domenica 17 ottobre 2021

Recensione #711 Non so perché ti amo by Mariana Zapata

 


Buongiorno per la rubrica mensile L’angolo 2.0, ideata da Chiara vi parlo di un nuovo audiolibro che mi ha fatto compagnia in questo periodo. La Zapata è un’autrice che vedo spesso in giro, ma che finora non avevo avuto modo di conoscere. Ho scoperto, su Audible, che erano presenti un paio di suoi lavori e ho scelto lo sport romance che mi piace molto come genere.


Titolo: Non so perché ti amo

Autrice: Mariana Zapata

Pagine: 544

Casa editrice: Newton & Compton Editori

Data di pubblicazione: 12 maggio 2019

Trama

Jasmine è una pattinatrice talentuosa, ma l’unico disposto a fare coppia con lei è Ivan, con cui non fa che litigare da anni
Jasmine Santos ha trascorso quasi tutta la sua vita sul ghiaccio: è una campionessa di pattinaggio in coppia. Ma ora che il suo partner l’ha scaricata, non ha molte opzioni: per quanto sia talentuosa, il suo caratteraccio è un vero ostacolo a trovare qualcuno disposto a fare coppia con lei. Forse è arrivato il momento di dire addio ai pattini? Quando il campione del mondo in carica, Ivan Lukov, le chiede di diventare la sua nuova partner, Jasmine sa che potrebbe essere un’occasione unica e irripetibile. Il problema è che lei e Ivan non si sopportano e non fanno che litigare da quando sono adolescenti. Se vogliono che la coppia funzioni, devono provare ad andare d’accordo… o almeno a cercare di non uccidersi durante gli allenamenti. Perché il pattinaggio è una questione di fiducia ed è impensabile vincere una gara senza fidarsi l’una dell’altro. Se Jasmine vuole davvero tornare in pista, dovrà rimettere tutto in discussione. Persino il suo odio per Ivan.




Ho apprezzato molto la storia che mi ha subito appassionato.

Jasmine Santos è una giovane pattinatrice che si vede costretta a lavorare in coppia con Ivan, famoso campione con cui, però, non è mai andata molto d’accordo.

Li ho trovati davvero entrambi ben caratterizzati e mi sono piaciuti parecchio. Il tutto è raccontato attraverso il POV di Jasmine, ma non mi è dispiaciuto, anche se amerò sempre i POV alternati.

Lo sviluppo del personaggio maschile non ha patito questo tipo di narrazione perché ho avuto modo di scoprire il vero Ivan esattamente come succede a Jasmine. Come lei l’ho apprezzato momento dopo momento. Davvero un bel soggetto maschile pur essendo molto lontano dalla mia tipologia preferita che è il Bad boy. È un uomo maturo, deciso, tranquillo e sicuro.

Al contrario Jasmine ha un bel caratterino, più spontanea e al tempo stesso più insicura. Ho adorato leggere alcuni episodi legati alla sua infanzia e raccontati dalla sua famiglia. Pure qui un bel gruppetto di soggetti alquanto interessanti con cui la ragazza ha un rapporto bellissimo. Tranne il padre che proprio non riesco a perdonare per il suo comportamento…

Mi è piaciuto parecchio come l’autrice ha deciso di far evolvere la relazione che nasce tra Jasmine e Ivan. Un ottimo Enemies to lovers.

Solo un piccolo appunto che è più una mia sensazione personale che non c’entra niente col modo in cui la Zapata ha descritto i personaggi. Avrei dato a entrambi 5 anni in meno per alcuni loro atteggiamenti e comportamenti. Ma, ripeto, è una mia sensazione personale.









11 commenti: