sabato 25 gennaio 2020

Cosa vuoi che ti dica... #49




Di nuovo di sabato arriva la rubrica quindicinale in collaborazione con Librintavola Libri al caffè La lettrice sulle nuvole e Letture a pois Il vincitore del sondaggio concusosi mercoledì è: Libro con neve in copertina
Prima di parlarvi del mio libro innevato ecco le nuove scelte tra cui potrete scegliere nei prossimi giorni.





Qui sotto il modulo per votare, senza dimenticare che si può farlo anche in pagina Facebook. Occasionalmente qualcuna di noi vi proporrà anche il sondaggio sul proprio profilo IG.
Ci farebbe piacere se ci seguiste anche lì!



Il sondaggio rimane aperto fino a mercoledì 6 febbraio e il post sarà sui nostri blog il 9 febbraio.

Libro con neve in copertina
Questa volta il libro che mi è subito venuto in mente è un romanzo che devo ancora leggere. Amo moltissimo lo stile e le storie della Armentrout però non sono riuscita a inserirlo in nessuna TBR. Sarà uno dei recuperi del 2020??? Speriamo!

Complice la neve di Jennifer L. Armentrout
Un amore silenzioso come la neve, travolgente come una tempesta…
Sydney e Kyler non potrebbero essere più diversi. Tanto lei è timida e insicura, quanto lui è estroverso e affascinante, abituato a cambiare ragazze come fossero calzini. Eppure, dal giorno in cui si sono incontrati, non si sono mai più separati. La loro amicizia è una certezza. Persino ora che sono all'ultimo anno di college, Sydney non potrebbe immaginare un futuro senza di lui. Ecco perché ha deciso di non confessargli il suo amore: è certa, infatti, che Kyle non ricambierà mai, e preferisce tacere piuttosto che rovinare il loro rapporto… Kyle conosce i suoi limiti. Perciò sa benissimo che Sydney è fuori dalla sua portata: troppo bella, troppo in gamba, troppo perbene. Meglio accontentarsi di essere suo amico, invece di rischiare confessandole i suoi sentimenti. Ma tutto cambia nel momento in cui vengono invitati in montagna da alcuni compagni di università. Non appena raggiungono il magnifico resort con vista sulle piste, una tempesta di neve blocca le strade e, prima che gli altri li possano raggiungere, loro si ritrovano soli, isolati dal resto del mondo. Riusciranno a cogliere l'occasione che il destino ha riservato loro o la paura li condannerà al silenzio?

Non fatevi scappare i post delle altre blogger per cui correte a leggere le scelte sui loro blog:


Link alle pagine Facebook delle altre blogger








venerdì 24 gennaio 2020

Cover Reveal Eternal night by Debora C. Țepeș




TITOLO: Eternal Night
AUTORE: Debora C. Țepeș
GENERE: Dark Romance
DATA PUBBLICAZIONE: 10 Febbraio
SINOSSI
Nadir
Nadir è solo un ragazzino quando è costretto a fuggire con suo fratello Quadir da una moschea in fiamme nella sua città, in Libano. Lì, tra le pietre divorate dall’esplosione, ha perso non solo i suoi genitori ma anche tutta la vita così come l’ha conosciuta sino a quel momento, e ha siglato un inconsapevole patto di sangue con la violenza, che d’ora in poi sarà il suo destino.



Adesso che è ormai un adulto, la vita di Nadir è scandita da violenza e aggressioni e dalle regole del clan che ha fondato con suo fratello e che gestisce scommesse clandestine, droghe di ogni genere e racket. La violenza è l’unico linguaggio che Nadir conosca, tutto ciò che ha portato con sé dalla sua terra e che l’ha seguito fino in Europa, dove si è rifugiato. Tuttavia, anche per lui esiste qualcosa di sacro e intoccabile: la famiglia, il bene supremo da proteggere. A ogni costo.



Layla
Layla non ama la compagnia della gente. Preferisce rinchiudersi nel suo mondo, cullata dalle note del pianoforte sul quale lascia scorrere le dita. A casa, Layla non ha nessuno che l’aspetti: d’altra parte, suo padre è il capo della squadra omicidi della polizia di Berlino e ha ben altro di cui occuparsi. Tuttavia ogni tanto, trascinata da un’amica, anche lei si concede una nottata diversa dal solito. Ed è così, durante una notte in una discoteca della capitale, che il destino di Layla prende una piega inaspettata. È lì, tra le luci stroboscopiche che l’accecano e la musica techno che l’assorda, che incontra Nadir e si perde nei suoi occhi color dell’ebano. Le loro orbite collidono e, da quel momento in poi, niente sarà più lo stesso. Lei cade nella trappola dell’oscuro sconosciuto arrivato dal Medio Oriente e lui crede di avere il potere in mano. Non l’ha scelta per caso: sa perfettamente chi sia e, soprattutto, quale ruolo ricopra suo padre. Rapirla e consegnarla a suo fratello Quadir è il suo unico scopo. Ma ciò che Nadir ancora non sa è che sarà lui stesso a cadere in una trappola dalla quale sarà impossibile fuggire: quella della passione.


