giovedì 15 marzo 2018

Gruppo di Lettura Shatter me di Tahereh Mafi – Capitoli 40-45




Buon giorno volevate che Manuela non fosse coinvolta anche nei gruppi di lettura? Eh no, ormai c'è dentro fino al collo! Tocca a lei, infatti, parlarvi dei capitoli che vanno dal 40 al 45 di Shatter me di Tahereh Mafi.




Autrice: Tahereh Mafi
Titolo: Shatter me
Serie: Shatter me #1
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 9 giugno 2016
Pagine: 378

Trama
Sono 264 giorni che Juliette, 17 anni, vive segregata in una cella. Non ha contatti con il mondo esterno e nessuno può avvicinarla perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. L'organizzazione militarizzata che l'ha rinchiusa la considera un'arma grandiosa, ma per lei non è altro che una maledizione. Un giorno arriva Adam, a condividere la cella con lei. Juliette si tiene distante, non vuole fargli del male, ma quando lui la prende tra le braccia per consolarla, una notte che è in preda agli incubi, scopre che è immune al tocco di lei. Insieme si danno alla fuga. Per Juliette è un tentativo di ritrovare se stessa, di smettere i panni del mostro e fare i conti con il suo dono.


Prima di “raccontare i miei capitoli”, vorrei fare una premessa personale.
Non ho mai partecipato ad un Gruppo di Lettura e quindi, per prima cosa, vorrei ringraziare Chiara e Dolci per avermi tirato dentro coinvolta in questa avventura.
All’inizio l’idea mi terrorizzava spaventava, non sapevo se ne sarei stata all’altezza. Inoltre avevo paura di non riuscire a leggere il romanzo in questione, paura subito fugata perché sono stata fagocitata dalla storia e ho letto il romanzo in tempi record, per me…
Ora quindi mi cimento nel riassumere i capitoli a me assegnati e spero di aver fatto bene…

Da qui: ATTENZIONE SPOILER, non andate avanti se non avete letto i capitoli dal 40 al 45…

Capitoli 40 – 41 – 42 – 43 – 44 - 45


Capitolo 40
Juliette spara contro Warner e scappa alla ricerca di Adam. Ha paura di perdersi, ma non si dà per vinta. Deve vuole trovare Adam, un’auto e andare a prendere James e Kenji. Riesce ad individuare le tracce di sangue di Adam. Spinta da una frenesia, scopre di avere il potere di distruggere porte d’acciaio come fossero fatte di burro.
Sbrindello l’acciaio a mani nude e mi apro un varco come fossi una bestia selvatica.
Trova Adam. Lo trova appeso per i polsi al nastro trasportatore di un mattatoio. Lo libera. Adam le rivela che Warner aveva dato ordine di lasciarlo in vita per ucciderlo personalmente.
Ora che sono di nuovo insieme cercano un’auto. La trovano, è aperta e con delle provviste sul sedile.

Capitolo 41
Juliette riesce a guidare, dopo una lezione veloce da parte di Adam, e arrivano a recuperare Kenji e James. Quindi Kenji si mette alla guida dell’auto per condurli al nuovo rifugio. Adam sta male. Mentre scappano, si rendono conto che qualcosa non va. Non ci sono più soldati in giro.
Kenji si accorge che tra Adam e Juliette c’è qualcosa di più.
«Possiamo parlarne più tardi…» cerco di dire, ma Adam scuote la testa.
«Ho parlato con James senza chiedertelo prima. Ho… ho fatto tutto da solo.» S’interrompe. «Non avrei dovuto. Non ti ho dato la possibilità di scegliere. Si deve sempre avere una scelta. Spetta a te decidere se vuoi stare con me.»

Capitolo 42
Kenji li porta al rifugio.
Adam viene portato nel reparto medico, questo posto è molto attrezzato. Juliette è stordita confusa. Chiede di rimanere con Adam, Kenji glielo impedisce.
Juliette si trova di fronte un nuovo Kenji…
Dove ci troviamo? Chi è Kenji? Kenji era un amico di Adam. Adam lo conosce. Adam. Il mio Adam. Adam, che viene portato via senza di me.
Kenji cerca di sostenere Juliette, ma lei è troppo confusa e disorientata.
Juliette grida.

