giovedì 21 settembre 2017

Gruppo di lettura La spia del mare di Virginia de Winter cap 7-12



E' giovedì e, come le fan di Virginia de Winter sanno bene, è il giorno dedicato ai Gruppi di lettura dei suoi libri. Per me è il primo approccio con questa scrittrice ma posso già dire che il suo modo di narrare mi piace.
Il mio blog ospita la tappa riguardante i Capitoli dal 7 al 12 del suo romanzo storico La spia del Mare.



La spia del mare di Virginia de Winter



Autrice: Virginia De Winter
Titolo: La spia del mare
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 25 ottobre 2016
Pagine: 408
Venezia, 1741. Cordelia Sheffield è una spia inglese, bella, intelligente e letale. Cassandra Giustinian invece è una nobile veneziana dalla grazia incantevole, colpita da una misteriosa malattia. Nessuno sa che sono gemelle, che dividono un'unica vita e l'amore per lo stesso uomo: lo splendido Cassian d'Armer, una spia del Doge, tormentato da un passato di guerra e violenza. Quando gli Inquisitori della Serenissima allungheranno le loro ombre sui segreti dei Giustinian, Cassian rischierà ogni cosa per salvare dalla morte la donna che ama. La lotta lo legherà fatalmente a tre uomini: un nobile francese fuggito dalla Corte di Versailles, un pari di Spagna in esilio volontario e un giovane abate, Giacomo Casanova, perfetto spadaccino e donnaiolo impenitente che li guiderà attraverso le calli e i balli fastosi, nella frenesia del meraviglioso carnevale veneziano. Agenti segreti e alchimisti, crudeli assassini coi volti della Commedia dell'Arte convergono nella Serenissima e danno avvio a un pericoloso gioco di spie, alla ricerca di un mistero sepolto sul fondo della laguna, dove una fanciulla dorme in una bara di cristallo, custode di un segreto che potrebbe far vacillare l'esistenza stessa della Repubblica di Venezia.

Capitoli 7 – 8 – 9 – 10 – 11 – 12

Attraverso le informazioni avute dal piccolo Angelo, la nostra protagonista Cordelia, viene a conoscenza di una cosa sconcertante: il cadavere che aveva visto sulle scale (l'uomo che aveva tentato di violentarla) molto probabilmente non è morto.
Solo a me viene in mente un collegamento con la parola LAZARUS che la ragazza aveva ascoltato inavvertitamente dal padre?


Cordelia, per avere maggiori informazioni, decide di partecipare alla festa in maschera che si terrà per le vie di Venezia.
Trovo meravigliose le descrizioni che fa l'autrice di questa incantevole città. Sembra quasi di essere lì con Cordelia e Cassian per le calle veneziane.
Durante questa sua escursione la ragazza intravede Cassian e si domanda, per l'ennesima volta, cosa la attiri così tanto verso il giovane. A parte il fatto che sia un bel manzo?

Era folle pensare a Cassian nel modo
in cui faceva a volte,
da lui non poteva venirle nulla di buono.

Cordelia intanto continua nella sua ricerca di informazioni.
Ho già detto quanto mi piaccia questa protagonista? Di solito ho dei problemi ad amare il personaggio femminile nei libri, ma Cordelia è proprio il tipo che piace a me. Una donna decisa e forte in largo anticipo sui tempi.


Aveva perso la verginità a quindici anni,
disfandosi di un’inutile difficoltà
che le impediva di mettere il suo corpo
al servizio del lavoro
che sua madre le insegnava.
Sesso e seduzione erano uno strumento
troppo valido per subordinarlo al pudore...


Durante una merenda a base di cioccolata nel celebre Florian, Cordelia … la storia prese forma mentre nuovi bricchi di cioccolata fumante sostituivano quelli ormai freddi. E la storia che ascolta è davvero inquietante


erano già morti prima di essere…
come dire, uccisi per la seconda volta

Storie vere o solo pettegolezzi? Ma cosa sta succedendo per le calle veneziane?
Mentre si allontana per le vie della città Cordelia viene aggredita da misteriose figure incappucciate che sembrano essere invulnerabili.

Lei sgranò gli occhi e inghiottì una stretta di panico
improvviso che rischiava di soffocarla.
Non aveva alcuna paura del sangue
e delle armi e non temeva lo scontro fisico
ma questo era bene
al di là di ciò che poteva aspettarsi.


Intanto Cassian fa la conoscenza di un nuovo interessante personaggio... Un facoltoso uomo spagnolo, fratello della ragazza salvata dallo scontro in gondola di qualche notte prima.


