* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * MERRY CHRISTMAS * * * * * * * * * * * * * * * * *

mercoledì 19 luglio 2017

Intervista con le vamp... blogger #9




Buon mercoledì oggi è il 19 per cui manca un mese esatto alle mie ferie. Non vi interessa? OK! Ma il 19 è anche l'appuntamento mensile con rubrica in collaborazione con La lettrice sulle nuvole che oggi vi svelerà cosa abbiamo pensato del thriller scelto da voi il mese scorso. Per conoscere l'opinione di Chiara cliccate QUI.


Autrice: Dot Hutchinson
Titolo: Il giardino delle farfalle
Serie: The collector
Editore: Newton Compton Editore
Data di pubblicazione: 15 giugno 2017
Pagine: 293

Trama
Vicino a una villa isolata c’è un bellissimo giardino dove è possibile trovare fiori lussureggianti, alberi che regalano un’ombra gentile e... una collezione di preziose “farfalle”: giovani donne rapite e tatuate in modo da farle assomigliare a dei veri lepidotteri. A guardia di questo posto da brividi c’è il Giardiniere, un uomo contorto, ossessionato dalla cattura e dalla conservazione dei suoi esemplari unici. Quando il giardino viene scoperto dalla polizia, una delle sopravvissute viene portata via per essere interrogata. Gli agenti dell’FBI Victor Hanoverian e Brandon Eddison hanno il compito di mettere insieme i pezzi di uno dei più complicati rompicapo della loro carriera. La ragazza, che si fa chiamare Maya, è ancora sotto shock e la sua testimonianza è ricca di episodi sconvolgenti al limite del credibile. Torture, ogni forma di crudeltà e privazione sembravano essere all’ordine del giorno in quella serra degli orrori, ma nella deposizione della giovane donna, che ha delle ali di farfalla tatuate sulla schiena, non mancano buchi e reticenze... Più Maya va avanti con il suo terrificante racconto, più Victor e Brandon si chiedono chi o cosa la ragazza stia cercando di nascondere...


Intervista

  1. A quale genere appartiene il libro?
Il libro è un thriller molto inquietante.

  1. Cosa pensi dei protagonisti?
Ho trovato tutti i soggetti della storia molto interessanti e sono contenta che si sia un secondo volume per reincontrarli ancora.


  1. Personaggio preferito?
Non so rispondere a questa domanda perché nessun soggetto mi ha colpito più degli altri. Forse il detectiv Victor Hanoverian che con la sua pazienza e comprensione riesce a far raccontare a Maya le terribili giornate trascorse nel Giardino.

  1. Personaggio più odiato?
Odiato è eccessivo, ma non sono riuscita a provare l'empatia che le terribili cose avvenute a Maya avrebbero dovuto creare in me. Il suo essere così fredda e insensibile non mi ha permesso di entrare in sintonia con lei.


  1. Che emozioni ti ha suscitato la lettura?
Inquietudine e morbosa curiosità su cosa fosse successo nel Giardino.


  1. Punti di forza?
La narrazione che mi ha introdotta lentamente e inesorabilmente nel Giardino insieme alle Farfalle.


  1. Punti deboli?
La protagonista Maya Non perchè non sia caratterizzata ottimamente, ma, come già detto, non sono riuscita a provare pena per lei. Dopo tutto quello che ha subito avrei dovuto essere dalla sua parte ma qualcosa proprio non mi ha fatto avvicinare a lei.


  1. Come hai trovato lo stile del/della scrittore/scrittrice?
Lo stile narrativo dell'autrice mi ha permesso di ripercorrere la storia di Maya incatenandomi alle pagine da subito e facendomi proseguire la lettura senza riuscire a staccarmi dalla storia.


  1. E' facile entrare in empatia con il/la protagonista?
Sì anche se non mi è risultata simpatica né all'inizo né alla fine. Una sensazione che non sono riuscita a spiegarmi per tutta la lettura.


  1. Quale aggettivo lo descrive meglio?
Inquietante


  1. Frase preferita
Questa volta ne ho scelte 2
  1. Leggere era stato una fuga quando ero stata più piccola, e anche se non avevo più qualcosa di particolare da cui fuggire, comunque mi piaceva.

  1. A me piacevano le favole. Non quella merda annacquata della Disney o le versioni addolcite di Perrault. Mi piacevano quelle vere, dove succedevano cose terribili a tutti e tu capivi che in realtà non erano fatte per i bambini». «Niente illusioni?», domanda Victor, e lei annuisce. «Esattamente».

  1. A chi lo consigli?
Sicuramente agli amanti dei thriller psicologici.


  1. Quante stelline gli dai?
Oscillo tra le 4 e le 4 e mezzo.


Ed eccoci alla parte che vi piace di più: il voto. Questa volta sono solo tre i libri tra cui dovete scegliere. Inoltre voglio avvertirvi che la rubrica uscirà il 18 agosto, causa partenza per le vacanze. Mia perché Chiara starà già in panciolle!





2 commenti:

  1. non hai odiato nessuno? Io ho odiato praticamente tutti ahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono riuscita ad odiare nessuno, cosa strana ma questi personaggi sono particolari.

      Elimina