venerdì 22 maggio 2020

Recensione #494 The Red by Tiffany Reisz



Il sondaggio di Maggio ha visto vincitore Libro comprato in quarantena. Quindi per la rubrica mensile, in collaborazione con La lettrice sulle nuvole, vi propongo il mio pensiero sul nuovo libro di Tiffany Reisz, tradotto dalla Hope Edizioni.


Autrice: Tiffany Reisz
Titolo: The Red
Serie: The Red #1
Editore: Rizzoli
Pag:: 226
Data di pubblicazione: 3 aprile 2020
Trama

Non fare mai promesse che non intendi mantenere…
Mona Lisa St. James ha fatto una promessa solenne: salvare The Red, la galleria d’arte di sua madre, a qualsiasi costo.
Purtroppo, il nome della galleria non potrebbe essere più appropriato, non solo perché è dipinta di rosso, ma perché è in rosso.
Mona sa di non avere altra scelta che venderla, almeno fino a quando, dopo l’orario di chiusura, un uomo misterioso non fa il suo ingresso. Si tratta di un bellissimo inglese, estremamente seducente, che fa a Mona un’offerta che non può rifiutare: salverà The Red se lei acconsentirà a sottomettersi sessualmente a lui, per un anno.
Di certo, la madre di Mona non avrebbe voluto che lei si vendesse a un estraneo, però, la ragazza è intenzionata a fare qualunque cosa per mantenere la sua promessa... 



Ho iniziato la lettura di The Red consapevole di trovarmi alle prese con un romanzo altamente erotico. Avevo già avuto modo di leggere la serie “Original Sinner” e di averla amata alla follia. Quindi la mia mente era aperta e le aspettative altissime. Vediamo se la Reisz è riuscita a mantenerle.
Mona non riesce a sostenere le spese della sua galleria d'arte. Dal nulla appare Malcom, un uomo misterioso e facoltoso, che le promette di risolvere tutti i suoi problemi economici. In cambio vuole carta bianca con il suo corpo...
La trama è incentrata sul rapporto esclusivamente sensuale tra Mona e Malcom. Abbondano, per cui, le scene erotiche, scandalose e rozze descritte nei minimi dettagli. Confesso che, anche se ero preparata, o almeno credevo di esserlo, molte mi hanno sbalordita. Tuttavia penso che sia perfetto così. Non lo reputo un fattore negativo!
Ho trovato originale e creativo il modo in cui Malcom riesce a creare i magnifici scenari per i loro incontri. Infatti prende spunto da vari quadri che fa rivivere a Mona durante i loro amplessi. Evocativa la descrizione dei dipinti.
Ho amato anche il finale del tutto inaspettato.
Ancora una volta la Reisz è riuscita a catturarmi e trascinarmi in una lettura fuori dalla mia confort-zone.



15 commenti:

  1. questa autrice voglio leggerla da tempo, ho alcuni suoi libri a casa, tra cui questo e devo davvero trovare il tempo per farlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me meglio iniziare dalla serie Original Sinners

      Elimina
  2. Questo libro è in lista, devo solo trovare il momento giusto!!

    RispondiElimina
  3. Questa libro non mi ispira per niente, so che in tante lo avete amato ma decisamente non fa per me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deve piacerti il genere per poterlo apprezzare

      Elimina
  4. Mannaggia! *-* Lo bramo, questo libro ahahah Troppi pareri positivi per lasciarmelo sfuggire così XD

    RispondiElimina
  5. Ecco hai detto bene! Ho fatto una volta esperienza di Resiz, decisamente AL DI FUORI dalla mia zona confortevole, ed ancora devo riprendermi! Però ho promesso alla Comandante che tornerò a leggerla!

    RispondiElimina
  6. Mai letto nulla di questa autrice, magari proverò.

    RispondiElimina
  7. Ho sentito un sacco parlare della Reitz (bene, fra l'altro) ma non ho ancora mai letto nulla di suo. Se mai mi approccerò a lei però lo farò con questo titolo :)

    RispondiElimina