martedì 21 luglio 2020

Recensione #523 Liam: experiment 01 by Daniela Spagnuolo


Oggi vi parlo di un libro di un'autrice italiana che ho conosciuto proprio in questa occasione. Visitate il suo sito e iscrivetevi alla newsletter così potrete ricevere un contenuto extra davvero molto interessante legato a questo romanzo.
www.lirely.com
www.instagram.com/lirely.art
https://www.facebook.com/DanielaSpagnuoloAutrice/



Autrice: Daniela Spagnuolo
Titolo: Liam experiment_01
Editore: Self Publishing
Pag:: 388
Data di pubblicazione: 20 luglio 2020
Trama
È possibile l’amore tra un umano e un robot?
Jackie avrebbe risposto di no, prima.
Prima di accettare la proposta della HER.
Prima di conoscere Liam.
Prima che qualcosa diventasse qualcuno.

2087, Liam è un esemplare di ERS3, il primo esistente. La HER (Human Essence Robotics) e il visionario professor Martin Bishop l’hanno dotato di un innovativo Sistema Emozionale Artificiale che gli permette di provare sentimenti autentici, a differenza dei normali bioumanoidi.
Dopo un training in laboratorio, arriva il momento di sottoporre l’esistente a una fase sperimentale top secret, per valutarne la capacità di interagire con una persona comune.
Invitata a ricevere a casa propria un biomanoide di ultima generazione, Jackie Stone non può fare a meno di chiedersi dove sia la fregatura: in pochi possono permettersi un’imitazione umana della HER. Ma la cifra proposta a Jackie per l’affidamento temporaneo è davvero troppo ghiotta per poter essere rifiutata. Col suo stipendio da impiegata, gli unici lussi che riesce a concedersi sono un’auto e l’appartamento in cui vive.
Liam sarà ospite in casa di Jackie per quattro mesi.
Quattro mesi di convivenza forzata, che li porterà a scoprire qual è l’unico ingrediente a renderci davvero umani.



Liam è un romanzo ambientato in un futuro non troppo lontano né troppo utopistico in cui la scienza è giunta a creare dei bioumanoidi che interagiscono quotidianamente con l'essere umano. Per testarne un nuovo tipo, più evoluto, viene scelta Jackie Stone. Per quattro mesi la donna dovrà convivere con Liam...

Liam si trova sul gradino più elevato.
Lui, e tutti i modelli ERS3 – Emotional Robotic Shape –
vengono comunemente chiamati esistenti.
Devo dire che non ho amato da subito i due protagonisti. Li percepivo distanti, come schermati da un vetro che non riusciva a farmi sentire le loro emozioni. Però, poi, con l'avanzare della storia, ho iniziato a conoscerli.
Non so dire se questa strana creatura
mi spaventi a morte o se ne sono affascinata.
Mentre li vedevo interagire tra loro ho iniziato anche io ad apprezzarli di più. Quello che ho apprezzato tantissimo è che non è solo Liam quello che imparerà da questa esperienza. Jackie stessa, grazie alla sua vicinanza, all'entusiasmo che mostra l'esistente nello scoprire la realtà che lo circonda, le emozioni che prova, imparerà molte cose su se stessa.
Vedi io... io sono semplicemente assetato di vita, voglio scoprire. È tutto meraviglioso per me e sono infatuato dalla bellezza che c'è in ogni cosa.
Il vero salto c'è stato nella parte finale in cui mi sono davvero emozionata. Ho proprio sentito Liam e Jackie non più come creature di carta, ma esseri vivi e tangibili.

Altri due personaggi importanti sono Martin e Serena i creatori di Liam. Non rimangono del tutto in secondo piano rispetto ai protagonisti e riescono ad avere il loro spazio.

Uno dei punti forti della trama è l'amore per l'arte che Daniela riesce a far trasparire benissimo.
Lo stile narrativo è semplice ma curato, scorrevole e coinvolgente.
Un buon romanzo d'esordio di un'autrice che seguirò con piacere.

Non perdete l'occasione di conoscere anche le impressioni delle altre blogger! 





10 commenti:

  1. Bella recensione Dolci, questo libro mi incuriosisce ma non sono una grande appassionata di fantascienza. Me lo segno non si sa mai...

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho imparato tanto leggendo la tua recensione! Grazie, mi entusiasma guardare il romanzo attraverso i tuoi occhi :) Terrò conto di ogni punto per il prossimo libro.
    Lirely

    RispondiElimina
  3. La parte finale è veramente coinvolgente!

    RispondiElimina
  4. La parte finale è davvero emozionante!

    RispondiElimina
  5. il taccuino e i disegni sono il top. l'autrice scrive beene ma come ti dicevo per me è mancato qualcosa, un pizzico di suspance in più che avrebbe fatto la differenza. spero di leggere presto altri lavori dell'autrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li voglio quei taccuini :P Daniela è brava e non può che crescere.

      Elimina