martedì 9 febbraio 2021

Recensione #606 Cyberpunk. Antologia assoluta William Gibson - Bruce Sterling - Neal Stephenson La matrice spezzata

 


Continuo, con mio grande piacere, a spuntare obiettivi librosi. Provare nuovi generi è tra questi e mi sono immersa in una tipologia di storie assolutamente nuova per me: il Cyberpunk.

Ringrazio Amarilli per l'organizzazione dell'evento e la casa editrice Mondadori per la copia digitale del romanzo.



Autori: William Gibson - Bruce Sterling - Neal Stephenson

Titolo: Cyperpunk Antologia assoluta

Editore: Mondadori Oscar Draghi

Pag:: 1368

Data di pubblicazione: 9 febbraio 2021

Trama

Cos'è il cyberpunk? Per scoprirlo, niente di meglio di questo volume che contiene i romanzi di culto dei tre più acclamati autori del genere ("Neuromante" di William Gibson, "Snow Crash" di Neal Stephenson e "La matrice spezzata" di Bruce Sterling) oltre alla più leggendaria antologia "Mirrorshades", vera pietra miliare nella storia della letteratura sci-fi. Il tutto accompagnato da una introduzione di Sterling.





Nell'ambito di questo evento io ho letto La matrice spezzata di Bruce Sterling. Proprio tramite le sue parole, nell'introduzione, apprendiamo che è uno dei suoi racconti preferiti.

Durante la mia adolescenza ho letto qualche libro di fantascienza, ma si possono contare sulle dita di una mano. Non posso, quindi, ritenermi un'esperta e, difatti, non conoscevo il sottogenere Cyberpunk. La prefazione, a cura proprio di questo autore, mi ha illuminata su alcune caratteristiche di questo filone narrativo.

Ammetto di aver trovato complicato l'inizio del romanzo. Il world building particolare e i termini futuristici, ad esso collegato, mi hanno spiazzata. Così ci ho messo un pochino a entrare in sintonia con il mondo creato da Sterling. Inizialmente avevo l'impressione di trovarmi in una storia distopica, poi è emersa la vera componente fantascientifica.

La popolazione della terra è stata costretta ad abbandonare il pianeta, ormai sfruttato fino all’osso. L'umanità, nel frattempo, si era scissa in Plasmatori e Mechanist instaurando un conflitto che durava da generazioni.

Il romanzo ha come protagonista Abelard Lindsay che accompagnano per quasi 200 anni in svariate avventure e su svariati pianeti.

Lindsay è un personaggio davvero molto interessante. Ho apprezzato tantissimo la sua inventiva che l’aiuta sempre a uscire vincente dalla situazione in cui si viene a trovare. e alcune sono veramente molto pericolose.

La trama, ricca di avventura, non è del tutto lineare e a volte mi sono sentita smarrita. Credo, però, di aver capito che è proprio una caratteristica di questo genere essere visionario e un po’ folle. Non mi è dispiaciuto, devo solo prenderci la mano.

Dopo di questo romanzo voglio, appunto, cimentarmi nella lettura dei racconti Mirrorshades contenuta in questo volume. Così, magari, riuscirò a comprendere in maniera più approfondita il genere cyberpunk.

Nel complesso il racconto che mi è stato affidato si è rivelato una bella avventura, sicuramente diversa dalle solite con cui mi diletto.

Ho trovato lo stile di Sterling alquanto strano e visionario, ma anche scorrevole. Un fattore che mi ha aiutato a proseguire la lettura soprattutto quando mi impantanavo in alcune delle scene più strane.


L'antologia è così composta:

Neuromantedi William Gibson

La matrice spezzata di Bruce Sterling

Mirrorshadesdi Autori vari

Snowcrash di Neal Stephenson






5 commenti:

  1. Sicuramente sono romanzi che richiedono impegno e concentrazione soprattutto se si pensa alla terminologia usata. Però non credi che siano degli autori davvero all'avanguardia? erano gli anno 80 e guarda un po' cosa hanno tirato fuori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordissimo con te, per essere romanzi degli anni ottanta sono originali e visionari

      Elimina
  2. come sono contenta che questo libro ti sia piaciuto, non vedo l'ora di leggerlo

    RispondiElimina