sabato 28 ottobre 2017

Recensione #134 Io e te come un romanzo by Cath Crowley

Domino letterario Ottobre 2017

Nuovo appuntamento con il Domino Letterario. Il libro che ho scelto in modo tale che si ricolleghi alla tessera (blog) precedente è un romanzo di cui si parla molto in giro.
Qui sotto tutte gli altri blog-tessere partecipanti







Autrice: Cath Crowley
Titolo: Io e te come un romanzo
Editore: DeA
Data di pubblicazione: 19 settembre 2017
Pagine: 416



Trama
Ci sono ferite che non si rimarginano, giorni che non si dimenticano. Come quello in cui il cuore di Rachel si è spezzato per la prima volta. È una notte d’estate, e lei sta per trasferirsi dall’altra parte del Paese. Nelle ore che restano prima della partenza vuole dire addio a tutto ciò che sta lasciando: la scuola, gli amici e, più di ogni cosa, Henry Jones, il ragazzo che conosce da sempre, con cui ha condiviso le letture, i sogni, le paure e le passioni. Così, Rachel entra furtivamente nella libreria gestita dai Jones e infila una lettera tra le pagine del libro preferito di Henry. Una lettera in cui gli confessa il suo amore, un messaggio in bottiglia lanciato in un oceano di parole, a cui lui non risponderà mai. Sono passati tre anni, e quel giorno sembra appartenere a un’altra vita perché Rachel, nel frattempo, ha perso il fratello; e lei non è che l’ombra di quel che era. Il dolore la soffoca, e sembra che l’unica via d’uscita sia tornare a casa e riavvicinarsi alle cose che ama di più: la libreria e Henry. I due iniziano a lavorare fianco a fianco, circondati dai libri, confortati dalle voci senza tempo di scrittori e poeti. E, mentre tra gli scaffali impolverati si intrecciano le storie di un’intera città, Henry e Rachel si ritrovano. Perché non c’è posto migliore delle pagine di un libro per ritrovarsi.





Un libro incantevole sul potere che i libri hanno nella nostra vita. Ho adorato la Biblioteca delle lettere in cui i visitatori possono lasciare, appunto, lettere nelle pagine dei libri. Una raccolta di sentimenti messi su carta tra amanti, amici, sconosciuti... le cui storie si intrecciano in modo meraviglioso. Sarebbe fantastico poterne avere una in ogni paese.



I personaggi che compaiono in questo libro sono tanti ma tutti vibranti e unici allo stesso modo. La libreria stessa si può considerare come un protagonista importantissimo.

Ho davvero apprezzato tantissimo la protagonista Rachel. È uno di quei personaggi di cui mi piace molto leggere. Rachel è sì piena di un grande dolore che nasconde a tutti, ma che non si piange addosso. È sempre difficile parlare di dolore nei libri, ma la Crowley ha saputo trattare questo tema in un modo semplice e diretto. Specialmente la crescita di Rachel che impara a convivere con la sua perdita e accettare la nuova realtà.

Henry stesso è un buon soggetto anche se devo ammettere che non ho proprio sopportato, o capito, la sua ossessione per Amy. La voglia di schiaffeggiarlo tante volte era davvero forte.

Bellissima anche la descrizione dell'evoluzione di George, la sorella di Henry, che è pronta a aprirsi aglia altri e trovare l'amore. Commovente anche l'amore del padre di Henry per la sua libreria. Anche Cal, il fratello morto di Rachel, mi ha colpito per la sua vivida presenza nelle pagine del romanzo. È davvero una cosa straordinaria quando un autore riesce a rendere le storie dei personaggi secondari impportanti quanto quelle dei personaggi principali.


Ho amato lo stile narrativo dell'autrice e la stessa trama della storia. Due fattori che mi hanno catturato da subito regalandomi una bellissima lettura.


34 commenti:

  1. Questo libro mi ha attirata sin da quando l'ho visto la prima volta in libreria. Lo leggerò!

    RispondiElimina
  2. Ciao, questo libro è in wishlist e devo assolutamente leggerlo!

    RispondiElimina
  3. Bellissima l'idea della biblioteca delle lettere! Tendenzialmente questo non è il mio genere, ma dalla sinossi un pochino mi ispira, quindi lo segno nella mia TBR!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è piaciuta tantissimo la biblioteca delle lettere!

      Elimina
  4. Di questo libro ho adorato soprattutto la Biblioteca che è l'elemento più importante della storia e che ho amato leggere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me la cosa più bella del romanzo.

      Elimina
  5. Questo libro mi ispira un sacco, spero di trovare il tempo per leggerlo

    RispondiElimina
  6. Anche io l'ho subito messo in WL appena uscito e la tua recensione mi conferma che avevo fatto la scelta giusta :-)

    RispondiElimina
  7. Questo libro mi attira tantissimo!!

    RispondiElimina
  8. Sin dalla presentazione questo libro mi aveva attratto, la tua recensione me lo ha fatto apprezzare ancora di più :)

    RispondiElimina
  9. niente, questo libro non mi ispira. Anche se ho letto praticamente solo commenti positivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non credo che ti possa piacere. Ricorda molto La libreria dei nuovi inizi.

      Elimina
  10. Sarà una delle mie letture di Novembre e non vedo l' ora di leggerlo !

    RispondiElimina
  11. Devo dire che ho visto questo libro un po' ovunque, ma purtroppo il romance non è proprio il mio genere.

    RispondiElimina
  12. Questo libro l'ho letto e non mi è dispiaciuto, pur non amando il romance, ma ti giuro che quando ci sono in mezzo librerie e libri non so resistere a questo genere di romanzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piacciono libri che parlano di libri o librerie

      Elimina
  13. Mi attira pochissimo come romanzo, ma c'è un elemento che mi chiama a sé... sarà la tua recensione, chissà xD

    RispondiElimina
  14. Era già in lista, il mio istinto non sbaglia mai, anche se, devo ammettere che la cover potevano sceglierla più carina.... Vabbè, alla fine della fiera, ciò che conta è il contenuto!

    RispondiElimina
  15. Purtroppo, non sembra affatto il mio genere. Non credo lo leggerò!

    RispondiElimina
  16. Questo libro mi è piaciuto molto e come te non ho sopportato Henry!

    RispondiElimina
  17. Ciao Dolci,
    questo libro è in WL e non vedo l'ora di leggerlo! Bella recensione :)

    RispondiElimina