martedì 17 maggio 2022

Recensione #807 Il bambino silenzioso by Sarah A. Denzil

 


Mentre sfogliavo il catalogo Audible, in cerca del prossimo audiobook da ascoltare, sono incappata in questo libro che mi aveva incuriosita già prima della sua pubblicazione italiana. Infatti se ne parlò in uno degli incontri che la Newton teneva negli anni passati, a dicembre, nella sua sede romana.


Autrice: Sarah A. Denzil

Titolo: Il bambino silenzioso

Serie: Silent Child #1

Editore: Newton&Compton Editore

Data di pubblicazione: 29 gennaio 2018

Pagine: 347

Trama

Nell'estate del 2006, Emma Price assistette al ritrovamento del cappotto rosso del suo bambino di sei anni, lungo il fiume Ouse. Fu la tragica storia dell'anno: il piccolo Aiden era sparito da scuola durante una terribile alluvione, era caduto nel fiume e poi annegato. Il suo corpo non fu mai ritrovato. Dieci anni dopo, Emma è riuscita finalmente a riacquistare un po' di serenità. È sposata, incinta e le sembra di aver finalmente ripreso il controllo della sua vita quando... Aidan ritorna. Troppo traumatizzato per parlare, non risponde a nessuna delle infinite domande che gli vengono rivolte. Solo il suo corpo racconta la storia di una sparizione durata dieci lunghi anni. Una storia di ossa spezzate e ferite che testimoniano gli orrori che Aiden deve aver subito. Perché Aiden non è mai annegato: è stato rapito. Per recuperare il contatto con il figlio, ormai adolescente, Emma dovrà scoprire qualcosa sul mostro che glielo ha portato via. Ma chi, in una cittadina così piccola, sarebbe capace di un crimine tanto orrendo? È Aiden ad avere le risposte, ma ci sono cose troppo indicibili per essere pronunciate ad alta voce.




Avevo già avuto modo di leggere, anzi ascoltare, un altro thriller di questa autrice mi era piaciuto moltissimo. Inoltre la trama de Il bambino silenzioso mi ha fatto venire in mente un telefilm visto qualche anno fa in cui un bambino ritornava a casa dopo un certo periodo. Avevo amato quella serie.

Aiden, sei anni, scompare durante una tempesta. Di lui resta solo il cappottino rosso e viene dato per annegato. Dopo dieci anni, una telefonata stravolgerà la vita di Emma, sua madre.

 L'autrice parla attraverso il POV di Emma e riesce a crearne un ritratto oltremodo realistico. Mostra perfettamente tutto ciò che la donna ha provato quando è scomparso il bambino, il dolore e i sensi di colpa che, da allora, l'accompagnano in ogni attimo della sua vita. Ottima anche la descrizione dei sospetti che Emma inizia a nutrire per tutti quelli che la circondano.

In un romanzo del genere l'autore deve essere abile nel lanciare indizi che facciano sospettare di tutti. La Denzil, con me, c'è riuscita benissimo. Infatti quello che era il mio sospettato iniziale, pur non rivelandosi del tutto estraneo ai fatti, non era il vero responsabile del rapimento di Aiden. Il colpevole è riuscito a rimanere nell'ombra fino alla fine.

Verso la fine abbiamo anche un piccolo capitolo narrato attraverso il punto di vista di Aiden che mostra tutto quello che lui ha provato in quegli anni. Ho apprezzato conoscere anche i retroscena del rapimento, anzi è stato uno dei miei capitoli preferiti.

Lo stile della Denzil, complice la voce narrante, mi ha incantato dalla prima pagina. Io volevo solamente ascoltare l’audio book per capire cosa era successo in quel terribile giorno, per scoprire chi fosse stato e, soprattutto, sapere se Emma sarebbe riuscita a raggiungere di nuovo suo figlio. Penso che questa autrice di thriller possa rientrare tra le mie preferite e non vedo l’ora di poter trovare tempo e occasione per ascoltare altro. Naturalmente punto ad avere anche le copie cartacee dei suoi romanzi.


La serie Silent Child è composta da:

1 Il bambino silenzioso

1,5 Aiden's Story

2 La figlia silenziosa






5 commenti:

  1. Per quanto sia lontano dal mio genere sembra però una storia molto bella soprattutto per lo stile. Gli audiolibri devo provarli prima o poi

    RispondiElimina
  2. mi è piaciuta tanto la tua recensione e quasi quasi chissà, segno anche io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho scoperta per caso questa autrice e l'apprezzo a ogni suo scritto

      Elimina
  3. Anche io ce l’ho ad attendermi

    RispondiElimina