lunedì 27 maggio 2019

Recensione #348 Oltre le leggi dell'attrazione Jay Crownover




Tu leggi? Io scelgo! #12

Per questo mese di maggio la rubrica ideata da Chiara e Rosaria mi “impone” di scegliere un libro dal blog della mia amica blogger “poco connessa” Libri al caffè. Visto che stavo già affrontando la serie dei Marked Men di Jay Crownover ho subito pensato all'ultimo capitolo.

Autrice: Jay Crownover
Titolo: Oltre le regole dell'attrazione
Serie: Marked Men #6
Editore: Newton Compton Editori
Data di pubblicazione: 14 luglio 2016
Pagine: 258

Trama
Quando ricomincia una nuova vita a Denver, Asa Cross deve scegliere: essere l’uomo che tutti si aspettano che sia o l’uomo che realmente è. Asa è consapevole che non potrà mai cambiare la sua natura di predatore, ma non vuole fare del male alle persone che ama e che si affidano a lui. In particolare non vuole deludere una poliziotta molto sensuale che pare interessata più a lui che al fatto che abbia infranto la legge… Royal Hastings ha rapidamente imparato il vero significato dell’espressione “toccare il fondo”, da quando una tragica situazione al lavoro minaccia non solo la sua carriera ma anche la vita del suo migliore amico e collega. Mentre cerca di rimettersi in piedi, però, non riesce a smettere di pensare al barista sexy che tempo prima ha arrestato. Una persona come lui è l’ultima cosa di cui avrebbe bisogno, ma resistergli è impossibile. Una coppia formata da un criminale di lunga data e una poliziotta sembra la cosa più sbagliata… ma per Asa e Royal, sbagliare insieme è l’unica scelta giusta…  



Dopo che questa serie mi ha accompagnato per svariati mesi mi sento un po' triste nel dover salutare i protagonisti che tanto ho amato.
Questa volta ho avuto la possibilità di conoscere meglio Asa, fratello di Ayden, e Royal, la poliziotta vicina di casa di Saint.
Asa mi ha incuriosito da subito e avevo grandi aspettative sulla sua storia.
Il libro, nel complesso, mi è piaciuto anche se ho trovato lente alcune parti. Tutto il monologo interiore dei personaggi sui loro dubbi, che so benissimo serve a dare rotondità alla loro psicologia, è stato in alcuni tratti pesante da leggere. Dall'altra parte ho sentito la mancanza di un maggior approfondimento del passato di Royal.
Ho apprezzato il rapporto che si sviluppa tra i due protagonisti. Royal aiuta Asa a superare il suo rammarico per le azioni sbagliate commesse nel passato e il ragazzo aiuta la poliziotta a guarire dai sensi di colpa per l'incidente occorso al suo collega Dom.
Ho poi amato l'epilogo con la presenza di tutti i vecchi protagonisti, a cui ha dato vita la Crownover, e osservare l'evoluzione delle loro vite.
Avevamo tutti dei segni, alcuni sul corpo, alcuni a livello emotivo, alcuni che non ci lasceranno mai, e molti di questi segni ce li eravamo procurati da soli mentre tentavamo di raggiungere il posto in cui avremmo dovuto essere. I nostri segni ci definivano, ci separavano, e ci avevano reso gli uomini che siamo oggi. Un fatto che nessuno di noi qui su questo altare poteva mettere in discussione era che il segno più importante, il segno più duraturo che tutti porteremo con noi, veniva dall'esserci innamorati delle donne straordinarie che avevamo di fronte.
Eravamo segnati ed eravamo stati segnati in modi indimenticabili e per sempre. Eravamo tutti degli uomini migliori per questo motivo. Uomini segnati. Nessuno di noi vorrebbe niente di diverso.
Trovo che questo sia un ottimo capitolo conclusivo per la serie. Visto, poi, che alcuni dei personaggi conosciuti qui daranno vita ad una serie spin-off non vedo l'ora di affrontare anche quella!


Al solito vi lascio il calendario con le altre blogger che hanno aderito questo mese.


19 commenti:

  1. Asa mi era piaciuto un sacco (su questo non avevi dubbi vero?)

    RispondiElimina
  2. Altra autrice che manca al mio palmares ahahhah
    Non credo ce la farò mai a recuperare tutte le mie lacune.
    Complimenti per la recensione.

    RispondiElimina
  3. la serie marked man della crownover è bellissima per gli amanti dei romance, lei poi scrive molto bene e sa coinvolgere il lettore. Asa lo scavezzacollo mi è piaciuto tantissimo e sapevo che sarebbe piaicuto anche a te!

    RispondiElimina
  4. E' una serie che non ho seguito, seppur sicuramente bella, non credo che ne comincerò una nuova!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero non hai letto niente della Crownover?

      Elimina
  5. Sono ferma al terzo capitolo della serie, ma apprezzo talmente la sua scrittura che i personaggi sono scolpiti a fuoco nella mia mente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente è bravissima a creare i personaggi

      Elimina
  6. Poco connessa a rapporto!!! Quest'ultimo libro della serie è uno dei miei preferiti!

    RispondiElimina
  7. Avevo letto il primo volume di questa serie, ma non mi colpì. Non ho proseguito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece io ho amato subito RUle e tutti gli altri personaggi :D

      Elimina
  8. La Crownover è una delle mie autrici preferite e la storia di Asa è una delle mie preferite!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso come te sulla Crownover anche se ho preferito Rule

      Elimina