martedì 26 giugno 2018

Recensione #215 Il veterano by Katy Regnery

Titolo: Il veterano
Autrice: katy Regnery
Serie: A modern fairytale #1
Casa editrice: Quixote Edizioni
Pagine: 358
Data di pubblicazione: 21 maggio 2018
Trama
Savannah Carmichael, tradita da una fonte inaffidabile che ha irrimediabilmente distrutto la sua carriera di giornalista, torna a Danvers, Virginia, la sua città natale.
L’opportunità di rimettere insieme i pezzi della sua carriera si presenta quando deve scrivere un pezzo di interesse patriottico e umanistico sull'eremita della cittadina, Asher Lee, un veterano ferito che è tornato a Danvers otto anni prima, e che nessuno ha più visto da allora.
Dopo l’esplosione di una bomba su strada in Afghanistan, che gli ha portato via una mano e sfigurato metà viso, Asher si ritira a vivere in tranquillità nella periferia di Danvers, dove i suoi concittadini hanno sempre rispettato la sua privacy... fino a quando Savannah Carmichael si presenta da lui con un piatto di brownie fatti in casa.
Emarginati nella piccola Danvers, Savannah e Asher creano subito un legame, toccando il cuore l’uno dell’altra in modi che nessuno dei due pensava possibile. Quando un terribile errore minaccia di separarli, dovranno decidere se l’amore che hanno trovato sia forte abbastanza da lottare per il loro lieto fine, conquistato a fatica.





Inizio subito con il ringraziare la Quixote per aver tradotto e portato tra le mie mani questo libro davvero meraviglioso. Dopo averne sentito parlare da alcune colleghe blogger in maniera entusiasta ho chiesto anche io la mia copia ACR e mi sono immersa in una storia che ha dei forti richiami con la favola della Bella e la Bestia.



Tenere a qualcuno significa
prendersene cura al meglio.
Sempre. Senza eccezioni.



Savannah, dopo aver perso il suo lavoro al prestigioso Sentinel di New York ha una seconda occasione. Deve scrivere un suo articolo su Asher Lee, veterano di guerra, e di come la città ha reagito al suo ritorno a casa sfigurato. Ben presto però il rapporto si fa più profondo e, da semplici amici, iniziano a divenire qualcosa di più.
Ho adorato come la loro relazione mi viene descritta e come evolve; ho adorato come Asher sia pieno di dubbi e paure eppure deciso a ritornare alla vita normale; ho adorato come Savannah “veda” le sue deformità.



Lo toccava profondamente il fatto che lei sembrasse non vedere le sue imperfezioni e deformità, o che vedesse al di là di esse o semplicemente le accettasse.



Ho amato anche i personaggi secondari: la signorina Potts sinceramente affezionata ad Asher; e Judy Carmichael madre di Savannah, anch'essa molto saggia e protettiva nei confronti della figlia. Entrambe le donne danno i giusti consigli alla coppia anche se ho trovato eccessivo paragonare le ferite ricevute dai due protagonisti.



Tu sei finito per farti esplodere la mano;
lei è finita per farsi licenziare
dal più prestigioso giornale del paese.
Tutti e due siete tornati a casa
per leccarvi le ferite.



A parte Lance, fratello del promesso sposo della sorellina di Savannah, che è un bastardo vigliacco, non ho apprezzato minimamente proprio lei, Scarlet. Nonostante dica di voler bene a Savannah, di fare tutto perché sia felice mi ha dato fastidio il suo egoismo. Oltre la scarsa fiducia nella sorella dopo “l'incidente” con Lance...



«Io non c’ero. Non ho visto quello che è successo, tesoro. Lance dice una cosa. Tu un’altra. Tutti e due eravate un po’ brilli e tutti e due vi siete ritrovati a sanguinare. Non possiamo lasciare semplicemente perdere? Anche se lui ci avesse provato, tu gli hai tirato un pugno, non è così? Sono sicura che abbia imparato la lezione. Lasciamo perdere.»



Ma stiamo scherzando? Mia sorella che non mi accorda piena fiducia?
Anche il modo di scuoterla dall'apatia dopo la rottura con Asher è segno evidente, per me, che pensi solo a se stessa.



«Tutta questa povera-me autocommiserazione sta un po’ stufando, Vanna. Lo so che stai soffrendo, ma devi fare la persona adulta e riprenderti. Per l’amor del cielo, mi sposo tra sei giorni.»
Assai differenti le parole di Judith atte ad ottenere lo stesso scopo.
Sua madre le mise una mano sulla guancia calda. «Stavo per dire: non ti sei commiserata abbastanza? Non pensi sia ora di capire come fare a riaverlo indietro?»

Niente, ai miei occhi, Scarlet non riesce a riscattarsi neanche alla fine.
Un romanzo davvero emozionante da cui ritornavo sempre con il pensiero. Avevo bisogno di sapere di più su Savannah e Asher. L'ho amato profondamente e ho già messo nella mia wish list di Amazon il cartaceo da poter stringere tra le mani.





7 commenti:

  1. lo voglio assolutamente leggere! sarà tra le mie letture estive sicuramente

    RispondiElimina
  2. Sono stra-felice che tu abbia adorato questo libro *-* Uno dei miei Best Book dell'anno, assolutamente. Neanche a me è piaciuta Scarlet, Lance poi non ne parliamo. Il peggio è che gente simile esiste davvero Y_Y

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sorella è odiosa ed egoista! Lance un bastardo!

      Elimina
  3. devo leggerlo? Perché io segno eh

    RispondiElimina