giovedì 2 febbraio 2017

Recensione #35 Non dirgli che ti manca by Alessandra Angelini

Autrice: Alessandra Angelini
Titolo: Non dirgli che ti manca
Editore: Newton & Compton Editori
Data di pubblicazione: 17 novembre 2016
Pagine: 398

Trama
Isabella è a pezzi. Deve vedersela con un padre di successo, per il quale non c’è un altro futuro possibile se non quello che lui stesso ha immaginato per la figlia. E come se non bastasse, il suo fidanzato, quello che secondo tutti era il ragazzo perfetto, la tradisce spezzandole il cuore. Così decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada e trasferirsi da Roma a Bologna per studiare. Ma la vita è sempre pronta a sorprenderti: nel caso di Isabella l’imprevisto si chiama Denis, tatuatissimo batterista dei Bad Attitude. In una notte che cambia tutto, Isabella infrange ogni regola. I due si imbarcano in una relazione turbolenta, fatta di lunghe separazioni, resa complicata dall’insofferenza del padre di lei e dalle insicurezze della ragazza. Nonostante le differenze sociali, quello che Denis e Isabella provano l’uno per l’altra è un sentimento insopprimibile, forte e delicato, violento e dolce allo stesso tempo, qualcosa che va oltre le regole, ma che non sembra destinato a finire, come quelle melodie che entrano nella testa e non se ne vanno più…







La fiducia è un dono prezioso che va guadagnato e ogni volta che qualcuno ti ferisce, è sempre più difficile concederla. È una forma di autodifesa, ti aspetti il peggio dagli altri e perdi quanto di buono c’è nella vita.

Isabella, protagonista e voce narrante del romanzo, è reduce da una cocente delusione d'amore: Il tradimento del suo ragazzo.
Denis è un giovane appassionato di musica che lotta per realizzare il suo sogno di diventare famoso.
L'incontro fortuito tra i due giovani in un locale li porterà a conoscersi e amarsi nonostante le mille difficoltà che dovranno affrontare.


Si può fare a meno di tante cose, ma non si può rinunciare al cuore, quello è essenziale per vivere.

Mi è piaciuto molto lo stile della scrittrice che ha reso la mia lettura davvero gradevole. Anche la storia è interessante e, per molti versi, originale. I due protagonisti sono descritti in maniera molto realistica. Lei, Isabella, cerca di riuscire a perseguire il suo sogno di una laurea in medicina, tutta da sola. Nonostante il padre le abbia tagliato i fondi, proprio a causa della sua relazione con Denis, non si piange addosso, anzi va subito a cercarsi un lavoro e un appartamentino in cui vivere. Ho apprezzato anche il fatto che non voglia approfittare di Denis, quando questi le propone di vivere a casa sua. Ha bisogno dei suoi tempi per poter capire di riuscire a farcela da sola.
Ho amato Denis, che non è il solito cattivo ragazzo, ma una persona che ha sofferto e lottato per ottenere quello che ha, spesso contro i pregiudizi della gente.

«Per te, invece, è diverso;
è come se ti nutrissi di musica».
«È il mio modo di esprimermi.
Attraverso la musica posso essere chiunque
e in ogni luogo, posso realizzare qualsiasi sogno».

Inoltre ho trovato perfetto il modo in cui Alessandra abbia gestito la relazione tra i due. Non ha affrettato i tempi e ha dato modo al sentimento di maturare e farsi più profondo. Isabella, dopo il tradimento, aveva perso la fiducia nel genere maschile, ed è normale che quando scopre il passato del ragazzo la sua fiducia abbia tentennato.

«Non ti è nemmeno passato per la testa di chiamarmi? Chiedere? Per chi mi hai preso?»

«Voglio starti vicino fino a star male, ma non riesco a dimostrarti quanto tengo a te».

Oltre Isabella e Denis, anche gli altri componenti della band sono davvero intriganti. Chissà se Alessandra abbia in mente di scrivere qualcosa su di loro? Eh, dai, ci farai un pensierino???

Una lettura davvero piacevole e avvincente che ha saputo catapultarmi nel mondo della musica. Complimenti all'autrice per questo buon romanzo d'esordio.


Nella vita si cresce, si cambia.

L’importante è non perdere la capacità di sognare, quel pizzico di follia che ti fa credere nell’impossibile, rendendoti un visionario agli occhi dei contemporanei, un genio per gli altri.



7 commenti:

  1. Che bella recensione, Dolci! :3 Il libro ce l'ho, non appena mi sento nel mood giusto, lo leggerò ^_^

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Grazie mille per la bella recensione <3
    Sugli altri componenti ho fatto più che un pensierino, a fine anno uscirà il prossimo libro! Spero vorrai leggerlo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosissima, lo leggerò sicuramente!!!

      Elimina
  4. anche a me piacerebbe sapere qualcosa anche degli altri membri della band...

    RispondiElimina