«Venite, passeggiamo» disse Don Manuel
prendendo Cassian sottobraccio.
«Come dicevo, vi sono debitore.
Desidero davvero che diventiamo buoni amici.»
«Venezia esaudisce sempre questi desideri»
rispose Cassian.


Davvero intrigante questo nuovo arrivato!
Come ringraziamento Don Manuel invita Cassian assieme alla sua fidanzata ad una festa. Naturalmente la fidanzata che accompagnerà l'uomo sarà la nostra Cordelia che ancora una volta interpreta la parte della gemella Cassandra. I due questa volta sembrano avere un maggiore affiatamento e si lasciano andare ad alcune confidenze.


«Mi disorientate, Madame.
Ci sono momenti in cui sembra
che non desideriate altro che stare
al mio fianco ma non appena ne abbiamo
l’occasione preferite la compagnia
di chiunque alla mia.»

Il capitolo 12 si chiude con Cordelia che compra del veleno...
Cosa avrà intenzione di farci?

Se siete curiosi quanto me di come procederà questa storia vi invito ad andare sul blog La lettrice sulle nuvole
per la prossima tappa.

Qui sotto il calendario con tutte le varie tappe che non dovete perdere.





Per voi come sempre c'è il gruppo facebook in cui si parla del romanzo. Siete tutti invitati a venirne a discuterne con noi.


mercoledì 20 settembre 2017

Intervista con le vamp... blogger #11



Buon mercoledì lo so siamo in ritardo di un giorno, ma questo mese è pregno di impegni sia per me che per la mia carissima amica La lettrice sulle nuvole. Per cui questo mese vi abbiamo fatto aspettare un giorno in più, ma non voletecene. Per conoscere cosa ne pensa Chiara cliccate QUI.



Autrice: Leylah Attar
Titolo: Senza nessun segreto
Editore: Newton Compton Editore
Data di pubblicazione: 13 luglio 2017
Pagine: 352


Trama
Un normale giorno di shopping sta per trasformarsi in un incubo per Skye Sedgewick. A un passo dalla sua macchina nel parcheggio viene rapita e narcotizzata. Poco dopo sembra arrivata la sua fine: lo sconosciuto la costringe a inginocchiarsi e le tiene puntata una pistola alla tempia. Skye aspetta che parta il colpo mentre recita la preghiera che l’aiutava a dormire da bambina, ma riceve solo un fortissimo colpo alla testa che la tramortisce. Al suo risveglio, l’incubo è ancora al suo fianco, ha i lineamenti scolpiti e uno sguardo impenetrabile. Chi è quest’uomo e perché le è così familiare? Questo è solo l’inizio di una storia sconvolgente, una tempesta di emozioni violente e di sentimenti che travolgono il lettore sin dalle prime pagine. Un romanzo d’amore epico, oscuro e indimenticabile.


L'intervista

  1. A quale genere appartiene il libro?
Posso dire che il romanzo è un thriller con un tocco di rosa.


  1. Cosa pensi dei protagonisti?
Come ormai sovente per me, il protagonista maschile ha quel qualcosa in più; lei ha volte sembra bipolare. Pensa una cosa e dieci righe sotto cambia idea.


  1. Personaggio preferito?
Damian-Esteban

  1. Personaggio più odiato?
Warren Sedgewick, il padre della protagonista. Nonostante sembri avere sempre buone intenzioni, fa del male alle persone che più ama.

  1. Che emozioni ti ha suscitato la lettura?
  2. Punti di forza?
L'inizio è stato davvero coinvolgente e ho letto il 60% in un pomeriggio senza riuscire a staccarmi.

  1. Punti deboli?
Dal 60% in poi la storia è andata troppo di fretta e ha perso il suo mordente. Passano gli anni e tutto accade troppo velocemente.

  1. Come hai trovato lo stile del/della scrittore/scrittrice?
Scorrevole nonostante durante il racconto sia calato il mio interesse.

  1. E' facile entrare in empatia con il/la protagonista?
I protagonisti sono ben caratterizzati anche se, come detto sopra, ho trovato Skye poco coerente con se stessa.

  1. Quale aggettivo lo descrive meglio?
Carino, perchè alla fine non è stata una cattiva lettura.
  1. Frase preferita?
1) Quando amiamo, portiamo i nostri cari sempre con noi per illuminare anche i nostri momenti più bui. Più profondo è l’amore, più la luce risplende.

2) Non sempre il tesoro si conquista trattenendo le cose. Alle volte la magia avviene quando le lasciamo andare.


  1. A chi lo consigli?
Qui sono in difficoltà perché può essere considerato un thriller ma anche un romance, per cui agli amanti di questo tipo di letture.

