venerdì 27 maggio 2022

Recensione #811 Il testimone by Nora Roberts

 

Grazie ad Audible sto recuperando tanti romanzi di Nora Roberts, autrice che è stata molto presente nella mia vita di lettrice. Questa cosa mi rende molto felice, soprattutto quando ritrovo la mia Nora Roberts. Il testimone, infatti, rientra tra i suoi migliori scritti.


Autrice: Nora Roberts

Titolo: Il testimone

Editore: Fanucci Time Crime

Pag:: 564

Data di pubblicazione: 25 ottobre 2012

Trama

Chicago, 2000. La sedicenne Elizabeth Fitch è dotata di un'intelligenza superiore alla media e si attiene scrupolosamente alla rigida tabella di marcia ideata per lei dalla madre. Finché un giorno decide di trasgredire le regole: si ubriaca in un locale notturno e si lascia trascinare in una villa sulla Lake Shore da un seducente uomo dall'accento russo. Ma lì assiste a qualcosa che non doveva vedere e che cambierà radicalmente la sua vita. Arkansas, 2012. Abigail Lowery vive in una piccola città abbarbicata tra le montagne della regione degli Ozark. Nella sua casa tra i boschi, progetta sofisticati sistemi di sicurezza, e i suoi unici compagni sono un cane feroce e un vasto assortimento di armi da fuoco. Conduce un'esistenza appartata, parla poco e non racconta mai nulla di sé. La sola presenza che tollera è quella del commissario di polizia Brooks Gleason, affascinato dalla sua natura solitaria. Gleason è il solo che abbia intuito il bisogno di protezione di Abigail, anche se non immagina che le sue difese servano a nascondere una storia che un giorno, fatalmente, dovrà essere rivelata...




La vita di Elizabeth Fitch, giovane e geniale sedicenne è programmata fin nei minimi particolari. Non deve in nessun modo uscire dai binari che le ha imposto sua madre. Tutto sembra procedere per il meglio quando la ragazza, dopo l'ennesima delusione da parte della madre decide di non seguire le regole imposte. Un solo attimo di ribellione la metterà in una situazione terribile e sarà costretta a fuggire...

Ho iniziato a sentire questo audiolibro convinta che avrebbe occupato parecchi giorni. Sono più di 17 ore di ascolto! Invece mi sono innamorata immediatamente di Liz Ficht e ho impiegato ogni spazio libero con la sua storia. Complice anche la voce della narratrice che mi ha incatenata da subito. Negli audiolibri è essenziale instaurare un feeling con chi racconta.

Credo che Elizabeth/Abigail sia una delle protagoniste femminili migliori uscite dalla penna di questa prolifica autrice. È costretta a rimanere nascosta, a fuggire per più di dodici anni. Ha un carattere schietto, sincero, quasi scortese. Non sa minimamente relazionarsi con le altre persone e potrebbe risultare fredda e antipatica. Ma lei non vuole assolutamente affezionarsi a nessuno. Grazie alla sua intelligenza al di sopra della norma è riuscita a prendersi ottima cura di sé e non farsi mai scoprire.

 Ho trovato il coprotagonista maschile, Brooks Gleason veramente perfetto per lei. Non solo lui, ma anche tutta la sua famiglia, perché sono riusciti a vedere oltre l’apparente freddezza di Elizabeth. Sono riusciti a infilarsi, come un tornado, nella sua vita e nel suo cuore. Liz non ha potuto fare nulla per evitare che ciò accadesse. Inoltre hanno regalato un certo senso di freschezza alla sua esistenza.

 L’evoluzione della ragazza è qualcosa di emozionante. Vederla iniziare ad aprirsi, ad accettare di poter avere una vita stabile, di poter far parte di una vera famiglia era bello e straziante al tempo stesso. Con quella che non si è mai comportata da madre, che programmava le giornate della figlia come se fosse un robot. Tutto doveva seguire un iter specifico: i pasti, gli studi, il tempo libero, la palestra. Liz non aveva mai un momento libero o spensierato. C'è bisogno anche di qualche momento di futilità!

 La madre di Brooks è un personaggio esuberante, vitale, allegro. Proprio ciò che mancava a Elizabeth.

 Lo stile dell’autrice è quello che ricordavo e amavo perché capace di unire insieme dramma, suspense, romanticismo, azione. Un mix perfetto che solo lei sa creare. È stato un piacere ritrovare la scrittrice che mi aveva fatto innamorare dei libri.

 Non vedo l’ora di potermi dedicare a un altro suo romanzo.





1 commento:

  1. Bellissima recensione, Dolci. :) Adoro anch'io Nora Roberts, anche se non ho ancora letto questo libro.

    RispondiElimina