venerdì 17 maggio 2019

Gruppo di lettura Rebel. La nuova alba – Capitoli 5 – 6


Buon venerdì lettori, ecco che finalmente affrontiamo l'ultimo capitolo della trilogia Fantasy Rebel of the Sands di Alwyn Hamilton che mi ha stupito per come è riuscita a catturarmi. Il fantasy, come ormai saprete, non è tra i miei preferiti.


Il primo e il secondo libro di questa serie mi hanno reso molto difficile rispettare le tappe. Ho alte aspettative anche per questo che chiude il tutto quindi, oltre l'azione che ha caratterizzato i precedenti volumi, voglio avere un finale degno di questo nome!

Titolo: Rebel – La nuova alba
Autore: Alwyn Hamilton
Serie: Rebel of the Sands #3
Pagine: 384
Editore: Giunti editore
Data di pubblicazione: 15 novembre 2017

Trama

Fuggendo dal suo sperduto paesino nel deserto, mai Amani avrebbe immaginato di unirsi a una ribellione e tanto meno di prenderne da sola il comando. Ma quando il sanguinario Sultano del Miraji imprigiona il Principe Ribelle nella mitica città di Eremot, non le rimane altra scelta. Armata solo della sua infallibile mira, della sua intelligenza e dei suoi poteri Demdji, Amani guida lo sparuto esercito dei ribelli in una missione attraverso le distese implacabili del deserto, per soccorrere i compagni. Ma quando vede proprio coloro che più ama mettere a repentaglio le proprie vite per affrontare Gul e soldati nemici, si chiede se davvero è lei la leader di cui hanno bisogno o se invece non li stia guidando tutti alla morte. Amore, vita, morte, queste le parole chiave delle scelte che la aspettano.

Capitoli 5 – 6
Cap. 5 - Leyla, la principessa traditrice, è ora nelle mani di Amani e dei Ribelli di Ahmed. Tutti insieme sono raggruppati nella Casa Nascosta, suddivisi in 4-5 per stanza. Il piccolo Fadi, orfano di Shira, è affidato alle cure di Sara. Amani riflette sulla sorte del bambino finita la guerra e ne è preoccupata. Hala,invece, è arrabbiata per la cattura di Leyla che dovrebbe trovare il modo per superare il muro di fuoco che protegge il Sultano. Avrebbe preferito una soluzione diversa...
«La prossima volta preferirei un regalo più prezioso, dopo tutti gli sforzi che ho fatto per farvi entrare nel palazzo. Ho un debole per i rubini, ad esempio. Ma potrei accontentarmi anche di qualche zaffiro...»
Curiosando tra le carte rubate, Jin viene a conoscenza di alcuni piani del fratello, come il fatto che sia al corrente che Lord Bilal, emiro di Iliaz, è disposto a tradire il Sultano. Non conosce, però, i termini dell'accordo proposto ai Ribelli. Scopre anche che il generale Hamad, padre di Shazad, è ricercato a causa del tradimento della ragazza.
Purtroppo Leyla si rivela un osso duro e neanche i poteri illusori di Hala riescono a far presa su di lei quindi ancora non sanno cosa fare contro questo muro di fuoco che li separa da Izman.
Improvvisamente si sente la voce del Sultano che parlando attraverso un Abdal proclama che concederà una ricompensa in oro pari al suo peso a chi consegnerà Leyla mentre ucciderà una ragazza per ogni giorno in cui la principessa rimarrà prigioniera dei Ribelli.
«Il mio messaggio è semplice: restituitemi mia figlia, oppure le vostre inizieranno a morire domani, al sorgere del sole. A voi la scelta.»
Amani si sente in colpa e le parole accusatorie di Leyla non fanno che rafforzare questo sentimento. Inoltre è titubante sulla decisione di tenere ancora prigioniera la principessa. Molte ragazze sarebbero morte se non riuscivano a farla parlare.
Jin e Amani rimasti soli in cucina si lasciano andare ad un momento di tenerezza ma arriva Hala...
«Credevo che le voci secondo le quali Sara gestisce un bordello qui dentro fossero false.»
Amani, Hala, Jin e i gemelli mettono in moto il cervello e ideano un piano per non consegnare Leyla e non far morire nessuna ragazza.
Tamid intanto sta studiando il libro scritto in antica lingua nella speranza di trovare un modo per liberare i Dijinni dal giogo del Sultano. Amani gli chiede di parlare con Leyla e dopo una lunga discussione il ragazzo accetta a patto di poter tornare a casa a Dustwalk per diventare Sacro Padre. Tamid comunque ha scoperto un particolare pericoloso per loro. Amani è così consapevole che...
«Se lo disattivo e rilascio l’energia di Fereshteh, credi che potrebbe distruggermi.»

