lunedì 22 luglio 2019

Recensione #374 Non ti lascerò by Chevy Stevens


 Libro letto per: Reading Challenge Dalle tre ciambelle Ristorante – Pizzeria
Tavolata La Paella della Bacci – 
BEVANDA: “Non ti lascerò” di Chevy Stevens



Autrice: Chevy Stevens
Titolo: Non ti lascerò
Editore: Fazi Editore
Data di pubblicazione: 18 aprile 2019
Pagine: 426

Trama
Un uomo molto attraente che ti porta in vacanza in un resort di lusso: il mare cristallino, la spiaggia bianchissima, un luogo paradisiaco. Un sogno, per Lindsey. Almeno in apparenza. Nella realtà, il matrimonio di Lindsey è un incubo. Andrew è un uomo morboso: qualunque gesto della moglie, anche involontario, può scatenare la sua rabbiosa gelosia e farlo diventare violento. Beve molto e ha minacciato di ucciderla, se scappa. Una notte, Lindsey riesce finalmente a fuggire portando con sé la figlia. Non torneranno più. Il marito verrà arrestato in seguito a un incidente e per lei e la bambina inizierà un periodo di pace. Undici anni dopo, Lindsey è una piccola imprenditrice, e la sua vita e quella della figlia adolescente scorrono tranquille in una nuova città. Lei frequenta un gruppo di sostegno e ha un nuovo fidanzato, Greg, che la ama più di quanto lo ami lei. Fino a quando Andrew non viene scarcerato e cominciano ad accadere cose strane, una serie di incidenti sempre più misteriosi.
Lei e Sophie sono nei guai o si sta solo suggestionando? È Andrew che vuole fargliela pagare per ogni giorno trascorso dietro le sbarre? È tornato per mantenere la sua promessa? D’altronde, chi altro potrebbe essere...?




Ho letto, qualche tempo fa, Scomparsa uno dei thriller psicologici più belli con cui ho avuto a che fare nella mia carriera di lettrice del genere. Quando ho saputo dell'uscita den nuovo libro di quella stessa autrice ho subito ordinato la copia cartacea. Il libro, però, sarebbe rimasto a prendere polvere se la challenge delle Ciambelle non me lo avesse assegnato come Bevanda.
Lindsey riesce a sfuggire alle angherie del marito violento quando questi viene arrestato per aver provocato la morte di una donna mentre guidava ubriaco. Dopo qualche anno viene scarcerato e alla donna iniziano a succedere cose molto strane.
La storia si sposta su due diversi archi temporali. Nel passato insieme a una giovane e innamorata Linsdey che scopre piano piano il mostro che si cela dietro il bell'aspetto del marito Andrew e nel presente con un a Lindsey ancora traumatizzata ma che cerca di vivere una vita normale con la figlia adolescente Sophie.
I personaggi sono stati descritti in maniera ottimale. Non mi è stato difficile provare le stesse paure della donna sia nel passato che nel presente. Nonostante ciò non sono riuscita a odiare del tutto Andrew. Ho visto in lui una forte voglia di cambiare. Non per questo accetto o perdono i suoi comportamenti passati.
Ho compreso benissimo anche le azioni di Sophie, grazie ai capitoli raccontati da lei stessa. Voleva tenere segreto il ritrovato rapporto con il padre sia per non far soffrire la madre che per capirlo a fondo anche lei.
Abilissima l'autrice a farmi sospettare d ogni presenza maschile che ruotava intorno alla protagonista.
Naturalmente il mio sospettato numero uno era troppo prevedibile eppure ho dubitato di lui fin quasi alla fine; l'altro che non mi convinceva del tutto era pure troppo palese, ma anche qui il dubbio è rimasto. Il vero artefice di tutto era nella mia rosa dei sospettati (vabbè avevo iniziato a sospettare anche di me...) però non per il motivo che credevo io. Lo so che questo pensiero è piuttosto contorto ma ho cercato di spiegare le mie sensazioni senza fare spoiler.
La suspense era, poi, presente in ogni pagina e i vari colpi di scena non mi hanno permesso di lasciare il libro fino alla fine. Dovevo sapere!
Come seconda esperienza con questa autrice devo dire che è andata benissimo e ho ritrovato uno stile che ha saputo coinvolgermi da subito.




10 commenti:

  1. Bellissima recensione Dolci!
    Non conosco questa autrice, ma il genere mi piace, per non parlare di questa casa editrice che adoro! In poche parole l'ho aggiunto alla mia wishlist :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggi anche Scomparsa della stessa autrice.

      Elimina
  2. I thriller psicologici non fanno per me, comunque ero curiosa della tua opinione, bella recensione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li adoro. La mia parte psicopatica ci va a nozze

      Elimina
  3. Interessante, bella recensione, prendo nota, grazie

    RispondiElimina
  4. anche a me è piaciuto un sacco e come te non ci ero arrivata subito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una cosa positiva in questo genere di libri

      Elimina
  5. Anche tu ad un certo punto hai sospettato anche del cane? Una geniaccia!
    Bacci

    RispondiElimina