In bilico tra la vita e la morte, costantemente sospesi tra la verità e la menzogna, il giusto e lo sbagliato, Nadir e Layla si lasciano travolgere in una spirale di attrazione incontrollabile. Ma può l’amore sopravvivere al richiamo irresistibile del sangue? Possono due anime perdute ritrovarsi al di là del bene e del male?

Cover reveal Abbi cura di me by Anna Loveangel




Autore: Anna Loveangel
Titolo: Abbi cura di me
Pagine: 200
Genere: contemporary romance
Formato: ebook, cartaceo
Prezzo ebook: 0.99
Prezzo cartaceo: da definire
Editore: Self publishing
Disponibile: Amazon e KU
Data pubblicazione: 28/01/2020


Sinossi:
E tu ci credi nelle favole? Credi in quelle storie che ti hanno accompagnato negli anni più belli della tua vita? Forse adesso non ci credi più, ma sappi che nel mondo esiste un luogo che è il contenitore, lo scrigno di tutte le favole più belle del mondo. Sappi che se un giorno andrai in quel luogo tutta la tua vita cambierà. E il tuo cuore imparerà ad amare in modo diverso.”
Luce quelle parole le ricordava sempre, erano il pensiero più reale che aveva di sua madre. Un ricordo che era diventato di vitale importanza, a tal punto di visitare quel luogo: Disneyland almeno una volta all’anno. A tal punto da voler lavorare lì.
I colloqui iniziali erano stati un gioco, poi il sì, ed era partita la sfida con se stessa. Ce l’avrebbe fatta? Quel sogno sarebbe diventato suo?
Disneyland era il luogo dove tutto diventava possibile. I sorrisi, le persone, la gioia. E lei ci era riuscita, era parte di quel luogo, parte integrante dei sorrisi dei bambini.
Lei una principessa e lui un principe nel lavoro, ma non nella vita. Etienne era un tipo strano, che non si legava e non parlava molto di sé. Un po’ folle, fuori di testa e portatore sano di sorrisi. Lui che aveva avuto un passato burrascoso, lui che non conosceva la parola amore, conosceva l’amore per Disneyland Paris. Ma quando incontrò quella principessa, l’asse terrestre si spostò e qualcosa cambiò, inevitabilmente.
Luce ed Etienne due cuori spezzati da una vita, un luogo e un lavoro in comune e… qualcosa che solo una favola può raccontare.


martedì 21 gennaio 2020

Recensione #449 La ragazza della panchina rossa by Simona Liubicich



Autrice: Simona Liubicich
Titolo: La ragazza della panchina rossa
Editore: Self publishing
Pag:: 145
Data di pubblicazione: 13 dicembre 2019
Trama
È un tardo pomeriggio di dicembre quando Marcus Walker, brillante avvocato di New York — in crisi per una mancata promozione e l’immediato abbandono da parte della sua ragazza — corre attraverso Central Park per scaricare la tensione. Inciampando sul terreno sconnesso, cade a terra e viene soccorso da una giovane che immediatamente lo colpisce per i suoi modi gentili, il viso dolcissimo e la bellezza, oltre che fisica, interiore. Ma Candy Patel è una commessa, lavora presso Macy's, il più famoso mole della Grande Mela. Non è povera, ma ha abbandonato gli studi dopo il liceo e porta con sé un segreto che, nonostante l’attrazione provata per Marcus, si vergogna di rivelare. Inevitabile e contro ogni etichetta, l’amore sboccia tra i due giovani, ma cattiverie e invidie li metteranno a dura prova, rischiando il completo allontanamento. Riuscirà la magia del Natale a compiere un miracolo in un mondo dove le favole non esistono più?




