lunedì 21 maggio 2018

Il mio Salone del Libro Torino 2018 by Manuela





Ho sempre desiderato andare a Torino per il Salone del Libro… quest’anno ci sono riuscita!!! Certo è stata un’avventura riuscire a organizzare il tutto, ma ne è valsa la pena… sono stati due giorni fantastici! Ho condiviso viaggio, alloggio ed esperienza con una amica speciale, Elisabetta. Al termine dei due giorni di fiera e mentre affrontavamo un terrificante viaggio di ritorno sotto un diluvio che ricordava molto il diluvio universale, Elisabetta mi ha detto: “Ma il prossimo anno oltre Torino facciamo anche Milano, vero?”
Come sempre avevo preso visione del programma già diversi giorni prima dell’evento e avevo preparato il mio “piano di attacco”… perfetto, con tutti gli eventi incastrati alla perfezione e… e sabato non l’ho seguito per niente! Sabato mi sono ritrovata a vagare da uno stand a un altro, ho incontrato le mie amiche blogger Chiara, Azzurra, Rosaria, Tiziana, Lidia (in doppia veste autrice e blogger), Denise, Maria Cristina, Sara… ho sicuramente dimenticato qualcuna, ma a mia discolpa ho l’età avanzata e quindi la memoria è quella che è…
Sabato quindi, dopo l’incontro con l’editore Newton Compton della mattina, è stato un girare e curiosare e chiacchierare in generale, tranne poi mettermi in fila alle 15 per riuscire ad incontrare una delle mie scrittrici preferite Anna Premoli allo stand della Newton Compton editori. In tutto questo girare ho incontrato però le mie amiche e compagne di Casa “Serpeverde” della challenge Tutti a Hogwarts con le tre Ciambelle. Inoltre ero in contatto con Martin Rua… va bene lo ammetto lo ho un po’ perseguitato…ma veramente la sua trilogia mi è piaciuta tantissimo e ci tenevo ad avere il suo ultimo romanzo, L’ultimo libro del veggente, autografato. Anche lui sono riuscita a trovarlo e scambiarci due parole allo stand della Newton Compton. Sempre lì ho anche avuto modo di incontrare un’altra autrice che ho apprezzato tantissimo, Patrisha Mar. Lei mi ha fatto sognare con due suoi romanzi Il tempo delle seconde possibilità e La poesia dell’amore. Ho rivisto con piacere anche Alessandra Angelini, alla quale ho ricordato la mia avversione nei confronti di Julien, mentre lei ha risposto che dovrà farmi ricredere.
Domenica invece ci siamo dedicate alle presentazioni, certo ne ho potute seguire poche, perché ci aspettava il rientro a casa e Torino-Roma non è un viaggio da poco, specie quando il tempo è pessimo. Fortunatamente Elisabetta non si lascia spaventare dalle condizioni atmosferiche avverse!!!
Abbiamo aperto la giornata di domenica con una presentazione divertentissima, ma con tanti spunti di riflessione: Lit-blogger: utilità e rischi a cura di Le Mezzelane. Questo incontro è stato condotto da Gaia Conventi (blog: Giramenti) e Mario Borghi (blog: La Pubblica Bettola). Questi due autori e proprietari di blog hanno raccontato la loro esperienza e anche i loro “guai”.
Terminato il loro incontro ero indecisa se incontrare nuovamente Sara Rattaro o se scoprire una nuova autrice il cui libro mi incuriosiva già da un po’… ho scelto il nuovo e quindi mi sono recata alla presentazione del romanzo di Silvia Truzzi, Fai piano quando torni, Longanesi. Evento molto piacevole, tanto che sono ancora più convinta di leggere questo libro.
L’ultimo appuntamento seguito è stata la presentazione del romanzo di Ilaria Tuti, Fiori sopra l’inferno, Longanesi. Ho scelto di seguire questa presentazione proprio perché avevo appena letto il romanzo, la recensione era stata pubblicata sul blog proprio domenica mattina, quindi ero curiosa di vedere se avevo “percepito” tutti gli aspetti della storia del commissario Battaglia. Ascoltando l’autrice parlare sono entrata ancora una volta nelle atmosfere del libro.

E poi è arrivato il tempo di riprendere la macchina e invertire la rotta… Bellissima esperienza!!! Felice di essere stata a Torino, contenta di aver incontrato amiche e compagne di avventura, soddisfatta di aver partecipato ad incontri interessanti (pochi ma buoni!!!).



5 commenti:

  1. Ciao Manuela! Io sono riuscita ad andare a due edizioni del Salone e sono stata felice di andarci entrambe le volte :-) Felice che anche per te sia stata una bella esperienza!

    RispondiElimina
  2. è stata un'esperienza memorabile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Specie i 5 km a piedi per arrivare la mattina... ma anche per tornare al mio alloggio ahahah

      Elimina
  3. Che bell'esperienza!! Io quest'anno non sono riuscita ad andare! Anche se mi vergogno a dire che abito a 30 km di distanza :(

    RispondiElimina