lunedì 5 febbraio 2018

Recensione #164 L'uomo giusto al numero sbagliato by Elle Casey


Libro letto per la Reading Challenge 2018 Tutti a Hogwarts con le tre Ciambelle. Gruppo Ballo del Ceppo. Obiettivo: Che faccia parte di una serie.





Ultimo recupero della mia Tbr estiva. Lo so che me la sono presa comoda, ma purtroppo altre letture hanno fatto in modo che questo romanzo si trascinasse per mesi. Fortunatamente rientrava in uno degli obiettivi della challenge a cui sto partecipando e mi sono decisa a leggerlo. 


Autrice: Elle Casey
Titolo: L'uomo giusto al numero sbagliato
Serie: The Bourbon Street Boys #1
Editore: Amazon Crossing
Data di pubblicazione: 2 febbraio 2017
Pagine: 366

Trama
Quando riceve un SMS anonimo che le chiede di raggiungerla in un bar malfamato nel centro di New Orleans, convinta che il mittente sia sua sorella e pensando che abbia perso la ragione, May Wexler decide di andare in suo soccorso. Perché Jenny dovrebbe trovarsi in un locale per motociclisti? E infatti Jenny non è in quel bar con i suoi bambini, e l’unica a finire nei guai è proprio May. Con le sue espadrillas rosa e l’amato Chihuahua nella borsetta, in quel postaccio salta all’occhio come un’insegna al neon. E quando qualcuno inizia a sparare, non ha altra scelta che seguire il massiccio uomo barbuto che sembra l’unico disposto ad aiutarla. May si ritrova così alla Bourbon Street Boys, l’agenzia di sicurezza privata gestita dal muscoloso Ozzie, che non solo le offre protezione (e anche un lavoro), ma senza barba si rivela un’eccitante distrazione. Presto May si renderà conto che il malvivente armato che la sta cercando non è il suo unico problema.
Un numero di telefono sbagliato l’ha messa in questo pasticcio… potrebbe averla condotta anche dall’uomo giusto?





La storia è un perfetto mix di divertimento, romanticismo e azione che mi ha fatto ridere più volte.
Pecca però sullo sviluppo della storia d'amore tra i protagonisti May e Ozzie. Avrei voluto maggiore interazione tra i due e, soprattutto, avere qualche notizia in più su Ozzie che è un personaggio davvero interessante. È misterioso e burbero il giusto e mi sarebbe piaciuto entrare nella sua testa magari con dei POV dedicati a lui. Cercando di essere intimidatorio anche con May, visto che è abituato alle persone che eseguono i suoi ordini senza discutere, si ritrova sempre a confrontarsi con questa ragazza impulsiva ed eccentrica. Ho adorato May, il suo vagabondare interiore, i suoi pensieri esilaranti e le situazioni, al limite dell'assurdo, in cui si infilava ogni volta. Mi è piaciuto anche il suo rapporto con Dev e di come lo sorprendesse ogni volta. Bellissimo vedere come la piccola May riuscisse a tenere testa a tutti. Un carattere deciso che aspettava solo di venire fuori. Goffa, piena di vita, senza paura che non sempre prende decisioni intelligenti ma riesce a cavarsela ogni volta.
Ottime anche le storie degli altri soggetti della squadra di Ozzie, della sorella della protagonista del romanzo, compresi naturalmente anche il mini-cane Felix e il maxi-cane Sahara. Troppo cucciolosi!
Lo stile narrativo e la trama sono leggeri e allegri e svolgono perfettamente il loro compito di intrattenimento. Non vedo l'ora di leggere il secondo libro, sperando di trovare un maggiore approfondimento di Ozzie.



10 commenti:

  1. Ciao bella, volevo avvisarti che ti ho nominata al Blogger Recognition Award; qui il post: http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2018/02/blogger-recognition-award-2018_5.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille passo appena possibile!

      Elimina
  2. Anch'io sono curiosa di leggere il secondo.
    Questo è stato carino e divertente ma concordo con te sulla pecca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unico difetto. Poteva essere un libro a 6 stelle

      Elimina
  3. Ciao Dolci! Questa è una delle serie romance che voglio recuperare al più presto, non vedo l'ora di conoscere meglio May e Ozzie *o*

    RispondiElimina
  4. non ce l'ho fatta, ho mollato il libro più o meno a metà (e mi sono sforzata per arrivarci), è troppo brutto, con una protagonista femminile a dir poco demente, un protagonista maschile inconsistente, una serie di comprimari del tutto assurdi e una trama che fa acqua da tutte le parti, sapevo già che era un libro "leggero" ma dopo tutte le recensioni positive che avevo letto sul fatto che fosse divertentissimo, frizzantissimo mi aspettavo di ritrovarmi con un bel sorriso dalla prima all'ultima pagina e invece l'unica cosa che mi sono ritrovata è stata con un gran sonno!!! vabbè pazienza andrà meglio la prossima volta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho apprezzato anche se ho letto che gli altri sono inferiori a questo.

      Elimina