Anche se il Natale è passato da qualche giorno, la sua magia si percepisce ancora nell'aria. Questo breve romanzo ne è la prova.
Marcus Walker, stimato avvocato di New York, sta facendo jogging a Central Park quando inciampa e cade ai piedi di una bellissima ragazza. Candy Patel lo soccorre e l'uomo, non essendosi fatto nulla, se ne va. Il suo pensiero, però, continua a tornare dalla misteriosa ragazza.
L'atmosfera natalizia è magica a New York e Simona riesce a riportarla perfettamente, con la sua penna, nelle pagine del libro.
Anche la storia raccontata è perfetta per il periodo. Marcus e Candy mi sono piaciuti moltissimo e li ho trovati ben caratterizzati. Il loro rapporto segue i giusti tempi. Fattore che apprezzo nelle storie d'amore.
Ho odiato visceralmente Alannah, ex compagna di Marcus, e Lee, l'uomo che stalkera Candy. Il mio disprezzo maggiore è, però, andato a Sasha, amica della protagonista. L'amicizia è un sentimento che merita sempre sincerità e comprensione, non invidia e colpi alle spalle!
Ottimo il modo in cui viene trattato lo stalking di cui è vittima Candy. Tuttavia io, nei panni della ragazza, avrei subito bloccato il numero di Lee e fatto un bell'esposto alle autorità.
Lo stile dell'autrice è fluido e curato. Simona si rivela una bellissima conferma nel mondo delle scrittrici italiane.



lunedì 20 gennaio 2020

Recensione #448 Nei tuoi occhi il mio riflesso by Benedetta Cipriano




Questa volta leggo #22



Il tema di gennaio della rubrica in collaborazione con La lettrice sulle nuvole è: Libro ricevuto a Natale e tanto desiderato. Uno dei libri che più aspettavo e che mi è stato regalato, in formato digitale, dall'autrice è questo di cui vi parlo oggi.


Autrice: Benedetta Cipriano
Titolo: Nei tuoi occhi il mio riflesso
Editore: Self Publishing
Pag:: 279
Data di pubblicazione: 12 dicembre 2019
Trama
Lei ha il nome della pioggia.
Di quella pioggia che tranquillizza il mio respiro nelle notti insonni.
Come pioggia silenziosa batte sui vetri della mia anima colmando le crepe con la leggerezza dell’acqua, che tutto riempie, perfino i vuoti.
Si è abbattuta su di me come un temporale in pieno agosto,
mi ha spogliato di ogni sicurezza e ha scavato a fondo alla ricerca di un’anima stanca che preferiva starsene nel silenzio rassicurante di un petto senza battiti.
Con la sua fragilità e il suo cuore andato in pezzi ha distrutto le mie barriere e ha lasciato che il mio dolore si fondesse con il suo.
Mi ha conquistato con la sua malinconia, i suoi fallimenti, le sue ferite e le sue lacrime nascoste negli occhi.
Perché i suoi sono occhi magnetici e distrutti, sono occhi che celano tormenti e storie.
Occhi dai quali non posso fuggire.
Eppure da quegli occhi proverò a nascondermi.
Perché il mio cuore sta andando lentamente in pezzi.
Perché ho al centro del petto una ferita che non potrà rimarginarsi.
Perché la vita mi ha colpito, distrutto, deteriorato.
Perché sto colando a picco verso il centro di un abisso.
Un abisso nel quale non posso trascinarla.
Eppure continuo a desiderarla, perché lei è la luce che illumina il buio pesto della mia anima.
Lei è la pioggia che spegne gli incendi e leviga le ferite.
Lei è il coraggio, la passione, la forza.
L’unica persona alla quale non riesco a resistere.
Perché Amaya Evans è entrata senza bussare e si è presa un posto:
quello al centro del mio cuore.




Benedetta è una scrittrice italiana che seguo con piacere dal suo esordio. Ogni sua storia è stata capace di emozionarmi, ma con questa si è sicuramente superata.

Lucas e Amaya, i due protagonisti del romanzo, sono fantastici e non ho potuto fare a meno di adorarli.
Cosa strana per i miei soliti gusti ho amato di più il soggetto femminile. Amaya, questa dolce e forte ragazza che ha rinunciato al suo sogno per non pesare eccessivamente sull'economia familiare dopo la morte dell'amato padre. Quello che mi è piaciuto di lei è che non sta lì a lagnarsi. Sì il suo sogno è sempre presente nel suo cuore, ma ha preso una decisione e la porta comunque avanti.
Lucas è un uomo realizzato nel suo lavoro. Sembra anche apparentemente forte, ma nasconde un doloroso segreto. La madre, che a causa di una malattia degenerativa, non è sempre “cosciente”. Questa cosa lo fa soffrire immensamente e non riesce ad accettarla del tutto. In questo mi ha fatto davvero molta tenerezza e posso capirlo visto che ho vissuto una situazione simile. Però, a volte, ci sarebbe stato da sbatterlo al muro per certi suoi atteggiamenti nei confronti di Amaya. Un'altra cosa che non mi piaceva di lui è il suo usare il termine vezzeggiativo “bambina” nei confronti di Amaya. Ma qui è una cosa mia che odio quel termine.
Insieme sono meravigliosi, nonostante i vari alti e bassi del loro rapporto. Due anime ferite che sono il balsamo uno dell'altra.
Benedetta non mi ha delusa neanche stavolta, anzi si è superata per l'intensità delle emozioni che mi ha fatto provare.