  1. Quante stelline gli dai?
Ero partita con 4 e mezzo, ma la seconda parte troppo frettolosa mi ha fatto scendere di una stella.


Ma veniamo a voi. Come ogni mese avete la possibilità di scegliere il prossimo libro di cui volete sentirci parlare. Qui sotto il modulo per votare.





Segnalazione nuova uscita POST SUL CUP: (ce n'è per tutti i gusti) di Silvia Cossio


Buongiorno stamattina voglio segnalarvi l'uscita il 21 settembre di un libro molto divertente. Io ne ho sbirciato qualche pagina e penso sia perfetto per passare un po' di tempo allegramente. Magari mentre si è in fila dal medico...


Autrice: Silvia Cossio
Titolo: Post sul CUP: (ce n'è per tutti i gusti)
Editore: Self
Data di pubblicazione: 21 settembre 2017
Pagine: 68


Trama
Il 7 novembre 2011 inizia la mia avventura al CUP. Ancora oggi non mi capacito della fortuna avuta. Avevo messo un’inserzione su un sito per la ricerca del lavoro ed ero stata contattata dall’agenzia che all’epoca si occupava delle assunzioni. Contratto di tre mesi, non molto, con poche prospettive dal momento che non era chiaro a chi dovesse andare l’appalto… Ad ogni modo, rinnovo dietro rinnovo, ricorso dopo ricorso, FINALMENTE arriva il tanto desiderato contratto a tempo indeterminato. Il lavoro è di quelli seri, avendo spesso a che fare con la malattia e la sofferenza, MA il mio carattere allegro, poco incline all’accettazione, ha saputo cogliere il lato divertente di ogni situazione. Alcune parti sembreranno barzellette, ma sono vere! Chiaramente nel libro non faccio nomi e non menziono l’ospedale. Ogni riferimento è puramente casuale, tuttavia se qualcuno si “ritrovasse” in qualche descrizione, si faccia un esame di coscienza…


martedì 19 settembre 2017

Trb estiva – come è andata?

La bella stagione sta piano piano finendo e vediamo come sono andate le mie letture estive. Sarò riuscita a portarle a termine tutte? Quali libri mi saranno piaciuti di più? Di seguito i romanzi che sono riuscita a terminare.



Di nuovo con te (Thunder Road #3) di Katie McGarry
Letto dal 15 luglio al 20 luglio
Recensione QUI

Fellside. La prigioniera di M. R. Carey
Letto dal 17 agosto al 22 agosto
Recensione QUI


La cosa più bella che ho (Burying water #3) di K. A. Tucker
Letto dal 30 giugno al 3 luglio
Recensione QUI

La fine del mondo arriva di venerdì di Isabel C. Alley
Letto dal 9 luglio all'11 luglio
Recensione QUI

Legion. L'esercito di Talon di Julie Kagawa
Letto dal 5 settembre al 9 settembre
Recensione Blog di Floriana

Non ditelo allo scrittore (Vani Sarca #3) di Alice Basso
Letto dal 18 giugno al 23 giugno
Recensione Blog di Floriana


Un cuore bugiardo (Pushing the Limits #4) di Katie McGarry
Letto dal 24 luglio al 27 luglio
Recensione QUI


Winter (The Lunar Chronicles #4) di Marissa Meyer
Letto da 23 giugno al 29 giugno
Recensione QUI


Diciamo che a parte due libri sono riuscita a portare a termine la mia Tbr estiva. I libri mancanti cercherò di leggerli almeno entro la fine dell'anno.


L'uomo giusto al numero sbagliato (The Bourbon Street Boys #1) di Elle Casey

Obsession di Jennifer L. Armentrout




domenica 17 settembre 2017

Recensione #120 Dillo tu a mammà. L'amore è sempre una faccenda di famiglia by Pierpaolo Mandetta

Autore: Pierpaolo Mandetta
Titolo: Dillo tu a mammà. L'amore è sempre una faccenda di famiglia
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 11 maggio 2017
Pagine: 322

