* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * MERRY CHRISTMAS * * * * * * * * * * * * * * * * *

martedì 13 giugno 2017

Nuova cover Una fresca Brezza by Bonny B.


In occasione della nuova cover di questo libro che mi era piaciuto moltissimo voglio riproporvi la mia opinione di qualche mese fa; recensione pubblicata la prima volta nel blog La biblioteca del libraio





Titolo: Una fresca brezza
Autore: Bonny B.
Casa editrice: Youcanprint
Pag.: 227
Trama
Quanti battiti può perdere un cuore? Sofia sente di aver perso parte dei suoi battiti nell’istante in cui il tempo ha deciso di fermarsi bruscamente, di impossessarsi delle sue lacrime, dei suoi sorrisi e di celare il suo dolore. Un ricordo tagliente incombe dietro le pareti di cristallo della sua anima, ma una promessa la costringe a mettere in pausa la sua sofferenza e a partire per una vacanza a Sorrento. Riusciranno quei giorni spensierati a tenere alla larga i brutti ricordi, oppure ancora una volta Sofia sentirà il peso della vita incombere su di lei? Forse, un paio di occhi profondi, una forte attrazione mentale e fisica potranno deteriorare il tormento riconquistando parte di quei battiti perduti.




Ero alla ricerca di un libro dal sapore estivo che mi prendesse e mi coinvolgesse nella lettura. Questo delicato, profondo, emozionante e romantico racconto ci è riuscito in modo perfetto.
La storia ci è presentata dalla protagonista Sofia, una ragazza poco più che ventenne che si prepara a trascorrere i tre mesi estivi con il fratello minore, Fabio, a Sorrento. I due ragazzi, rimasti orfani a causa della morte dei genitori in un incidente d'auto, hanno vissuto un periodo davvero difficile. Il ragazzo si fa promettere dalla sorella di non rimuginare sul passato e cercare di andare avanti. Nella promessa è compreso anche il fidanzato di Sofia; la ragazza, infatti, deve sforzarsi, in questo periodo, di non pensare a lui...
Durante il loro soggiorno entrano in scena Manolo, affascinante ed ombroso coetaneo di Sofia, e le due sorelle gemelle di lui, India ed Alaska: due vere peperine che ho trovato davvero simpatiche. Anche loro hanno le loro ferite nascoste da dover sanare.
Naturalmente tra Sofia e Manolo nasce subito un forte sentimento, ma la ragazza non si sente pronta a "tradire" il fidanzato a cui la lega solo un senso di dovere...


Mi piace come l'autrice abbia voluto far sviluppare la storia tra i due ragazzi, senza bruciare le tappe e dare tempo a loro di approfondire i sentimenti che provano uno per l'altra.


I pensieri e i dubbi di Sofia sono commoventi, è una ragazza fragile e forte allo stesso tempo che mi ha colpita favorevolmente.

Succede a volte, nel corso dell'esistenza umana, che degli eventi tragici frantumino la nostra essenza disintegrandola in migliaia di pezzi. È nostro compito cercare di rimetterli assieme, però la difficoltà sta proprio nel fatto che non si congiungono più come prima. Schegge della nostra stessa entità –che fino a quel momento si combinavano naturalmente –ora non sono più compatibili, come pezzi di puzzle in cui non combaciano forme e colori. Non importa l'insistenza con cui si prova, non si incastrano più tra loro. L'unica alternativa è quella di rimescolarne i frammenti e trovare le nuove combinazioni da legare assieme, consapevoli che il risultato finale potrebbe essere completamente stravolto rispetto all'originale.

Tutti gli altri soggetti della storia sono ben sviluppati psicologicamente. Ognuno di loro ha la sua giusta collocazione nel romanzo.
Mi piace il modo in cui usa le parole, Bonny e come descrive i sentimenti dei personaggi.

«L'intensità con cui si guardano negli occhi, dimenticandosi degli altri, la complicità che raggiungono anche in un solo battito di ciglia che vale molto di più delle mille parole che sono in grado di pronunciare io al secondo, i sorrisi così abbaglianti che rischiano di accecare chiunque tranne loro due... che poi tra l'altro le stesse cose valgono per voi. Più io vi allontano, più voi vi unite, e adesso mi sento debole, mentre voi mi sembrate più forti.»

Romanzo d'esordio per questa scrittrice veramente brava che consiglio vivamente di leggere. Ha uno stile narrativo scorrevole e molto curato. Mi ha coinvolta da subito!





Nessun commento:

Posta un commento