sabato 23 dicembre 2017

Recensione #149 Quando nessuno ascolta by C.K. Harp


Autore: C. K. Harp
Titolo: Quando nessuno ascolta
Editore: Self
Data di pubblicazione: 16 ottobre 2017
Pagine: 411

Trama
Ci sono amori che il destino si diverte a dividere, ricongiungere e dividere ancora, come se dovessero dimostrare qualcosa, come se dovessero provare al mondo di essere davvero forti per poter esistere. Ne sa qualcosa Roger Wallace che, reduce dal dolore più grande della sua vita, non è riuscito ancora a dimenticare il suo vecchio amico Waylon nonostante siano trascorsi dodici anni dal loro addio. Amico è una parola che ha ostentato per anni, e con tutti, ma non la stessa che grida il cuore ogni volta che il pensiero torna a riaffacciarsi sulla loro relazione distrutta. Distrutta dal destino, dalle persone, dagli eventi…
Del resto Waylon Mars è un cantante country ormai sulla cresta dell’onda, circondato da fan adoranti e pronto a far furore a Nashville… Eppure è stato a lui che Roger ha pensato un attimo prima che la sua intera vita andasse in pezzi.
E se il suo non fosse un sentimento a senso unico? E se Waylon nascondesse una storia molto più complessa di quella che gli ha sempre raccontato?
Ogni capitolo della vita ha una propria canzone, ogni salto del cuore una nota da ricordare, e forse non è sempre necessario capire tutto per poter amare.













La prima cosa che mi viene da dire e che mi sono ripetuta spesso durante la lettura di questo ultimo libro di Harp è: caspita (anche se la parola non era proprio quella...) se sa scrivere! Non dovrebbe stupirmi più di tanto visto che adoro veramente ogni cosa sua che ho letto finora.
Roger e Waylon, i due protagonisti del romanzo, mi hanno fatto innamorare perdutamente di loro. L'amore che condividono, tormentato e straziante, ci viene narrato attraverso i punti di vista dei due personaggi, alternandosi tra passato e presente. Hanno sofferto tantissimo, vittime soprattutto dei pregiudizi.



Non mi era mai piaciuta la costrizione di dover mettere etichette laddove non ce n’erano. La personalità di un individuo era troppo vasta, così come il suo orientamento sessuale e tutto ciò che ne scaturiva, per poter essere catalogata in un compartimento a chiusura stagna. Semplicemente, era impossibile confinare l’universo infinito di possibilità che ognuno aveva, ma mi rendevo conto che per chi non provava le mie stesse pulsioni era un concetto difficile da capire.

I loro cuori sono a pezzi per come la vita li ha trattati e ho adorato il modo in cui si riavvicinano lentamente, cercando di riconquistare quel rapporto che avevano creato prima...


Il libro mi ha davvero catturata tanto che ogni volta che dovevo chiuderlo per tornare alle mie faccende quotidiane avevo bisogno di qualche attimo per capire dov'ero. Inoltre ha fatto uscire qualche lacrima a me che non sono solita piangere.
La storia, quindi, mi è piaciuta tutta, ma la parte che mi ha affascinato di più è quella dedicata dell'adolescenza di Roger e Waylon. Non avevo ancora avuto modo di leggere niente di Harp in questo genere e trovo che sia stato molto abile nel descrivere le sensazioni e i pensieri di ragazzi di quell'età. (So che sta pensando a un romanzo Young Adult da regalare ai suoi lettori e non vedo l'ora di poterlo aver tra le mani.)
Uno dei soggetti del libro che mi ha particolarmente incuriosito è Jimmy, il migliore amico di Roger, un personaggio meraviglioso di cui non mi dispiacerebbe (anzi VOGLIO leggere ancora).




4 commenti:

  1. Perché non c'è un mio commento sotto queste stupende parole? Perché sembra mi siano sfuggite? Eppure mi ricordo di aver provato una grandissima emozione nel leggerti... Internet trama contro di me! Grazie di cuore, Dolci, sono così contenta ti siano piaciuti i miei ragazzoni dolcissimi! Un bacio enorme. (Jimmy è fantastico :D )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Misteri di Internet che si mangia i commenti!

      Elimina
  2. Ho letto, anche se divorato è più appropriato, per la Challenge. Prima volta che leggessi questo autore/autrice e prima volta che leggessi un M/M. Sto preparando la recensione, ma non so da dove iniziare, pur avendo preso tre pagine di appunti. Mi ha conquistato la scrittura, da subito, mi hanno conquistato Roger e Waylon,mi ha conquistato la delicatezza con cui viene trattato questo amore così totalizzante! Grazie Dolci di avermi “obbligato” a leggerlo😍😍😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io sono felicissima che ti sia piaciuto!

      Elimina