sabato 24 febbraio 2018

Cosa vuoi che ti dica... #11



Buongiorno consueto appuntamento in compagnia delle mie fedelissime amiche blogger Librintavola Libri al caffè La lettrice sulle nuvole e della mia collaboratrice Manuela che vi parleremo del vincitore dello scorso sondaggio: Libro allegro come Arlecchino.


Ecco a voi le scelte del prossimo sondaggio a tema Tempo di Libri, visto che ci incontreremo tutte (si salvi chi può) a Milano il 9 e il 10 Marzo prossimi.



Potete sempre votare sia in alto a sinistra del blog che in paginaFacebook.
Potrete votare fino alle alle 23,59 del 6 marzo e il post con il vincitore lo troveretein via eccezionale venerdì 9 marzo.


Libro allegro e colorato come Arlecchino by Dolci


Sarah e David sono una giovane coppia in crisi: l’alchimia tra loro è andata scemando e il loro matrimonio rischia di andare in fumo. Da qui, la necessità di seguire una terapia di coppia… una costosa serie di sedute con la Dottoressa Kelly, che potrebbero essere l’unica ancora di salvezza per i due sposini. Un bel giorno, mentre si dirigono verso lo studio della psicoterapeuta, Sarah e David notano delle stranezza qua e là, la superstrada è deserta, la solita guardia di sicurezza di fronte all’edificio non c’è e il fatto che la Dr.ssa Kelly sta strappando la gola di un altro cliente…
Già da questo inzio di trama si comprende che la lettura sarà divertentissima. Infatti così è stato. Diciamo che la trilogia ha però perso un po' il lato ironico del primo volume ma si è comunque rivelata una lettura davvero piacevole.



Libro allegro e colorato come Arlecchino by Manuela


Il libro che scelgo in questa occasione è un romanzo frizzante e goloso, ambientato nella mia città Roma, che amo alla follia.
Tè nero, vaniglia e baci allo zenzero di Elisabetta Motta.
Il romanzo mette allegria, anche se non è “divertente” nel senso che non ti fa sorridere o ridere, ma è piacevole e godibile.
Quando ho visto il tema scelto mi è venuto subito in mente questo libro, forse per la copertina. In questo caso la copertina mette allegria ed è molto colorate e un po’ mi fa anche pensare al carnevale e alla golosità di questo periodo.
Il romanzo parla di una sala da tè e molto spesso leggendolo ho immaginato il profumo dei dolci e il chiacchiericcio allegro che in un posto di quel tipo si avverte. Inoltre mi ha fatto ricordare alle pause golose fatte prima del corso di aggiornamento. Solitamente prima di entrare a lezione, con una collega ci fermavamo in un locale molto a quello descritto nel romanzo. Era il nostro modo per regalarci un momento di coccole e chiacchiere.




Non fatevi scappare i post delle altre blogger per cui correte sui loro blog:


Link alle pagine Facebook delle altre blogger




7 commenti:

  1. oh santo cielo non ne conosco nessuno! che dite devo rimediare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piacciono gli zombie in veste ironica, devi!

      Elimina
  2. Dolci ho letto il primo e mi è piaciucchiato, solo tu potevi mettere gli zombie insieme alla parola colore! Però hai ragione
    Manu il libro non l'ho letto ma la copertina è azzeccatissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahhaha io gli zombie e il rosa...

      Elimina
    2. infatti la copertina è da arlecchino

      Elimina
  3. Manuela, la cover del tuo libro non solo mette allegria ma anche tanta fame!!!!!
    Mi sa che devo farci un pensierino ed anche a quelli proposti da Dolci!

    RispondiElimina