giovedì 8 marzo 2018

Recensione #173 La donna che annusava le librerie by Kempes Astolfi



Il libro scelto per Questa volta leggo, rubrica uscita dalla mente iperattiva di Chiara La lettrice sulle nuvole, e che ha poi coinvolto anche me e Laura La libridinosa, è un libro che avrei voluto-dovuto leggere nel 2017.



Autore: Kempes Astolfi
Titolo: La donna che annusava le librerie
Editore: Prospettiva Editrice
Data di pubblicazione: 13 novembre 2017
Pagine: 252

Trama
Denise è una tranquilla bibliotecaria di Clarkesville che durante i weekend visita e annusa in tutto il mondo quei luoghi incantati che regalano emozioni sotto forma di pagine. Un giorno, a Parigi, dentro Shakespeare & Co., Denise viene notata da una giornalista, Amanda Lisetti, che decide di incontrarla per saperne di più sulla sua storia, sui suoi gesti. Quella che inizialmente doveva essere una semplice intervista per un blog si trasforma in un rapporto profondo tra due donne che iniziano a farsi forza l'un l'altra per uscire da quello che sono diventate oggi.










Questo romanzo mi è piaciuto sì, ma sotto molti aspetti non mi ha convinta del tutto.
Ho trovato davvero originale e interessantissima l'idea di base.
Quale amante dei libri non ne ha mai annusato uno? Inoltre non conoscevo la malattia di cui soffre il personaggio principale della storia: Denise.
Mi sono piaciuti, inoltre, i vari flashback con “protagoniste” le varie librerie visitate dalla donna nei suoi continui peregrinaggi. Mi hanno incuriosito a tal punto da cercare ancora più particolari e immagini su internet per comprendere ancora meglio le sensazioni provate da Denise.
Fra le cose che, invece, non mi hanno convinto ho trovato lo stile dell'autore troppo ricercato, per me. Ciò ha rallentato una lettura che sarebbe altrimenti scorsa molto più veloce visto che la storia mi stava piacendo. Soprattutto la prima parte del romanzo mi è sembrata troppo lunga rispetto alla seconda che ho adorato.
Un altro problema l'ho riscontrato con le due donne protagoniste del racconto. Non è una novità per me con le eroine dei libri, lo so, ma a volte, alcune loro reazioni sono parse troppo esagerate, non giustificate dal contesto.
Questi due punti non mi hanno però infastidito quanto i continui riferimenti al primo libro dell'autore, quasi volesse obbligarmi a leggerlo. Degli accenni meno evidenti avrebbero di sicuro stuzzicato di più la mia curiosità.
Nel complesso non è stata comunque una cattiva lettura.

Per voi il calendario con le altre blogger partecipanti.





Io vi aspetto il mese prossimo, ma il 27 marzo, su questo blog, ci sarà il post di Manuela, non perdetelo.



45 commenti:

  1. Io lo ammetto subito: i libri li annuso!!!!

    RispondiElimina
  2. anche io annusatrice, ma questo romanzo, dopo aver letto i tuoi pensieri mi sa che non lo annuserò. non mi ispira per niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me è un ni, storia bella ma ho avuto problemi con lo stile

      Elimina
  3. Anche io annuso i libri ma il titolo mi sa di feticismo hahahah. I lettori, che strane creature!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi lettori siamo feticisti! :P

      Elimina
  4. Ebbene si anch'io annuso i libri e quindi questo titolo mi ispira molto

    RispondiElimina
  5. mi inquieta questa cosa. Ma annusare i libri è una malattia? Ne soffriamo in molti allora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Misà che è pure contagiosa :P

      Elimina
  6. Annusare i libri....sì.....è una delle cose che mi manca quando uso il lettore....sempre lo stesso odore....di niente!!!
    Non conoscevo questo libro e la trama sembra interessante anche se non mi convince del tutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adoro il mio Kindle, ma ultimamente leggo con più piacere dal cartaceo.

      Elimina
  7. Le donne che annusavano i libri! ;)
    Da come l'hai recensito questo è un romanzo senza infamia né lode, quindi mi sa che non lo prenderò in considerazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti bella l'idea di base ma lo stile non fa per me.

