martedì 16 luglio 2019

Recensione #371 Wounds: African Scars by Emma Altieri & Catherine BC



Buongiorno, oggi va on line la mia tappa del Review Tour dedicato al romanzo di due autrici italiane: Catherine BC e Emma Altieri. La prima ho già avuto modo di leggerla e apprezzarla mentre la seconda è una nuova scoperta.




Titolo: Wounds: African scars
Autrice: Emma Altieri & Catherine BC
Casa editrice: Self publishing
Pagine: 184
Data di pubblicazione: 29 giugno 2019
Trama
Ci sono vari tipi di ferite: quelle del corpo e quelle dell’animo. Il dottor Ross Powell, tormentato e introverso, timido e di poche parole è dedito alle prime, mentre l’eccentrica e spensierata Chloe, un ciclone d’irruenza e di entusiasmo, sembra essere la cura perfetta per quelle dell’altro tipo. Quando Ross sceglierà di partire con l’associazione dei Medici senza frontiere, Chloe lo seguirà, passando dalle scintillanti luci di Los Angeles ai tramonti infuocati dell’Africa, fino alle brutture del campo profughi di Dadaab. L’anima del continente nero li conquisterà, ammaliandoli. Il suo mistero, i colori, le tradizioni faranno loro scoprire la grandezza del sentimento che li lega. Amore, azione e magia tingeranno di calde striature l’orizzonte africano sul quale alla fine le ombre dei protagonisti sembreranno stagliarsi con infinita dolcezza.





Ross, un giovane medico decide di partire per il Kenia con l'associazione Medici Senza Frontiere pochi giorni dopo aver iniziato a frequentare Chloe, la ragazza tutto pepe che è anche un'eccentrica artista. Questi due personaggi sono già apparsi nel precedente libro delle due autrici (Scars: Frammenti di noi) che però non ho letto. Nessun problema perché questo è un racconto a sé stante e si può leggere benissimo da solo. (Anche se prima o poi lo recupererò)

La cosa che ho apprezzato maggiormente sono le descrizioni dell'Africa, un paese che mi affascina da quando ho conosciuto i romanzi di Wilbur Smith. Emma e Catherine sono state bravissime nel descriverne i paesaggi meravigliosi a tal punto che non era difficile immaginarmeli nella mente.

I personaggi mi sono piaciuti entrambi anche se completamente diversi tra loro.
Chloe è divertente, pazzerella e frizzante e si rivela la compagna perfetta per il bel dottorino. La ragazza arriva in Africa, per seguire Ross, indossando un paio di scarpe tacco 12. L'ho letteralmente adorata in questo frangente. Però rivela una determinazione e una freschezza che riesce a conquistare tutti mostrando il suo cuore grande e generoso. Non la solita svampita, insomma. Davvero un bel soggetto.
Ross è così dolce, con i suoi rossori e la sua timidezza, che mi ha conquistata nonostante non ami, di solito, questo tipo di personaggi. Mi ha dato l'impressione di essere un gentiluomo di altri tempi.
Il rapporto che si crea tra i due è molto realistico proprio per il loro completarsi a vicenda.
La trama dietro il Romance è basata su fatti realmente accaduti e le accurate ricerche delle due autrici hanno dato una profondità maggiore al tutto. Il loro stile è delicato e le descrizioni delle brutture della povertà, dei disagi che vivono ogni giorno i popoli africani non è per nulla pesante.
Lettura consigliatissima.



2 commenti:

  1. e perché io non conoscevo questo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh sai i dottori sono il mio pane quotidiano... però mai che ne capiti uno così :P

      Elimina