Come sempre vi lascio il calendario per curiosare nei vari blog partecipanti a gennaio.




domenica 19 gennaio 2020

Intervista con le vamp... blogger #39



Buona domenica, lettori.
Oggi io e le mie solite compagne d'avventura Chiara, Chicca ed Erica, vi daremo le nostre opinioni su un libro molto discusso alla sua uscita. Avremo provato le stesse sensazioni? Cliccate sui nomi delle altre blogger per conoscere la loro pensiero.


Autrice: Angie Thomas
Titolo: The hate U give
Editore: Giunti
Pag:: 416
Data di pubblicazione: 30 agosto 2017
Trama
Starr si muove tra due mondi: abita in un quartiere di colore dove imperversano le gang ma frequenta una scuola prestigiosa, soprattutto per volere della madre, determinata a costruire un futuro migliore per i suoi figli. Vive quasi una doppia vita, a metà tra gli amici di infanzia e i nuovi compagni. Questo fragile equilibrio va in frantumi quando Starr assiste all'uccisione di Khalil, il suo migliore amico, per mano della polizia. Ed era disarmato. Il caso conquista le prime pagine dei giornali. C'è chi pensa che Khalil fosse un poco di buono, perfino uno spacciatore, il membro di una gang e che, in fin dei conti, se lo sia meritato. Quando appare chiaro che la polizia non ha alcun interesse a chiarire l'episodio, la protesta scende in strada e il quartiere di Starr si trasforma in teatro di guerriglia. C'è una cosa che tutti vogliono sapere: cos'è successo davvero quella notte? Ma l'unica che possa dare una risposta è Starr. Quello che dirà - o non dirà - può distruggere la sua comunità. Può mettere in pericolo la sua stessa vita.

L'intervista

  1. A quale genere appartiene il libro?
Il romanzo è sicuramente uno Young Adult vista l'età dei personaggi. Tratta comunque delle tematiche importanti.
  1. Cosa pensi dei protagonisti?
La scelta di usare dei soggetti così giovani mi è piaciuta molto. Trovo anche che siano stati ben sviluppati però si poteva fare di meglio. Le basi su cui lavorare erano davvero interessanti.
  1. Personaggio preferito?
Mi trovo in difficoltà nello scegliere. Tutti sono molto particolari e interessanti. Tuttavia nessuno ha spiccato più degli altri.
  1. Personaggio più odiato?
Sarei tentata di dire King, il capo della malavita del quartiere, ma la Thomas non l'ha approfondito a dovere. Un altro che poteva essere tra i più odiati è il poliziotto che ha sparato a Khalil, però lo si vede sono nelle prime pagine. Ricorre di nuovo la pecca del poco sviluppo dei personaggi.
  1. Che emozioni ti ha suscitato la lettura?
Rabbia per come vengono trattai i neri nel libro e in generale e rabbia per come viene risolta la questione poliziotto.
  1. Punti di forza?
La scrittura della Thomas è piacevole, ben curata. Le tematiche trattate importanti e non sottovalutate. Il rapporto familiare tra i vari soggetti pur se non imparentati completamente.
  1. Punti deboli?
Ne ho riscontrati diversi purtroppo. Nonostante lo stile dell'autrice sia scorrevole non è riuscita comunque ad appassionarmi e non sentivo la voglia di proseguire con la storia. La faccenda Khalil meritava maggiore profondità. Meno pagine alla vita sociale di Starr, anche se erano necesserie a mostrare la diversità dei suoi due mondi, non sarebbe stato male.
  1. Come hai trovato lo stile degli autori?
Mi devo ripetere: scorrevole ma non coinvolgente. Ho avuto la sensazione di osservare gli avvenimenti attraverso un vetro.
  1. E' facile entrare in empatia con il/la protagonista?
Non del tutto.
  1. Quale aggettivo descrive meglio il libro?
Occasione sprecata.
  1. A chi lo consigli?
Data la tematica trattata penso possa essere una buona lettura per ragazzi. A chi legge con piacere i romanzi Young Adult.
  1. Quante stelline gli dai?
Oscillo tra le tre e mezzo e le quattro stelle.
  1. Cosa ne pensi della cover?
Mi piace e penso sia rappresentativa per il libro.
  1. Citazione preferita?
A volte si fa tutto nel modo giusto e va male lo stesso. L'importante è non smettere mai di fare la cosa giusta.”
Loro” con la L maiuscola. Ci sono Loro e ci siamo Noi. A volte Loro ci assomigliano e non si rendono conto di essere Noi.
Qui sotto il nuovo modulo per scegliere la lettura di gennaio.