      Elimina
  8. Faccio coming out: io i libri non li annuso e neanche capisco le persone che dicono "eh ma vuoi mettere l'odore della carta" (non le capiscono io, non è che sbagliano o sono strane, intendiamoci), unendo questo alle due critiche motivate, questo libro non mi attira.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono un'annusatrice di libri, ma questo non mi ha convinto del tutto.

      Elimina
  9. Ciao! Non conosco il libro, anche se tutto sommato sembra carino. Ma devo ammettere...non annuso i libri, non ho proprio questa abitudine! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro è un NI, mi è piaciuto ma non del tutto!

      Elimina
  10. Dopo aver letto la recensione penso proprio che passerò oltre. Non mi convince come storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai tempo prova a leggerlo, magari ti piace

      Elimina
  11. mmmm Dolci non sembra fare per me questo libro, sarà perché i libri non li ho mai annusati in vita mia ;)

    RispondiElimina
  12. Assodato che siamo tutte annusatrici di 📖 libri, mi sembra che ti abbia catturato poco...

    RispondiElimina
  13. Io i libri non li annuso! E da quando Alice Basso, nel suo primo romanzo, ha spiegato cosa si ingerisca facendolo, ne vado ancora più fiera! Baci dalla tua Vani Sarca personale. Ci vediamo domani, io sarò quella in rosso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio questa non la sapevo... ciao mia Vani

      Elimina
  14. Li annuso pure io, ma devo dire che negli ultimi anni l'odore è cambiato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa cosa l'avevo notata anche io, sai?

      Elimina
  15. Ciao cara, nonostante il titolo mi faccia un po' ridere e la cover sia brutta, quasi quasi ci faccio un pensierino.
    Io i libri li annuso e pure i quaderni, mentirei se dicessi il contrario.
    Un saluto da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel senso che mi piacerebbe dire che non li annuso, ma purtroppo ho questo vizio.
      D'altra parte non è circoscritto ai libri.

      Elimina
    2. I vecchi quaderni e i vecchi diari hanno davvero un buon odore!

      Elimina
  16. Eh già! Anch'io annuso i libri soprattutto quelli antichi, mi piace proprio! Purtroppo però la storia non mi convince molto... mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non è un completo sì, anche se non proprio brutta. Ho un parere contrastante

      Elimina
  17. Oddio. Mi piace l'odore della carta, ma da qui ad annusare intere librerie ce ne passa. Altrimenti la neuro potrebbe sorprendermi dietro l'angolo ;) La cover non mi fa impazzire, anzi mi inquieta un pochino. Capisco i tuoi dubbi. Mi è capitato di avere fregature su romanzi che parlano di libri e oramai - tranne rarissime eccezioni vedi Alice Basso - ci vado con i piedi di piombo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai benissimo, perchè l'idea di base è buonissima ma non sono andata d'accordo con lo stile narrativo.

      Elimina
  18. Il titolo e la trama mi piacevano ma la pecca dello stile mi fa esitare.. vedremo ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti con uno stile meno pomposo sarebbe stato davvero un bellissimo libro.

      Elimina
  19. Avevo letto il libro precedente di questo autore e anche lì avevo trovato uno stile un po' troppo elegante. Però la storia non era male. Ma sinceramente non credo di leggere altro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stile è sempre quello e penalizza moltissimo lo scorrere della lettura.

      Elimina
  20. Io da allergica agli acari se iniziassi a sniffare librerie potrei restarci secca (Laura muta!)
    Passo oltre.
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahha povera Bacci sempre a difenderti dalla Divina!

      Elimina
  21. Ciao Dolci! eccomi qui in rappresentanza delle annusatrici seriali. Ho messo il libro in lista anche se ancora non ho avuto tempo di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse ti piacerà più che a me.

      Elimina
  22. Ciao Dolci! Non mi capita quasi mai di trovare una mia omonima nei romanzi :P
    Ad ogni modo, non mi convince molto questo titolo :/ peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendoti non sei come lei per fortuna :P

      Elimina