti, entrambi cercano cose molto diverse nella vita…
La situazione si complica però quando l’appartamento di Chess va a fuoco e Finn interviene prontamente per aiutarla e le offre di stare in casa sua. Da coppia di amici improbabili, Finn e Chess si ritrovano ad essere due coinquilini complici, e i confini tra l’amicizia e qualcosa di più profondo si fanno sempre più confusi.
E se Finn avesse mentito a se stesso per tutto il tempo, e volesse che Chess diventi il suo tutto e non solo la sua coinquilina? Allora potrebbe rivelarsi difficile far capitolare la sua amica: Chess è una dura, abituata a ingannare il mondo per non esporre mai i suoi punti deboli.
Certo, Finn è un campione del football anche perché è incredibilmente abile nell’aggirare le difese dei suoi avversari… Ce la farà anche questa volta a guidare la sua linea d’attacco dritto al cuore di Chess?




La Callihan è una di quelle autrici che reputo tra le migliori per il genere sport romance.

Il romanzo si svolge in contemporanea con quello precedente Lo schema di gioco e ha per protagonisti, Chess la fotografa incaricata delle foto per il calendario di beneficenza e Finn uno dei giocatori presente nel calendario. I due si conoscono proprio in questa occasione e la scintilla scocca immediatamente.

Ho trovato entrambi i personaggi ben descritti e nelle mie corde. Mi è piaciuta moltissimo Chess con la sua indipendenza, con il suo carattere aperto e solare e ho apprezzato anche il suo rapporto di amicizia con James. Una relazione fatta di pura complicità e soprattutto lealtà.

Finn è tenero, pur essendo una montagna d’uomo. E' la prima impressione che mi ha trasmesso questo ragazzone tutto muscoli. Entrambi nascondono poi dei piccoli segreti che complicheranno loro relazione. Fattore che riscontro in molti di questi romanzi, ma che, se trattata bene, non mi infastidisce.

Tra i due c'è sicuramente un insta-love, però ho molto apprezzato come l'autrice ha fatto evolvere la loro storia. Com'è giusto che sia il rapporto si approfondisce piano piano e, da amici diventano complici e, in seguito, amanti.

La Callihan si conferma una delle mie autrici preferite anche se le devo farle un piccolo appunto... 366 pagine prima di poter vedere Drew??? Il mio adorato Drew è presente per mezza pagina! Lo so che non è lui il protagonista, però...

Spero che ci siano altri volumi, perché la storia di Ryder mi intriga moltissimo e anche quella di Rolondo.


La serie Game on è composta da:

1 La partita vincente

2 La regola dell'amico

3 Lo schema di gioco

4 Un tiro dritto al cuore










mercoledì 28 luglio 2021

Recensione #685 Il bacio della vita by Eva Carter

 


Buongiorno, anche oggi si parla amore difficile, complicato, con questo romanzo di Eva Carter. Ringrazio Ylenia per l’organizzazione e la casa editrice Mondadori per la copia digitale.


Autrice: Eva Carter

Titolo: Il bacio della vita

Editore: Mondadori

Pag:: 480

Data di pubblicazione: 6 luglio 2021

Trama

È quasi la mezzanotte che inaugura il nuovo millennio quando, durante una festa all'aperto, il cuore del diciottenne Joel Greenaway, astro nascente del calcio, si ferma. Kerry Smith, che sta per sostenere gli esami di ammissione alla facoltà di medicina, si accorge subito di quello che sta succedendo e reagisce prontamente. Per diciotto interminabili minuti esegue la rianimazione cardiopolmonare su Joel, la sua cotta del liceo, salvandogli la vita, mentre Tim, il miglior amico di Kerry, è troppo scioccato per rendersi utile. Anche se i tre ragazzi ancora non lo sanno, quei minuti sospesi tra la vita e la morte cambieranno le loro vite per sempre. Mentre ognuno dei tre lotterà per superare gli eventi di quel fatidico Capodanno, le loro strade continueranno a incrociarsi, e Joel, Kerry e Tim scopriranno cosa significa amare, perdonare, trovare il proprio posto nel mondo o semplicemente andare avanti e continuare a vivere. Strutturato in capitoli che ruotano intorno alla "catena della sopravvivenza" riconosciuta a livello internazionale – quattro semplici passaggi che consentono a chiunque di noi di aiutare a salvare una persona – "Il bacio della vita" è un romanzo emozionante, un mix tra "Un giorno" di David Nicholls e "Grey's Anatomy", una storia d'amore che mostra ai lettori che c'è più di un modo per salvare una vita e più di un percorso per dare un senso alla propria.




Vi è mai capitato di non amare i protagonisti di un romanzo che state leggendo, eppure di non riuscire comunque a staccarvi dalle sue pagine? Questo è quello che mi è successo durante la lettura.

Joel, poco prima dello scoccare della mezzanotte del nuovo millennio, si accascia al suolo mentre sta giocando a calcio. Kerry e Tim, studenti di medicina, accorrono subito in suo aiuto. La prima, senza esitazione, inizia a praticargli tutte le manovre necessarie a tenerlo in vita in attesa dei soccorsi; il secondo rimane paralizzato.

Come premesso, non ho provato grande simpatia per nessuno di loro.

