lunedì 20 settembre 2021

Recensione #700 Fino all'ultima parola by Tamara Ireland Stone

 


Questa volta leggo #39


Buongiorno lettori, con la recensione 700, riprende anche la pubblicazione mensile della rubrica in collaborazione con Chiara e Chicca. La parola di settembre non poteva non essere foglie. Io ho scelto di parlarvi di questo libro che ho ascoltato ad Agosto grazie a Audible.


Autrice: Tamara Ireland Stone

Titolo: Fino all'ultima parola

Editore: Leggereditore

Pag: 368

Durata ascolto: 9 h e 27 min.

Data di pubblicazione: 12 ottobre 2017

Trama

Samantha McAllister sembra essere come tutte le ragazze popolari della sua età, ma dietro il suo aspetto ben curato nasconde un segreto mai confidato a nessuno. Consumata da un flusso inarrestabile di pensieri e preoccupazioni che rendono la sua vita una vera e propria lotta, Sam soffre di un disturbo ossessivo-compulsivo. Ma l'incontro con Caroline cambierà le cose. Introdotta dalla sua nuova amica in un gruppo di ragazzi disadattati e ignorati da tutti, lentamente Sam inizierà a considerarsi più normale di quanto non si sia mai sentita frequentando le ragazze "in" della scuola, e scoprirà lati di sé che neanche immaginava...




Anche se siamo a fine settembre, questo audiolibro appartiene a quelli ascoltati ad agosto. La copertina era perfetta per il tema del mese, per cui ho aspettato finora per parlarvene.

Qualche anno fa lessi un altro romanzo di questa autrice che mi piacque molto, quindi avevo alte aspettative anche per Fino all’ultima parola.

La storia di Samantha mi ha coinvolta da subito e ho cercato di ritagliarmi sempre più momenti liberi per ascoltarle.

Samantha è affetta da disturbo ossessivo-compulsivo che nasconde a tutti, persino le sue amiche del cuore. Dal momento in cui stringe amicizia con Caroline, che la porta a conoscere l’angolo dei poeti, inizia a osservare la sua vita in maniera differente.

La cosa che ho apprezzato di più del romanzo è come viene descritto il sentimento d’amicizia. Le storiche amiche di Sam non rientrano in quello che io reputo un rapporto basato su un'amicizia sincera. Sono solo delle ragazze opportuniste, superficiali e false. Capivo perfettamente perché Sam non trovasse il coraggio di dire loro la verità sul suo DOC. Il solo fatto di non sentirsi compresa e la paura di essere derisa è sintomo di non amicizia. Al contrario, il rapporto che instaura con Caroline è vero e sincero. Difatti non ha problemi ad aprirsi con la ragazza. Il tutto è realistico perché l'apertura non avviene immediatamente. Piano piano la ragazza acquista sicurezza e fiducia nei confronti di Caroline.

Un paio di mesi fa ho pubblicato un post con tre libri che consigliavo sull’amicizia. Ecco, questo è un perfetto esempio di come deve essere questo rapporto tra due persone.

Essendo un romance young adult non manca la storia d’amore. Samantha si innamora di A. J. il ragazzo che lei stessa aveva bullizzato da bambina. Il sentimento che prevale tra i due, almeno inizialmente, è l’amicizia. L’affiatamento poi si trasforma in una relazione più romantica.

I personaggi che ho amato oltre a Sam, sono Caroline e A. J. Vorrei avere avuto un’amica come Caroline che mi spronasse ad essere me stessa e non dar retta alle mie insicurezze. Una persona che riesca a capirti e che ti accetti con pregi e difetti è rara.

A. J. non è il classico Bad Boy anzi è un ragazzo dolce e premuroso. Come ben sapete, io amo poco questa tipologia di personaggi, eppure A. J. riuscirebbe a conquistare anche me.

Dopo aver terminato il romanzo, ma pure durante la lettura non ho fatto altro che consigliarlo a Chiara e Chicca. Devono leggerlo assolutamente!!! Il consiglio vale anche per Manuela. 










10 commenti:

  1. Non lo conoscevo ma mi ispira tanto me lo segno super volentieri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bellissima storia che sono sicura ti piacerà!

      Elimina
  2. ne hai parlato tanto e benissimo, io lo avevo già aggiunto alla mia lista su goodreads ad agosto!"

    RispondiElimina
  3. Questo libro lo avevo già notato un po' di tempo fa ma poi è passato nel dimenticatoio, provo a segnarmelo, perché sei stata convincente

    RispondiElimina