Cap. 6 – Il piano di Amani prende il via e i Demdji si nascondo tra gli abitanti di Izman pronti a salvare le ragazze. L'ostacolo più grosso è rappresentato dagli Abdal che sembrano essere invincibili.
Il Sultano, come promesso, si presenta con la prima ragazza da sacrificare. Amani e i suoi compagni non riescono a evitarne la morte, come non riescono a scongiurare le altre. Rima, Ghada, Naima muoiono una dopo l'altra.
Il Bandito Dagli Occhi Blu si sente sempre più in colpa ma non vuole comunque rilasciare Leyla. Hala ha un'ottima idea.
«Non ho detto che dobbiamo riconsegnarla viva»
Jin non è d'accordo e si trovano in uno stallo. Nel frattempo Tamid potrebbe aver trovato un modo per far parlare la principessa. Leyla non avrà paura di morire però potrebbe averne di impazzire.
La minaccia sembra funzionare e Leyla rivela la presenza di gallerie sotterranee da cui sono stati fatti passare alcuni importanti personaggi. Purtroppo sono state murate. Il vero problema è che Amhed e gli altri Ribelli prigionieri sono stati portati a Eremot
dietro il Muro di Ashra, la grande barriera di fuoco che teneva lontana l’oscurità.
Parlando con la principessa, Amani viene a conoscenza del piano del Sultano che vuole liberare la Terribile Devastatrice di Mondi per ucciderla una volta per tutte e diventare un grande eroe.
Amani inizia a escogitare un nuovo piano.

Due capitoli molto preparatori in cui l'azione è messa in secondo piano. Non mi sono dispiaciuti perchè comunque hanno arricchito la trama con nuove spegiazioni sul mondo che circonda questi personaggi. Jin si è visto di più e speriamo non riparta per qualche altra missione; mi è mancata Shazad e voglio rivederla al più presto; Hala mi ha dato mollto da pensare sia in positivo che in negativo; Tamid forse si rende un briciolo utile stavolta.

Lascio il calendario con le varie tappe. Non perdetene neanche una.


Martedì prossimo sul blog di Francesca troverete i Capitoli dal 7 all'11.




16 commenti:

  1. tappe?? cosa sono queste sconosciute?? Scherzi a parte quest'ultimo libro è sullo stesso livello adrenalinico dei primi due… Tamid la lagna spero che serva a qualcosa non fosse altro che morire in modo spettacolare, e Leyla (non si può disonorare così il nome della principessa Leyla di guerre stellari!!) spero che faccia una brutta fine.. sono curiosissima..

    RispondiElimina
  2. Una buona partenza, anch'io ho avuto la tua stessa sensazione di leggere dei capitoli preparatori.chissà cos'avrà in mente la Hamilton

    RispondiElimina
  3. Io quella mocciosa della principessa la prenderei a randellate. Odiosa. In questi capitoli mostra la vera se stessa.
    Anche questa seconda tappa è molto bella e mi aspetto davvero tanto dal libro.

    RispondiElimina
  4. Tappa descrittiva è piena di notizie. Io Hala la capisco, davvero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io, Amani sta perdendo smalto e decisione.

      Elimina
  5. Capitoli difficili, il senso di colpa per quanto sta facendo il perfido Sultano è pesante, ed anche se lo sappiamo possibile è comunque complicato riuscire ad uscire dalla città e liberare Ahmed, Shazad e gli altri! Vedremo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti le cose si stanno facendo più complicate ma anche più interessanti

      Elimina
  6. Leggendo dell'idea del Sultano ho pensato: ecco la ca****a! Se le cose vanno come ci si immagina verrà fuori il finimondo. Fermate quel pazzo!
    Mamma mia che odio Leyla...Spero sia vicina agli Abdal quando li disattiveranno, almeno si rende utile in qualcosa. Però che pena...Amani rischia grosso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sultano è pazzo e pericoloso, Leyla una str...tta

      Elimina
  7. Questi capitoli sono decisamente preparatori e un pochino nella norma in un certo senso, ma ho come l'impressione che a breve sarà impossibile staccarsi dalle pagine!
    Il Sultano è pazzo, ma continuo ad apprezzarlo tantissimo. E a morte Leyla, non la sopporto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Sultano è un cattivo che mi piace, Leyla insopportabile. Infatti i successivi sono pieni d'azione e perdite :(

      Elimina
  8. Pian pianino sto recuperando! A Leyla come minimo farei fare la fine di quelle tre povere ragazze😪
    Al Sultano.... sto ancora decidendo!🤔

    RispondiElimina