Sono curiosa di scoprire quale tra questi vi stuzzicherà di più!



venerdì 17 gennaio 2020

Recensione #447 Lussuria by Jennifer Miller



Angolo vintage 2.0 #14

Il fine settimana è alle porte e prevedo di dedicare il mio tempo alla lettura, ma veniamo al libro di cui vi parlo oggi. Non è per nulla un vecchio romanzo impolverato e allora perché l'ho inserito nella rubrica creata da La lettrice sulle nuvole? Avrei voluto leggere questo libro immediatamente per cui, per me, è passato anche troppo tempo! Perdonami Chiara se sono andata fuori tema.

Autrice: Jennifer Miller
Titolo: Lussuria
Serie: Deadly Sins #3
Editore: Hope Edizioni
Pag:: 260
Data di pubblicazione: 2 aprile 2019
Trama

Mi chiamano Ryder “Casanova” King perché ho trasformato la seduzione in una forma d’arte, fuori e dentro l’ottagono. Mi basta un sorriso e le donne cadono tutte ai miei piedi. Però ho imparato che è pericoloso lasciarsi coinvolgere, perché può farti a pezzi il cuore.
Poi è arrivata Tessa Jameson. Ho vissuto con lei un momento di pura lussuria e ora voglio di più, anche se non sembra interessata. Pensa che gli uomini vogliano solo sesso, ma io sono determinato a dimostrarle che si sbaglia, e non importa quanto sarà difficile. So di aver incontrato quella giusta e sarà mia.
Il desiderio dell’amore è di dare; il desiderio della lussuria è di prendere.
Due persone ferite che hanno deciso di non mettersi più in gioco, possono essere disposte a cambiare? Ad amare di nuovo?





Protagonisti di questo terzo capitolo della serie Sport Romance Deadly Sins sono Ryder e Tessa.
Il primo è uno dei lottatori MMA, che frequenta la palestra di Jackson, conosciuto con il nome di Ryder Casanova King proprio per la sua mania di cambiare spesso donna. Lei è una bravissima infermiera che cerca di spegnere i suoi demoni cambiando spesso partner. I due si conoscono in un infuocato incontro bollente nel bagno di un bar, un attimo che però li legherà in maniera speciale.
Il punto di forza della Miller è la caratterizzazione dei personaggi, con le loro storie tragiche alle spalle e le varie imperfezioni che li rendono estremamente umani. Anche in questo caso ho amato tutti e due i protagonisti, sviluppati in maniera straordinaria.
Ryder nasconde dietro la sua aria scanzonata un dolore mai sopito, aumentato, poi, dal senso di colpa che non lo abbandona mai. Mi piace come cerca di conquistare Tessa dimostrandole che le vuole bene al di là della forte attrazione che c'è tra loro.
La ragazza crede di non meritare alcun tipo di sentimento visto che anche lei ha sensi di colpa che cerca di soffocare concedendosi a molti uomini. Senza alcun coinvolgimento sentimentale. Secondo lei merita di essere trattata così, senza alcun rispetto. Mi ha fatto davvero tenerezza in questo suo comportamento autodistruttivo.
Molto bello come la loro storia cresca lentamente, mentre entrambi risano le loro ferite. Non mancano gli alti e bassi, causati da paure non rivelate, e attimi commoventi. Apprezzo sempre quando un autore da il tempo ai suoi soggetti di conoscersi a fondo.
Come sempre la Miller è riuscita a coinvolgermi in una storia emozionante e avvincente.
A quando il prossimo???

La serie è composta:
  1. Lussuria
  2. Fighting Pride

Non perdete i post delle mie colleghe blogger per scoprire quali libri hanno spolverato per questa rubrica.