sabato 19 giugno 2021

Intervista con le vamp... blogger #56

 



Finalmente siamo arrivati a sabato! Queste giornate di caldo mi stanno distruggendo...

Oggi, in compagnia di Chicca, EricaChiara vi parleremo di una storia d'amore molto sofferta. Mi raccomando non dimenticate di andare a curiosare nei blog delle mie amiche (cliccando sempre sul nome della vamp...blogger) per sapere cosa ne hanno pensato.


Autrice: Jewel E. Ann

Titolo: Noi in un istante

Editore: Always Publishing

Pag:: 339

Data di pubblicazione: 19 novembre 2020

Trama

Tutto sembra passeggero quando hai vissuto una tragedia sconvolgente, ed è così per Henna Lane fino al momento in cui incontra Bodhi Malone durante un festival musicale. Giovani e impulsivi, si innamorano a prima vista e si lasciano trasportare dall’esaltante esperienza che condividono, con la consapevolezza che il loro istante è destinato a concludersi.
Quando lui è costretto a partire senza dirle addio, Henna è convinta che non riuscirà mai a dimenticarlo. Ma poi torna al liceo e incontra il nuovo consulente per l’orientamento: il signor Bodhi Malone.
Sconsiderati, riuniti dal destino, Henna e Bodhi non riescono a fare a meno di cercarsi, toccarsi e amarsi. Ma adesso il loro è un rapporto assolutamente proibito e quando i segreti non potranno più essere celati, Bodhi si troverà di fronte a una scelta: seguire l’amore o continuare a occuparsi delle proprie responsabilità.
Ferita da un amore tanto profondo quanto crudele, Henna decide di seguire il suo sogno e di vivere una vita il più intensa e piena possibile, anche se lontano da Bodhi. Eppure, col passare del tempo, imparerà che l’esistenza non è un viaggio o una meta, e che alcune esperienze sono destinate a durare più di un solo effimero istante.
Ma se Henna decide di tornare per lui, Bodhi sarà finalmente disposto a volerla accanto a sé?

Il destino li fa incontrare, la vita li divide perché tutto è temporaneo... tranne l'amore vero.


L'intervista


  1. A quale genere appartiene il libro?

Il romanzo è un Contemporary romance con un bel tocco di Angst.

  1. Cosa pensi dei protagonisti?

Con Henna ho avuto dei problemini iniziali. Era immatura e superficiale, ammetto che mi era quasi antipatica. Le cose sono decisamente migliorate con il progredire della storia e con la sua crescita. L'ho adorata a fine lettura.

Bodhi mi è piaciuto per la sua lealtà, per l'affetto che dimostra verso il padre. Tuttavia mi è parso poco deciso, sopraffatto totalmente dalla situazione che stava vivendo. Non che non lo capissi, ma personalmente amo i tipi più decisi.

  1. Personaggio preferito?

Henna perché ha avuto l'evoluzione migliore e si è fatta amare completamente. Adoro cambiare, in positivo, l'opinione sui personaggi dei libri.

  1. Personaggio più odiato?

Odiato è un parolone, ma non ho apprezzato granché Juni e il suo rapporto con Henna. Non mi dava l'impressione di essere una madre presente o attenta. A volte voler fare troppo l'amica, nel rapporto madre-figlia, è un comportamento che mi innervosisce.

  1. Che emozioni ti ha suscitato la lettura?

Inizialmente leggerezza per come si sono conosciuti i due protagonisti. Poi la storia è entrata in un tunnel di dolore, scelte difficili che mi hanno pugnalato al cuore più volte.

  1. Punti di forza?

L'evoluzione dei personaggi, non mi stancherò mai di dirlo!

  1. Punti deboli?

Il rapporto madre-figlia.

  1. Come hai trovato lo stile dell'autrice?

Scorrevole, coinvolgente ed emozionante.

  1. E' facile entrare in empatia con il/la protagonista?

Sì, Henna è stata descritta benissimo. Anche Bodhi, alla fine, si è fatto comprendere e amare.

  1. Quale aggettivo descrive meglio il libro?

Emozionante.

  1. A chi lo consigli?

Un libro perfetto per chi ama le storie d'amore sofferte, in cui i due protagonisti vivono la loro relazione con momenti di pura estasi e altri di cupa tristezza.

  1. Quante stelline gli dai?

Per me merita 4 stelline e mezzo.

  1. Cosa ne pensi della cover?

Mi piace il colore usato, ma non la trovo rappresentativa. 



  1. Citazione preferita?

Il genere d’amore che mi fa venire la pelle d’oca quando mi sta accanto. Quello che mi fa stringere il petto quando mi guarda. Quello che mi fa piangere quando non lo vedo per anni.



Qui sopra il nuovo modulo per scegliere la lettura di luglio.





6 commenti:

  1. quando ho letto che ti è piaciuto il colore della cover ho riso un sacco!!!!
    come dicevo a chiara io sono stata più critica, ma mi ritrovo comunque con gran parte del tuo pensiero

    RispondiElimina
  2. Juni non è piaciuta neanche a me, concordo in molte cose

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo più o meno sulla stessa linea di pensiero

      Elimina
  3. Il rapporto tra madre e figlia non è piaciuto a nessuna e penso che il nostro giudizio, visto che siamo tutte madri, non sia detto a caso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, avere un rapporto di amicizia con i figli è bello ma il ruolo di madre, spesso, richiede altro

      Elimina