Capitolo 43
Juliette si risveglia. È pulita. Si trova in una stanza tutta bianca.
Entra un “medico” che le pone domande, ma non le dà risposte. L’unica cosa che le riferisce è che ha attaccato Kenji e lui non è immune al suo tocco.
In quel momento entra Kenji. Qualcuno vuole vedere Juliette, qualcuno di nome Castle.

Capitolo 44
Il dottor Winston dice che deve ancora visitarla e non può mandarla da Castle. Juliette continua a fare domande chiedere spiegazioni, così il medico capisce che Kenji non ha detto niente su quel luogo. Juliette continua a voler vedere Adam, ma le viene risposto che non è possibile.

Capitolo 45
Kenji accompagna Juliette da Castle. Naturalmente lei continua con le sue domande. Vuole sapere dove si trova, come sta Adam, come sta James, chi è veramente Kenji…
Kenji risponde solo che Castle è il capo del movimento e che la vuole conoscere. Tutto quello che Kenji ha fatto aveva lo scopo di trovare lei.
Juliette incontra Castle.
Continua a voler sapere di Adam, così Castle decide di accompagnarla da lui e nel frattempo le fa visitare il luogo dove si trovano: Punto Omega.

Ora però vi scrivo due considerazioni personali…
Continuo a detestare Warner, ma sono curiosa di sapere perché può toccarla.
Juliette mi piace sempre di più. È attenta, gentile, preoccupata di cosa la circonda. Fedele al suo cuore.
Adam, ancora non lo capisco. Non riesco ad inquadrarlo. A volte mi piace, altre volte ho paura stia facendo il doppio gioco. Del resto questo romanzo è pieno di doppio-giochisti… vedi Kenji!!!
E ora: chi è questo Castle? Che cosa è Punto Omega?
Mi piace questa storia, mi sta prendendo tenendo incollata alle pagine di questo libro. Finisce un capitolo e mi devo sforzare di fermarmi, ma ancora non ho capito dove vuole andare a parare… mi si aprono sempre nuovi scenari, nuovi dubbi ed interrogativi.
L’unica cosa di cui sono certa è che lo stile di narrazione di questa autrice mi piace. È diverso dal solito, ma è avvolgente e avvincente.
Beh, non mi resta altro da fare che proseguire nella lettura…



Vi lascio come al solito il calendario per seguire le varie tappe del GDL



Link ai blog partecipanti



7 commenti:

  1. ohhhhhhh come mi piace anche questa tappa! ancora tutto nebuloso, ancora altro da scoprire. Juliette si rafforza, Warner sempre più cattivo, Adam ancora in quel limbo in cui non so bene dove inserirlo! questo libro mi ha presa tantissimo. non vedo l'ora di leggere la tappa conclusiva.

    Manuela te la sei cavata benissimo!

    RispondiElimina
  2. Grazie Chicca... vero è ancora tutto nebuloso...

    RispondiElimina
  3. La parte di Adam appeso ai polsi fa male, male, male.
    La fuga è rocambolesca e fa stare col magone finché non si mettono in salvo.
    E il punto Omega almeno consente ad Adam di stare meglio. Fa ben pensare.
    La mafi anche in questa seconda lettura mi sorprende ed emoziona! Spero che il livello sia questo anche più avanti.

    RispondiElimina
  4. Il modo di scrivere della Mafi ti piace così tanto che la copi pure!!!! :)))
    Anche io sono curiosa di sapere come mai Adam e Warner possono toccare Juliette senza problemi. Ed anche io, a volte, ho dei dubbi su Adam: mi piace, lo trovo dolce, coraggioso e via dicendo ma ho paura nasconda qualcosa.......già adesso salta fuori un tale Castle e la Punto Omega......curiosa di saperne di più quindi di continuare la lettura!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era troppo bello vedere le parole cancellate...

      Elimina
  5. Che bella tappa! Mi piace molto come hai sintetizzato i capitoli! Purtroppo sono abbastanza di parte, nonostante trovi Adam molto bello e importante per la storia, ho amato la complicità di Warner e Juliette in quei pochi momenti di intimità! Non vedo l’ora di leggere la novella su Warner credo che faremo scoperte interessanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente anche io sono curiosa di leggere la novella, soprattutto perché tutti parlate bene diWarner

      Elimina