Trama
I sentimenti non sono semplici, ma con le parole lo diventano.L’amore è sempre una faccenda di famiglia. Samuele ne è convinto, mentre guarda fuori dal finestrino sul treno che da Milano lo trascina verso sud. Dopo essere fuggito per anni, è finalmente pronto a rivelare ai suoi genitori di essere omosessuale. Con lui c’è Claudia, la sua migliore amica, incallita single taglia 38 e unica donna di cui si fida. Appena arrivano a Trentinara, un grazioso borgo del Cilento, ad accoglierli ci sono i parenti al completo. E la sera, alla festa del paese, il papà ha un annuncio da fare: suo figlio e la fidanzata Claudia si sposeranno a breve. È un vero e proprio shock per Samuele: lui vuole sposare Gilberto, il compagno rimasto a Milano, proprio lo stesso uomo che lo aveva convinto a riavvicinarsi ai suoi. Ma nelle case del Sud è quasi una tradizione che sogni e desideri vengano condivisi in “famiglia”: non solo con mamma e papà, ma anche con quella vecchia zia che si incontra una volta all’anno e persino con la vicina di casa. E così Samuele, per poter essere padrone della propria vita, dovrà fare i conti con un passato che vuole lasciarsi alle spalle; stavolta, però, non è disposto a scendere a compromessi. E adesso chi glielo dice a mammà?











Scrivere la recensione di questo libro non è facile. Ogni volta che mi trovo a parlare di un romanzo che mi è piaciuto ho l'impressione di non riuscire a far emergere tutte le sensazioni provate.
So che l'autore ha pubblicato, in precedenza, un altro libro ma non l'ho letto per cui questa è la mia prima esperienza con lui. Mi è piaciuto moltissimo il suo modo di raccontare questa storia e alcune descrizioni di scene passate, tipiche della vita “contadina” del sud, erano davvero vivide nella mia testa. Infatti le cose che mi hanno più colpito in questo racconto sono i molteplici particolari dell'infanzia del protagonista che mi ricordano la mia di infanzia, pur avendo poi vissuto una vita completamente differente.
Il romanzo si legge velocemente perché l'autore è stato abilissimo a coniugare l'ironia con la profondità del tema trattato.


Il dolore ci irrobustisce, ci migliora.
Se non soffri, non puoi imparare
a superare il dolore.
Se soffri, poi non ti metti più paura.


I personaggi sono sicuramente il punto di forza della storia. A iniziare da Samuele, il protagonista che torna a Trentinara il suo paese di origine per dire ai suoi genitori che ha intenzione di sposare Gilberto, l'uomo con cui vive da alcuni anni. Naturalmente non sarà facile.


Trentinara non mi ha mai capito.
Questo paese ha tentato di abbracciarmi,
di stritolarmi, di forzarmi al calore umano,
ai doveri di famiglia, alla baldoria dei sentimenti,
sia festosi che lugubri.
Per questo me ne sono andato.


Come si fa a non amare questo raggazzo insicuro, un po' ipocondriaco che vuole finalmente essere accettato per quello che è.


Come si può essere felici
se non possiamo essere
liberi dalla paura?
E com’è possibile che abbiamo
ancora tanta fede
che l’amore ci salverà da noi stessi?


Quella che, tra tutti i personaggi, ho adorato maggiormente è Claudia, l'amica di Samuele che lo accompagna in questo viaggio di rivelazione. Le scenette che la vedono alle prese con la vita contadina del sud, con la conserva di pomodoro fatta in casa, con l'uccisione delle povere galline mi hanno fatto morire dal ridere.
Anche la madre del protagonista è un soggetto davvero interessante e divertente.


Mia madre.
Una creatura leggendaria
per cui ogni circostanza ha una soluzione diretta
e mai a doppio binario:
se hai fame ti nutri,
se puzzi fai una doccia,
se sei gay ben ti sta.


Molto realistici anche tutti gli abitanti del paesino di Samuele. La tipica gente del sud, calorosa e sempre pronta ad aiutarti, che tu lo voglia o no.
Ho odiato Gilberto e amato Peppe. Il primo, forse perchè l'autore non ne parla granché mi è parso troppo freddo e insensibile e non è riuscito a conquistare la mia simpatia, neanche alla fine. Peppe, il primo doloroso e indimenticabile amore di Samuele, è un personaggio molto ben caratterizzato, con i mille dubbi e paure a rivelare il suo vero essere.


Finché non provi l’attaccamento morboso
per un altro essere umano,
non puoi aver paura che questo ti abbandoni.
Ma quando succede è inevitabile,
dopo, chiedersi quanto il legame sia forte,
quanto le due parti siano disposte
a resistere per rimanere unite.


Una lettura che mi ha emozionato e fatto ridere insieme, un romanzo che ho stra-adorato se non fosse per il finale. Una persona che mi conosce bene mi aveva avvertita che non mi sarebbe piaciuto, infatti... Chiuso il libro ho detto NO, così no!
La mezza stella è proprio dovuta a quello.




