giovedì 19 luglio 2018

Intervista con le vamp... blogger #21




Il 19 del mese, puntualissima, arriva la rubrica dove io e La lettrice sulle nuvole, vi parliamo del libro più votato da voi a Giugno. Anche questo mese il protagonista sarà un thriller. Una cosa inquietante mi è saltata agli occhi mentre preparavo il post. Esattamente un anno fa vi abbiamo parlato del volume precedente della stessa serie: Il giardino delle farfalle. Quel primo capitolo ci piacque molto e questo? Leggete la nostra intervista e lo saprete. Andate QUI per leggere il post di Chiara per conoscere anche la sua opinione.


Autrice: Dot Hutchinson
Titolo:
Il giardino delle rose
Serie: The collector #2
Editore: Newton Compton Editore
Data di pubblicazione: 24 maggio 2018
Pagine: 330

Trama
Sono passati quattro mesi dall’esplosione al Giardino, dove giovani donne chiamate “le farfalle” erano tenute prigioniere. Gli agenti dell’FBI devono ancora fare i conti con le conseguenze del tragico episodio, aiutando le sopravvissute a ricostruirsi una vita dopo il trauma. Con l’inverno che sta per volgere al termine, per le farfalle si prospettano giorni più lunghi e più caldi per riprendersi. Per gli agenti, invece, l’imminente arrivo della primavera viene annunciato da una scoperta raccapricciante, uno schema che si ripete: vengono ritrovate delle giovani donne morte,
sempre all’interno di una chiesa, con uno squarcio all’altezza della gola e il corpo interamente circondato da fiori. La sorella di Priya è stata una delle vittime, all’epoca dei fatti. Adesso Priya e sua madre vivono da fuggiasche, spostandosi di continuo alla ricerca di un nuovo inizio. Ma quando la ragazza finisce nel mirino del maniaco, il lavoro degli agenti per proteggerla diventa una drammatica corsa contro il tempo…





L'intervista

  1. A quale genere appartiene il libro?
Il romanzo dovrebbe essere un thriller...


  1. Cosa pensi dei protagonisti?
Non ho capito inizialmente chi fosse Priya, non la ricordavo tra le Farfalle, e non vedevo nessun collegamento con quella storia. Persino la squadra dell'FBI sembra una massa di incompetenti e senza la minima professionalità.

  1. Personaggio preferito?
Boh, qui non sono riuscita ad entrare in connessione con nessuno di loro. Forse il veterano, anche se mi è sembrato più buttato lì per dare ulteriori soggetti da sospettare.


  1. Personaggio più odiato?
Sono indecisa tra Priya e la madre.


  1. Che emozioni ti ha suscitato la lettura?
Noia, tanta noia, all'inizio e noia, tanta noia, alla fine.

  1. Punti di forza?
Ora ci penso eh...

  1. Punti deboli?
Molti! La lettura non mi ha trasmesso nessuna ansia, nessun sentimento di preoccupazione per la sorte dei personaggi o empatia verso gli stessi. Non succede nulla, cioè succedono varie cose ma niente che avesse la capacità di tenere desta la mia attenzione. Parliamo del killer? Sgamato appena viene nominato! Ma dai più prevedibile di così! Il finale luuuungooooo... Premetto che sono una che ama i finali che chiudono tutte le porte, ma qui ha chiuso porte che manco erano state aperte!


  1. Come hai trovato lo stile del/della scrittore/scrittrice?
Uhm... non malaccio. È la storia che non ha avuto nessuna attrattiva. Oltre che noiosa totalmente assurda e senza senso.

  1. E' facile entrare in empatia con il/la protagonista?
Per niente proprio.


  1. Quale aggettivo lo descrive meglio?
Noioso.



  1. A chi lo consigli?
Per chi vuole conoscere il dopo delle Farfalle o a chi ha problemi di sonno.


  1. Quante stelline gli dai?
Due, di cui una solo per la copertina.


  1. Cosa ne pensi della cover?
La cover mi piace moltissimo: la rosa rossa rinchiusa nel ghiaccio è bellissima. Anche qui non c'entra un tubo con il romanzo ma l'immagine in sé è molto bella.

  1. Citazione preferita?
Come hai fatto a ricostruire te stessa quando i pezzi che hai perso per sempre sono l’unica ragione per cui gli altri ti guardano?




Vi lascio, come sempre, il modulo per consigliarci il prossimo libro. Visto la nostra mania di accumulatrici questa volta le scelte sono ben sei! In più, dalla prossima volta, avremo con noi Manuela del blog Letture a pois.





Mi raccomando votate numerosi!





6 commenti:

  1. stessa opinione mia! Che peccato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già sembra un'altra autrice ad averlo scritto

      Elimina
  2. Finalmente dimostrate di volermi bene ahahahah
    Un libro bocciato ogni tanto ci vuole per farmi rilassare un po' ;-)
    Fortissima l'idea dell'intervista! Brave!

    RispondiElimina