Il più odioso è stato sicuramente Tim. Insicuro, approfittatore, debole, egoista. Non c’è stato un solo momento in cui io abbia apprezzato questo personaggio. Un ragazzo che non si fa scrupoli nell'approfittare dei sacrifici compiuti da Kerry per aiutarlo a realizzare il suo sogno di diventare medico. Non sono riuscita a trovare un solo lato positivo in questo soggetto. Inoltre non evolve mai in meglio.

È andata meglio con Joel. Anche lui commette molti errori, si piange addosso, compie scelte discutibili. Eppure, a un certo punto, prende in mano la sua vita e cresce, cambia, migliora. Diciamo che tra i tre è quello che ho gradito maggiormente.

Kerry... mai vista una persona così generosa, pronta a sacrificarsi per gli altri, buona. Qualità positive vero? Però vederla ridursi a zerbino di tutti, di Tim, di Joel, della madre di Tim, e ritenersi allo stesso tempo egoista, mi ha innervosito fin troppo. Accetta tutto con troppa rassegnazione.

Tuttavia, la penna della Carter è brillante, coinvolgente. Nonostante la mia antipatia verso i personaggi, ero costantemente stimolata nel voler leggere il romanzo. Molti temi importanti sono trattati in questo racconto, descritti in modo crudo, realistico, un aspetto che ho apprezzato tantissimo della storia.

Un’autrice che terrò d’occhio e di cui sicuramente vorrò leggere altre cose.


martedì 27 luglio 2021

Recensione #684 Volevo solo sfiorare il cielo by Silvia Ciompi

 


Anche questa rubrica in collaborazione con Chiara e Chicca si prende la solita pausa estiva e torna a settembre.

La parola di luglio è ESTATE.

Il libro a cui avevo pensato all'inizio non era questo, ma dopo aver conosciuto la storia di Lore e Clelia ho cambiato idea.

Ringrazio Chicca per avermi prestato il romanzo.


Autrice: Silvia Ciompi

Titolo: Volevo solo sfiorare il cielo

Editore: Sperling & Kupfer

Pag:: 432

Data di pubblicazione: 9 marzo 2021

Trama

Dopo la morte della madre Emma, Clelia ha smesso di vivere. Nasconde le cicatrici sotto il trucco pesante e le magliette scure troppo lunghe, con il silenzio unico compagno delle sue giornate, da cui la musica, tanto amata da Emma, è bandita. Il giorno del suo compleanno, quando la nonna le consegna la chiave di uno scantinato che le aveva comprato la madre per allestire una web radio, Clelia all'inizio non ne vuole sapere, poi la curiosità di scoprire il suo ultimo piano ha la meglio. Ed è proprio fuori dallo scantinato, sotto il sole cocente di giugno, che conosce Lorenzo, appena arrivato all'Isola d'Elba da Roma, con i suoi ricci ribelli, la faccia da schiaffi e un sorriso arrogante. Tra i due prima è guerra aperta, poi tregua armata, infine pace che assomiglia tanto all'amore. E all'improvviso, mentre l'estate infuria e l'afa diventa sempre più opprimente, Clelia non si nasconde più e la musica torna a fare da colonna sonora ai suoi giorni. Ma la ragazza non sa che Lorenzo è in fuga da tutto, soprattutto da se stesso, e si porta dentro un terribile dolore. Una volta che i segreti di entrambi verranno svelati, la loro storia sopravvivrà ai contraccolpi della vita? Dopo "Tutto il buio dei miei giorni" e "Tutto il mare è nei tuoi occhi", Silvia Ciompi ci consegna una nuova storia d'amore spaccacuore.




Nonostante la mia recensione esca dopo Tutto il buio dei miei giorni questo è il primo libro che leggo di Silvia. Ero pronta e preparata a soffrire visto l’avvertimento di Chicca che ho trovato all'interno del libro.

E in effetti ho sofferto davvero insieme a Lore' e Clelia a cui la vita aveva dato grandi mazzate. Loro rappresentano il perfetto esempio di soggetti veri, tridimensionali, realistici. Sono due diciottenni quando si incontrano, d'estate, sull'Isola d'Elba. Inizialmente neanche si sopportano. Piano piano, però, cominciano a instaurare un bellissimo rapporto d'amicizia. Una relazione che, naturalmente, si trasformerà in qualcosa di più profondo.

Il bello di questi due soggetti è come sono resi umani attraverso le descrizioni di Silvia. Commettono errori, sbagli che li fanno soffrire. Insieme a loro ho patito anche io. Ho apprezzato tanto come evolve il rapporto tra Lore' e Clelia nei confronti di Ahmed, compagno di scuola della giovane.

I personaggi secondari, come lo zio di Lore' e la nonna di Clelia, sono stati caratterizzati benissimo. Si percepisce perfettamente l'amore che provano verso i nipoti. Un sentimento descritto in maniera sublime dall'autrice.

Il papà Lore' è quello che ho apprezzato meno. Non sono riuscita a perdonare il suo comportamento nei riguardi del figlio e della moglie. Lo so che quello che la vita gli ha riservato non è una situazione semplice, ma non si è per nulla comportato da padre e da marito.

Sono rimasta incantata sia dallo stile narrativo che dalla caratterizzazione dei personaggi. Voglio leggere tutto quello che Silvia Ciompi ha scritto e che scriverà.




Come sempre vi lascio il calendario con gli altri blog coinvolti a luglio. Vi aspettiamo a settembre con la nuova parola che sarà...