Non importa se non era vero amore,
se la persona era sbagliatissima,
non importa che, se avesse funzionato,
forse saremmo stati noi a dubitarne e a fermarci.
Non importano tutti i “se” e tutti i “ma”.
Conta l’unico “addio” capace di generare
una malattia del ritorno.
Un conto in sospeso da saldare
per convincerci che

il nostro amore è fondamentale.



sabato 16 settembre 2017

Cosa vuoi che ti dica... #1

Una bella domenica mattina di settembre dove la gente normale dorme... Io e la mia amica Chiara la Lettrice sulle nuvole, che normali non siamo, chiacchieriamo amabilmente di libri quando, ad un certo punto, i suoi inarrestabili cricetini (lunga storia) tirano fuori un'idea per una nuova rubrica librosa.



Nasce così questo nuovo appuntamento quindicinale sui nostri blog in cui i protagonisti sarete voi lettori. Eh sì perché noi vi proporremo, tramite sondaggio qui a sx o con votazione sulle nostre pagine facebook (vi lascio i link qua sotto) cosa vorreste sapere tra le scelte proposte ogni volta.
Naturalmente ci è venuto spontaneo coinvolgere altre due blogger Chicca di Librintavola ed Erica di Libri al caffè che si sono rivelate entusiaste dell'idea.


Questo primo sondaggio ha avuto come vincitore

Libro che avrei voluto leggere quest'estate 
ma non ho ancora letto.

All'inizio dell'estate io avevo fatto una Tbr sui libri che avrei voluto leggere in questo periodo, confidando nelle giornate più lunghe, le ferie ecc. Purtroppo non sono riuscita a portarla a termine e tra i due libri non letti, quello che mi è dispiaciuto maggiormente non essere riuscita a iniziare è:

Obsession di Jennifer L. Armentrout

Autrice: Jennifer L. Armentrout
Titolo: Obsession
Editore: Giunti
Data di pubblicazione: 19 aprile 2017
Pagine: 336

Trama
Arrogante, prepotente, affascinante... Hunter è un killer spietato ingaggiato dal Dipartimento della Difesa per eliminare i cattivi. In genere si gode il suo lavoro, finché non gli verrà affidato un ruolo insolito: fronteggiare il proprio nemico mortale per proteggere un umano. Serena non credeva alla sua migliore amica, convinta di aver visto il figlio di un potente senatore trasformarsi in un essere... alieno. Chi del resto le avrebbe creduto? Ma quando sarà Serena stessa ad assistere all'omicidio dell'amica per mano dell'alieno, scoprirà un mondo pronto a ucciderla pur di proteggere i propri segreti. Detesta Hunter, ma non può fare a meno di desiderarlo. E presto accadrà l'impensabile: Hunter si metterà contro il governo per difendere Serena. Ma sono gli alieni e il governo la peggiore minaccia per la vita di Serena... o lo è Hunter?


Adoro questa scrittrice e volevo assolutamente leggere questo romanzo che è uno spin-off alla serie Lux che ho amato moltissimo. Ma il tempo, letture più pressanti, challenge con cui non riuscivo ad incastrarlo mi hanno impedito di immergermi nel mondo magico che crea ogni volta la Armentrout. Sicuramente entro la fine dell'anno mi dedicherò a lui.

Andate a curiosare anche i Post delle altre partecipanti


Il prossimo sondaggio riguarderà le seguenti opzioni.



Per votare potrete usare il sondaggio qui a sinistra o la mia pagina Facebook.

Link alle pagine Facebook delle altre blogger


venerdì 15 settembre 2017

5 cose che... #28



E' venerdì e riesco ad essere puntuale con la rubrica ideata da Twin Books Lovers. Questa volta l'argomento trattato è uno di quelli che mi interessa tantissimo: le traduzioni più attese.

5 libri che spero vengano tradotti in italiano



Trilogia A court of thorns and roses di Sarah J. Mass


Si sente parlare solo bene di questa serie che è un retelling della Bella e la Bestia e la mia curiosità è alle stelle.




Grisha trilogy di Leigh Bardugo


Una serie distopica che viene elogiata da molti. Visto che il genere mi piace sono molto intrigata da questi libri.



Trilogia Dorothy must die di Danielle Paige



Altro retelling, questa volta di una storia che mi è sempre piaciuta: Il mago di Oz. Conoscere quello che è accaduto dopo il libro originale sarà molto interessante.




Flame in the mist di Renee Ahdieh


Qui si uniscono un'autrice che ho amato moltissimo con la serie retelling delle Mille e una notte e, di nuovo un retelling, di Mulan una delle eroine Disney che mi piace moltissimo.



Jessica Sorensen



Ecco qui più che un libro o una serie in particolare vorrei poter leggere tutto ciò che ha scritto questa autrice di cui apprezzo tantissimo lo stile narrativo.